24 ore di Daytona | Analisi del BoP: più potenza per le GTE!

La 24 ore di Daytona è ai cancelli di partenza: analizziamo il peculiare sistema di BoP dell’IMSA per la classica di inizio stagione

Il Balance of Performance, o BoP, è il meccanismo che equilibra le auto di una categoria, fondamento di buona parte delle classi dell’endurance odierno.

L’IMSA utilizza il BoP in tutte le sue 4 classi, con un sistema indipendente dai simili meccanismi dell’ACO (per la classe GTE/GTLM) e SRO (per la GT3/GTD).

DPi

bop daytona 24 ore

Il ROAR before the Rolex 24 ha visto una Mazda dominante, ma nel BoP pre-gara sono le Acura ad avere la più importante modifica, perdendo circa 7 cv a partire da 6000 giri, mentre la Cadillac passa da 950 kg a 940 kg.

Per tutte e tre le vetture c’è un incremento di 1 (Acura) e 2 litri della capacità del serbatoio.

LMP2

La seconda classe dell’IMSA vedrà 6 squadre al via, tutte utilizzando un telaio Oreca 07, tranne la #2 Rick Ware Racing, che riporta alle corse la Riley MK30 in livrea Whelen Engineering, da non confondere con la Cadillac #31 DPi.

Questo telaio, sviluppato da Multimatic e Riley, è stato fin dal 2017 considerato molto problematico, con grossi problemi di resistenza aerodinamica, e quindi non ha riscosso successo commerciale. Le sue uniche glorie sono state ottenute sotto la veste aerodinamica e motoristica della Mazda DPi.

Il comitato BoP dell’IMSA in preparazione della gara ha quindi deciso di permettere la rimozione dei dive planes all’anteriore e del gurney flap al posteriore.

GTLM

bop daytona 24 ore

Nel ROAR le Porsche e l’unica Ferrari del team Risi sono state le vetture più veloci, e il BoP redatto dopo i test riflette questa situazione: 10 kg in più per le Porsche mentre la 488 GTE perde circa 5,4 cavalli, e la nuovissima Corvette C8.R ne guadagna 4 con i restrittori maggiorati.

Sul fronte aerodinamico la 488 GTE dovrà anche usare un’ala posteriore con almeno 4 gradi di inclinazione rispetto agli 0° del test. Interessanti modifiche anche per il serbatoio, con le Porsche che passano dagli 86 litri del ROAR ai 93 litri attuali, più vicini ai valori tipici del WEC, così come la Corvette passa da 89 a 94 e la Ferrari da 88 a 87 litri.

Più potenza rispetto al WEC

bop daytona 24 ore

Non è difficile notare come in IMSA, che utilizza un BoP molto diverso dal WEC,  le GTE/GTLM siano assai più potenti. La Ferrari 488 GTE ad esempio, ha una curva della pressione del turbo definita in molti più punti, e con una differenza a favore dell’IMSA di circa 0,08 bar, che possono significare circa 15/20 cv. La necessità di superare le GTD è certamente uno dei fattori in questa decisione che “toglie il freno” ai motori della classe regina GT. 24 ore daytona BoP

GTD

Il ROAR era stato caratterizzato dalla squalifica di 4 su 5 Lamborghini dalla qualifica per la postazione in pit lane (senza conseguenze per la gara). Avevamo già visto come l’uso del set “standard” di marce del cambio potesse alterare significativamente i risultati del BoP. 24 ore daytona BoP

24 Ore di Daytona | Lamborghini squalificata dal Roar, cosa c’è dietro?

L’unica modifica al BoP per le Lamborghini è però l’obbligo di usare un’ala posteriore con almeno 4 gradi di inclinazione, unica fra le 9 marche in pista a Daytona.

Le modifiche più significative sono quelle alla Acura NSX, che avrà 25 kg di zavorra in più, 7,5 cv in meno e serbatoio che passa da 104 a 102 litri.

L’Audi R8 LMS, che vedrà al debutto con il team WRT Mirko Bortolotti, avrà invece 10 kg in meno di zavorra. 24 ore daytona BoP

Il taglio di potenza più significativo è per le BMW M6 GT3, con 13 cv in meno (sono anche abbastanza ovviamente le auto più potenti tra le GT3), e serbatoio ridotto di 3 litri.

La Ferrari 488, schierata solo da Scuderia Corsa, avrà 4 cv in meno e 1 litro in meno nel serbatoio. L’Aston Martin Vantage, al debutto in IMSA, avrà 4 litri in meno nel serbatoio rispetto al WEC.

[Tabella Ufficiale BoP]

 

Seguici sul nostro canale Telegram dedicato per non perderti nessuna news dal mondo Endurance e GT.

24 Ore di Daytona | Orari TV e anteprima

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.