24 Ore di Dubai | Sintesi prime quattro ore: cambi in testa e colpi di scena

Gli equilibri di questa 24 Ore di Dubai sono ancora in assoluta evoluzione in tutte le classi: la sintesi delle prime quattro ore di gara.

24 ore dubai sintesi

Prima ora 24 ore dubai sintesi

12:00 – Partenza tranquilla, nonostante l’enorme traffico. Christopher Mies mantiene la posizione sulla Mercedes di Raffaele Marciello. La Vortex in classe GTX rallenta in pista, senza causare però nessuna bandiera gialla.

12:13 – Un problema piuttosto serio segnalato dalla direzione gara: due delle stazioni di rifornimento sono fuori servizio. Questo imprevisto comporterà sicuramente grossi cambi nella strategia di sosta di tutti. Il primo Code60 arriva dopo appena un quarto d’ora, a causa dello shutdown elettrico completo della #223. Cominciano anche i primi pit stop.

12:22 – Si torna in regime di bandiera verde. La MS7 di Mies ha perso la testa della gara dopo aver fatto una sosta di rifornimento, per allungare il proprio stint.

12:41 – Diverse difficoltà per molte vetture touring e per alcune GTX. Un’altra Vortex “zoppica” fino ai box, con le sospensioni posteriori collassate. La lotta si fa accesa fra le vetture della Porsche Cup, con diverse collisioni: Code60.

12:50 – Bandiera verde, le strategie ormai sono incredibilmente diversificate. Marciello rientra ai box per il rifornimento, perdendo quindi il vantaggio guadagnato su Mies e la testa della corsa, ora passata alla Porsche Dinamic di Cairoli. La chiamata della Mercedes #4 sembra comunque aver pagato, dato che la Audi #7 adesso insegue.

Seconda ora

13:02 – Colpo di scena all’inizio dell’ora: la Mercedes #4 di Marciello rientra, lentissima, ai box e retrocede fino alla 46esima posizione.

13:10 – Un breve Code60 per il recupero di una Ginetta causa parecchio traffico ai pit, dove adesso si effettuano i primi cambi pilota e gomme. Piove sul bagnato per la Mercedes #4, che si vede anche sottratto un giro per superamento dei limiti del tracciato.

13:28 РLa lotta nelle prime tre posizioni ̬ tutta Porsche. Sven Muller riesce ad avere la meglio su entrambe le Dinamic dopo una accesa sfida a tre, Cairoli e Dienst ne approfittano quindi per la loro prima sosta.

13:43 РUlteriore Code60 per un recupero in pista, la situazione alle stazioni di rifornimento si fa complicata: la coda ̬ lunghissima!

Terza ora

14:09 – Continuano gli stop in pista che necessitano del regime di Code60. La scommessa iniziale dei polesitter nella Audi #7 ha pagato, avendo riguadagnato la testa nonostante un’ulteriore sosta per il rifornimento. Continua il lento recupero della Mercedes #4, ora in ventottesima posizione, mentre è degna di nota la costanza della Lamborghini Barwell, ancora lontana dal podio ma mai lontana dalla top 6.

14:17 – L’Audi #7 cede la testa alla Lamborghini Barwell, in notevole recupero con il passaggio della guida all’italiano Mirko Bortolotti. In seconda posizione, grande rimonta anche per la seconda Audi, del Team WRT, mentre le Porsche fanno fatica in questa fase di gara.

14:50 – Buona prova anche da parte dei vari clienti BMW, finora in sordina, ma che godono di una migliore gestione delle gomme. La nuova M4 GT3 è fra le vetture da competizione più richieste al momento: la divisione Motorsport sta facendo fatica ad assemblarne a sufficienza.

Quarta ora

15:10 – Ulteriore Code60 per detriti, di cui continua a beneficiare la lenta rimonta della Mercedes #4. Tutte le vetture nelle classi GT3, dalle Pro alle AM, sono ancora in gara!

15:30 – Abbiamo un altro Code60, che si preannuncia piuttosto lungo. La situazione in testa vede una doppietta Audi, con WRT e MS7 a togliersi appena due secondi di scarto, inseguite dalla Barwell di Bortolotti. Incredibile il recupero della Mercedes #4, ormai in ottava posizione.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza. Coordino la redazione Endurance e GT, spesso direttamente dalla pista.