12 ore di Bathurst 2018: è vittoria Audi dopo la bandiera rossa!

La 12 ore di Bathurst di quest’anno è stata come sempre contraddistinta da un gran numero di incidenti, l’ultimo dei quali ha determinato il risultato finale.
La vettura vincitrice. Foto di Bathurst 12 Hour

L’Audi #37 del Team WRT guidata da Robin Frijns, Stuart Leonard and Dries Vanthoor ha vinto la 12 ore di Bathurst, dopo che un drammatico incidente finale ha portato alla conclusione anticipata della gara.

Quando mancavano poco meno di 20 minuti al termine una Marc e un’Audi sono andate a muro simultaneamente, mentre la Mercedes di Reid non è riuscita ad evitare l’impatto con la R8. I piloti sono stati osservati ma stanno bene.

Numerosi incidenti come sempre hanno influenzato il corso della gara, portando a parecchie safety car. La BMW #43 di Mostert, il poleman, ha causato un incidente in fase di doppiaggio che lo ha portato al ritiro, ad esempio.

Prima dell’incidente finale un interessante terzetto formato oltre che dai vincitori dalla Mercedes #75 di Whincup e Marciello e dalla Porsche #540 di Lieb,;con l’Audi in seria penuria di carburante. Vincere però e anche trovarsi nel posto giusto al momento giusto, quindi va dato merito al team.

Decisamente apprezzabile comunque anche il lavoro di Raffaele Marciello, giunto secondo,;che sta diventando sempre più rilevante nel panorama Gt mondiale, mentre un altro italiano in gara, Ivan Capelli è giunto ottavo con una Lamborghini Huracan.


12 ore di Bathurst 2018: è vittoria Audi dopo la bandiera rossa!
Lascia un voto

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.