24 ore di Le Mans | La Ferrari torna alla vittoria: “Fatto qualcosa di straordinario”

La Ferrari è tornata a vincere la 24 ore di Le Mans a 5 anni di distanza dall’ultimo successo nel 2014. Ecco come i protagonisti del successo del cavallino hanno commentato la straordinaria impresa.

Vincere la 24 ore di Le Mans un tempo era importante tanto quanto un titolo mondiale in Formula 1, se non di più. La maratona francese resta la corsa più importante d’Europa, una tra le più importanti al mondo e l’evento di riferimento nel mondo delle corse endurance e GT. Le Mans rappresenta ancora un’enorme sfida per tutti i partecipanti, una gara contro gli altri e contro sé stessi, dove si radunano ogni anno i migliori team e piloti del mondo delle corse endurance. L’edizione 2019 nella classe GTE-Pro ha visto competere tra di loro in forma ufficiale o semi-ufficiale alcuni tra i maggiori colossi dell’automobilismo mondiale: Ferrari, Porsche, Ford, BMW, Aston Martin e Corvette.

Per tutti questi motivi il successo della Ferrari #51 di AF Corse costituisce un motivo di grande orgoglio italiano. Quella del 2019 è stata la 36^ vittoria Ferrari a Le Mans, la prima con la 488. Il successo è arrivato a 70 anni dalla prima vittoria di Luigi Chinetti e Lord Seldson con la 166 M Barchetta Touring.
Il successo assume ancora più importanza considerando la difficile stagione da cui era reduce il team di Amato Ferrari. Il Bop è stato sempre aspramente criticato dagli uomini di AF Corse e accusato di essere troppo svantaggioso dei confronti della 488 GTE.

La gara Ferrari Le Mans

Il nuovo balance of performance adottato per Le Mans tuttavia sembra aver ridato competitività alle Ferrari. Dopo una qualifica non brillante, entrambi gli equipaggi hanno mostrato  un buon passo, rimontando rapidamente fino alle posizioni di vertice. La #71 si è dovuta ritirare nel cuore della notte per problemi tecnici. La #51 ha continuato a viaggiare agli stessi ritmi della Corvette #63 e delle Porsche campioni del mondo #91 e #93, separati tra di loro di pochi secondi. Quando gli avversari son venuti meno per errori dei piloti o scelte strategiche infelici, l’equipaggio #51 ha continuato imperterrito la sua corsa, gestendola in maniera semplicemente perfetta. Così, dopo 24 ore di gara tiratissime, Daniel Serra, James Calado e l’italiano Alessandro Pier Guidi hanno tagliato il traguardo in prima posizione.

Foto: races.ferrari.com

Ecco le parole dei protagonisti, rilasciate dal portale FerrariCompetizioniGT.

James Calado


“Abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo risultato. Negli ultimi sei mesi abbiamo preparato questo evento senza tralasciare nulla perché volevamo questa vittoria più di ogni altra cosa. Non è stata una gara facile, ci sono stati molti alti e bassi e dopo il problema accusato dai nostri compagni di squadra siamo stati costretti a cambiare alcune cose. È stato davvero impegnativo portare a termine la corsa, ma sono molto felice del risultato. Lui e Alessandro sono compagni straordinari, molto veloci e in aggiunta possiamo sempre contare su un team di persone eccezionali attorno a noi.”

Alessandro Pier Guidi

“È stata una gara difficile ma abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Ci sono molti costruttori e tutti vogliono vincere, pertanto l’impegno che va messo in gara dal primo all’ultimo giro è notevole. Salire sul gradino più podio a Le Mans indossando la tuta della Ferrari e ascoltare l’inno italiano è speciale, così come lo è stato guardare tutte le persone sotto il podio che ci acclamavano. Credo che siamo stati protagonisti di una gara praticamente perfetta perché non abbiamo sbagliano nulla tanto noi piloti che gli ingegneri e gli strateghi che ci seguono.”

Daniel Serra Ferrari Le Mans

“È incredibile. Credo di essere una persona davvero fortunata che riesce ad essere nel posto giusto al momento giusto. È la mia seconda vittoria in tre gare disputate al volante della Ferrari e faccio fatica a capacitarmi di tutto questo. È emozionante vincere con la tuta del Cavallino Rampante e lo è ancora di più farlo assieme a James ed Alessandro. Hanno guidato in maniera incredibile ed era evidente in ogni loro gesto che fossero in una missione per la quale non stavano trascurando alcun dettaglio. Sono estremamente felice di averli aiutati a vincere.”

Antonello Coletta, capo di Ferrari Attività Sportive GT

“Come abbiamo sempre dichiarato, volevamo gareggiare a pari condizioni con gli avversari ed è quello che è successo in questa edizione della 24 Ore di Le Mans. Durante la gara siamo stati in grado di fare vedere quanto talento ci sia dentro la Ferrari e nello splendido gruppo di AF Corse. Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra sono stati perfetti e hanno saputo massimizzare la strategia messa a punto splendidamente dai nostri tecnici e dagli uomini di Amato Ferrari. “

“Sono estremamente orgoglioso, meritavamo di tornare a vincere questa gara nella classe GTE-Pro da un pezzo e averlo fatto a esattamente 70 anni dalla prima vittoria del 1949 è un ulteriore motivo di gioia. Chiudiamo questa stagione con il sorriso sulle labbra, anche se ci dispiace per il ritiro della vettura 71, e siamo contenti per i risultati ottenuti in classe GTE-Am. Quanto abbiamo portato a casa oggi ci spinge a dare ancora di più in preparazione per la nuova stagione che prenderà il via a settembre.”

Seguici anche su Telegram

F1 | Ferrari ha ufficializzato la richiesta di revisione della penalizzazione del Canada

Condividi

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.

Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

WEC | Sintesi della prima giornata del Prologo 2019

A poco più di un mese dalla 24 ore di Le Mans, il WEC torna a far ruggire i propri…

1 ora fa

MotoGP | Analisi metà stagione – Rossi: l’inizio peggiore di sempre

Valentino Rossi deve fare i conti con il peggior inizio di stagione della sua carriera, mai così male dopo 9…

3 ore fa

F1 | Anteprima GP Germania – Racing Point: “Nuovi aggiornamenti in arrivo, speriamo nei punti”

Racing Point si prepara al GP di Germania, sperando di riuscire a tornare nella zona punti dopo tre gare di…

4 ore fa

F1 | GP Germania, Red Bull: “Il circuito di Hockenheim è un osso duro”

Red Bull si avvicina al GP di Germania con la consapevolezza di non trovare all'Hockenheim Ring terreno favorevole. La scuderia,…

4 ore fa

F1 | Anteprima GP Germania – Mercedes: “Come in Austria, dobbiamo stare attenti alle temperature”

Dopo l'ennesimo successo a Silverstone, la cavalcata trionfante della Casa dalla Stella a tre punte - la quale sta caratterizzando…

5 ore fa

F1 | GP Germania – Anteprima Toro Rosso: “Ogni gara sembra fare storia a sè”

La Toro Rosso si prepara al Gran Premio di Germania, sperando di poter continuare a andare a punti in un…

6 ore fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.