24 ore di Le Mans 2022 | Sintesi dopo 16 ore: Toyota in testa ma problemi per la #7, gara riaperta in GTE-PRO dopo la foratura della Porsche #92!

Dopo 16 ore su 24 completate a Le Mans Toyota continua in testa con la #8, Due colpi di scena dopo la notte: foratura per la Porsche #92 e problemi per la Toyota #7

24 ore le mans toyota Porsche

La lunga notte della 24 ore di Le Mans è finita, e su La Sarthe splende un bel sole: andiamo a vedere com’è andata con la nostra sintesi, con due colpi di scena che hanno appena colpito Toyota e Porsche, leader in Hypercar e GTE-PRO.

Non abbiamo avuto ancora grossi incidenti o Safety Car, e la gara è piuttosto “pulita”.

Ci sono state 5 Slow Zone, e una riparazione delle barriere, ma fortunatamente niente di grosso. Il meteo a Le Mans è splendido, un cielo sereno una volta che è sorto il sole.

Classifica dopo 16 ore

classifica 24 ore di le mans 2022 dopo 16 ore

Hypercar: problemi per la #7

La cavalcata trionfale della Toyota nella notte ha subito un grosso problema con 8 ore e 15 minuti alla fine, mentre era già sorto il sole.

La #7 si è fermata dopo Mulsanne, ha effettuato un ciclo di avviamento, è tornata ai box con l’ibrido in posizione “unsafe”, e poi è tornata in pista con un giro di ritardo dalla #8.

La #7 di Lopez/Conway/Kobayashi aveva guidato a lungo nella notte e fino al problema, che fortunatamente sembra risolto.

Dietro la Glickenhaus #709, l’unica altra Hypercar rimasta davanti alle LMP2 dopo i problemi per la #708 e la #Alpine #36, rimane a 4 giri dalla testa.

LMP2: JOTA guida con quasi un giro su Prema

La JOTA #38 di Da Costa/Gonzalez/Stevens continua a rimanere in testa dopo la notte. Hanno incrementato il loro vantaggio fino a quasi un giro sulla concorrenza nel corso delle scorse otto ore.

La Prema #9 di Kubica/Colombo/Delatraz è al secondo posto, e rimane assai veloce, ma sarà difficile recuperare i 3 minuti di distacco per loro.

Più staccate troviamo la #28 JOTA, la #37 Cool Racing, la #13 TDS Racing, la #5 Penske e la WRT #31.

Purtroppo un incidente ha rimosso dalla lotta la Panis Racing #65, che era in lotta per il terzo posto.

In PRO/AM guida la #44 ARC Bratislava di Konopka/Vautier/Viscaa, mentre la #83 AF Corse è stata rallentata da problemi tecnici alla frizione.

GTE-PRO: gara riaperta dopo la foratura della Porsche #92

Dopo aver conquistato la testa della corsa dopo la foratura della Corvette #63, la Porsche #92 di Estre/Christensen/Vanthoor ha mantenuto il controllo della corsa dopo la notte, con la Corvette #64 e la Ferrari #51 che sono rimaste a 100s, pronte ad approfittare di un possibile errore.

Il distacco sui diretti inseguitori, ovvero la coppia Ferrari #51/Corvette #64, che hanno superato la Porsche #91 con 16 e 15 ore alla fine, era di circa 1 minuto e 40 secondi durante la notte, oscillando con l’ingresso delle slow zones, ma il cuscinetto era sufficiente per lasciare molto spazio a disposizione per il team Manthey.

I meccanici Porsche infatti, con 10 ore alla fine e mentre sorgeva il sole hanno fatto rientrare la #92 nel garage, e con una sosta durata 2 minuti e 50 secondi hanno cambiato i freni.

Questo ha riportato brevemente i primi 3 insieme: la Ferrari #51 di Pier Guidi era davanti di 1,6 secondo alla Corvette #64 di Milner, con Christensen che è rientrato subito dietro a Milner. Milner poi è riuscito a superare Pier Guidi, che era su gomme usate. Christensen nel frattempo si è reso protagonista di un bloccaggio a Mulsanne, andando nella ghiaia.

La foratura riapre i giochi 24 ore le mans Porsche Toyota 

Ma con 8 ore e 20 minuti alla fine: un disastro ha colpito la Porsche #92: Christensen è andato nella ghiaia di Mulsanne, uscendone indenne, ma poi andando a forare catastroficamente poco dopo. La #92 è rientrata nel garage, perdendo 3 giri.

La situazione vede dunque la Corvette #64 con Sims davanti alla Ferrari #51 con Serra di 17 secondi. La Ferrari deve ancora cambiare i freni.

La Corvette #63, che ha forato con 17 ore alla fine mentre era in testa, è tornata in pista dopo un’ora di riparazioni, anche se poi con 12 ore alla fine si è reso necessario un secondo round nel garage, che ha portato il distacco dai leader in GTE-PRO a 23 giri.

Per il resto la Porsche #91 è quarta, più staccata, mentre la Ferrari #52 ha un giro di ritardo e la #74 Riley ne ha  2.

GTE-AM 24 ore le mans Porsche Toyota 

La classe dedicata ai Gentleman vede una battaglia interessante tra  la Porsche #79 WeatherTech di MacNeil/Andlauer/Merrill, la #99 Hardpoint di Haryanto/Rump/Picariello, la#98 NorthWest AMR di Dalla Lana/Thiim/Pittard e  la #33 TF Sport di Keating/Chaves/Sorensen.

Questa Top 4 è nettamente davanti a tutti gli altri di circa 2 minuti, con la #77 Proton 5ª, la #86 GR Racing sesta e la #56 Project 1 7ª.

Con i bronze che stanno per terminare i loro tempi minimi di guida, presto avremo un’idea della situazione.

Dobbiamo segnalare anche diversi ritiri. La Aston #777 D’Station è stata ritirata con poco meno di 8 ore alla fine, con danni al telaio e alla sospensione posteriore.

Con 14 ore alla fine si è ritirata anche la Ferrari #71 Spirit of Race di Dezoteux/Aubry/Ragues, stavolta per problemi al motore.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.