24 ore di Daytona | Griglia di partenza e note pre-gara

La 24 ore di Daytona è pronta a prendere il via: vediamo la griglia di partenza, il meteo e i rapporti di forza in pista

24 ore daytona griglia

È finalmente giunto il giorno della 59ª edizione della 24 ore di Daytona. La grande maratona americana che apre la stagione Endurance mondiale, e l’IMSA WeatherTech Sportscar Championship.

Teatro della corsa sarà ancora una volta il Daytona International Speedway, nella sua configurazione “Roval” da 5,73 km, ma la novità di quest’anno è la sostituzione delle qualifiche con una gara di qualifica lunga 100 minuti svoltasi la scorsa domenica durante i Test Pre-Stagionali ROAR. La gara è stata peraltro assai caotica, ma ha fornito un assaggio della corsa che partirà a breve.

L’anteprima, gli orari TV e come seguire la gara

L’entry list definitiva

I risultati complessivi delle prove libere

La spotter guide ufficiale

Griglia di partenza 24 ore Daytona

La 24 ore di Daytona prevede una partenza scaglionata tra prototipi e GT, e divisa per classi: prima le DPi, poi le LMP2, le LMP3, le GTLM, e infine le GTD.

DPi 24 ore daytona griglia

24 ore daytona griglia
La massima categoria vedrà la Cadillac #31 Action Express/Whelen Engineering (Derani, il campione NASCAR Chase Elliott, Nasr, Conway) partire dalla pole, affiancata dalla sola Mazda, la #55. Seguono poi la Cadillac #5 JDC-Miller, la Acura #60 Meyer Shank Racing e l’Acura #10 Wayne Taylor Racing, le due squadre hanno infatti rilevato le Acura da Penske.

La Cadillac #01 Ganassi ha patito un errore di strategia nella gara di qualifica, ma ha tutta la velocità per rifarsi

Sesta piazza per la Cadillac #48 che vedrà al volante anche il campionissimo NASCAR Johnson, assieme a Pagenaud, Kobayashi e Rockenfeller, mentre sarà ultima la Cadillac #01 Ganassi di Van Der Zande, Scott Dixon e Kevin Magnussen. La Cadillac bianca però potrebbe essere uno dei più importanti candidati alla vittoria: infatti l’esperto Van Der Zande, l’esacampione IndyCar e l’ex-Haas sono stati costantemente in testa alle prove libere, e solo un errore strategico nella gara di qualificazione ha portato a questa posizione.

LMP2

La classe cadetta è insolitamente florida in questa edizione, e vedrà la #52 PR1 (Keating, Jensen, Huffaker, Lapierre) in pole, con ottimi risultati anche nelle libere. Avrà al fianco la #20 High Class, con al volante anche Robert Kubica, al debutto in LMP2, e Ferdinand Hasburg.

Da notare anche la seconda fila, con la #8 Tower Motorsport e la #29 Racing Team Nederland pronte a dare battaglia, mentre in terza fila troveremo la #81 Dragonspeed, con il debutto di Rinus VeeKay, e la Dallara #47 Cetilar, con l’italianissimo equipaggio di Lacorte, Sernagiotto, Belicchi e Fuoco, che pure ha mostrato buone prestazioni nella Qualifying Race.

LMP3

La novità di quest’anno, introdotta per migliorare il numero di iscritti,vedrà in pole la #6 Muehlner Motorsports, seguita dalla #7 Forty7 Motorsport. La #91 Riley (con al volante anche Bleekemolen) che ha dominato le prove libere partirà solo sesta. C’è una certa preoccupazione nel paddock, perché l’inesperienza di alcuni piloti potrebbe causare non pochi problemi alle altre classi.

GTLM

La classe regina fra le GT, al suo ultimo anno a Daytona, vedrà le due Corvette in prima fila, con la #4 di Milner/Sims/Tandy davanti alla #3 di Garcia/Taylor/Catsburg.

In seconda fila troveremo la Porsche #79 WeatherTech, con al volante MacNeil/Estre/Bruni/Lietz, e la sola Ferrari #62 Risi Competizione affidata a Calado/Pier Guidi/Rigon/Gounon. Seguono le due BMW M8, con la #25 di De Philippi/Eng/Glock/Spengler davanti alla #24 di Edwards/Krohn/Farfus/Wittmann, vincitori lo scorso anno.

Le prove libere hanno visto una sostanziale uguaglianza delle forze in campo, con il miglior tempo segnato da Pier Guidi in 1.42.584, ma gli altri racchiusi in 3 decimi. Le BMW sembrano tuttavia risentire dell’ultimo BoP e sono più lente nel passo gara, mentre la Porsche WeatherTech, pur con 3 piloti factory, deve fare i conti con l’avere l’unico pilota non professionista della classe, Cooper MacNeil. Le molte neutralizzazioni tipiche della 24 ore potrebbero essergli d’aiuto.

GTD

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ultima classe, la più numerosa: la GTD si prepara all’ultima Daytona prima dello split in GTD-PRO e GTD-AM dal prossimo anno.

In prima fila troveremo la BMW M6 Turner Motorsport, che avrà il rinforzo di Colton Herta, segue la Porsche #9 Pfaff e la Lamborghini #111 GRT, che vedrà anche il nostro Bortolotti al volante. Quarta e ottava posizione per le due Lexus, mentre le 3 Mercedes al via saranno 5ª, 10ª e 14ª.

La Aston #23 Heart of Racing partirà sesta, mentre sarà 7ª la Ferrari #63 Scuderia Corsa, che ha però avuto dei problemi tecnici nelle libere. 8ª posizione per la Porsche #16 Wright, che ha avuto il rinforzo di Hindman al posto dell’infortunato Hardwick. Partirà 12ª la Aston #97 TF Sport con Ben Keating alla sua prima uscita sulla GT inglese, impegnato com’è in due classi. AF Corse e la Ferrari #21 partiranno quindicesimi, ma hanno mostrato prestazioni migliori nelle libere.

Il meteo 24 ore daytona griglia

Daytona è spesso bagnata, nel 2019 in particolare ha visto una vera tempesta abbattersi in pista, con la vittoria della Cadillac #10 WTR guidata anche da Alonso. Le previsioni meteo tuttavia prevedono cielo parzialmente coperto, e meno del 10% di probabilità di pioggia per tutta la gara. Le temperature resteranno tra i 14° e i 24°C, come è tipico dell’eterna primavera della Florida.

Il BoP 24 ore daytona griglia

Nel BoP confermato dopo la gara di qualifica, la BMW M8 ha subito oltre 20 kg di zavorra aggiuntiva, mentre la Porsche 911 RSR avrà 5 kg in meno. La BMW risulta sensibilmente penalizzata rispetto alla gara dello scorso anno, che aveva dominato. In DPi e LMP2 sono state confermate alcune modifiche aerodinamiche alla Cadillac e alla Ligier.

Appuntamento alle 21.40 per il via della 59ª 24 ore di Daytona. Seguitela con noi sul nostro canale Telegram e con le sintesi periodiche che terremo nel corso della giornata (ogni 3 ore dalle 6:40).

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT, e segui in diretta la 24 ore di Le Mans seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.