24 ore di Daytona | Sintesi dopo 22 ore

Immagini Wayne Taylor Racing

Immagini Wayne Taylor Racing

Immagini Wayne Taylor Racing

Daytona 24h | Le condizioni meteo a Daytona sono estremamente critiche, abbiamo avuto sette safety car dopo la bandiera rossa, causate da incidenti e detriti, spesso subito dopo la bandiera verde.

Allo scoccare delle 2 ore siamo di nuovo in safety car, a causa dell’incidente della #18 Dragonspeed, che poi diventa bandiera rossa.

DPi: due Cadillac e una Acura per lo sprint finale

La Acura #6 soffre di un problema tecnico durante la prima safety car dopo la bandiera rossa, e perde 17 giri.

Rimangono quindi solo la Cadillac #10, con Taylor che si rende protagonista di una grande manovra per schivare alcune macchine durante una ripartenza, la Cadillac #31, che si scambia più volte il comando con la #10, e la Acura #7 comunque sempre vicinissima.

Mentre manca qualche minuto allo scoccare delle ultime due ore, Nasr sbaglia la pericolosa staccata di curva #1, regalando la prima posizione a Alonso sulla #10.

LMP2: lotta per la sopravvivenza

La Dragonspeed #18 eredita la leadership dalla #81, ma allo scoccare delle due ore si scontra contro le barriere, ciononostante egli aveva ancora alcuni giri di vantaggio sulla #38 Performance Tech, riuscendo; così a mantenere la testa della corsa.

GTLM: è lotta a quattro per la vittoria

Immagini BMW Motorsport

La ripartenza dopo la bandiera rossa è regolare, e la successiva safety car non vede niente da segnalare, se non i pit stop di quasi tutte le auto, salvo la #911 di Makowiecki e la Ford #66 di Hand. Queste auto si ritrovano davanti alla successiva ripartenza, dove la #911 tampona la #66 alla prima curva. La Porsche perde 2 giri (ne recupera poi uno), la Ford 7, e Calado sulla Ferrari #62 riprende la leadership, come sarebbe; comunque successo a causa della situazione carburante gomme dei due leader. A causa di questo errore strategico e errore in pista di entrambe le auto, in GTLM rimangono solo 4 vetture nel giro di testa.





Si accende quindi la battaglia tra la Ferrari #62, la BMW #25, la Porsche #912 e la Ford #67. Farfus sorpassa alla ripartenza la #912, e prova a attaccare Calado sulla #62. La battaglia viene tagliata da una safety car, con la #912 e la #67 che passano davanti avendo già effettuato una sosta.

La situazione attuale vede alla bandiera Farfus sulla BMW #25 davanti a Calado sulla Ferrari #62, che ha commesso; un errore nelle condizioni critiche di bagnato estremo, con la Ford #67 e la Porsche #912 che seguono. La Porsche #911 è a un giro di distacco.

GTD: 10 auto per lo sprint finale

Nelle condizioni meteo drammatiche della gara sono le GTD a causare più problemi, con numerose uscite di pista.

Quando mancano 2 ore 30 minuti dalla fine Vilander sulla Ferrari #63, in terza posizione, tampona a causa di un aquaplaning la Porsche #540, causando essenzialmente la fine della gara per entrambi.

Alla bandiera rossa il leader è Engelhart sulla Lamborghini #11 del Grasser Racing, seguito da altre 8 auto nella stesso giro.

Classifica

[Daytona 24h: sintesi dopo 18h]

24 ore di Daytona | Sintesi 18 ore: si riparte!


Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.