24 ore di Spa | Sintesi finale: Trionfa la Porsche #98 ROWE tra pioggia e problemi tecnici.

La Porsche#98 ROWE di Vanthoor, Tandy e Bamber trionfa alla 24 ore di Spa 2020, sotto una pioggia costante nelle ultime ore e malgrado un preoccupante problema meccanico finale

24 ore spa Cronaca24 ore spa

24 ore spa

La Porsche #98 ROWE di Vanthoor, Tandy, e Bamber trionfa alla 24 ore di Spa 2020, aiutata dal grandissimo passo di Tandy sotto la pioggia che è caduta incessante nelle ultime ore. Secondo posto per l’Audi #66 Attempto di Drudi, Niederhauser e Vervisch, che malgrado una buona scelta strategica hanno visto il gap azzerato dalle numerose safety car. Terzo e quarto posto per le Porsche #54 Dinamic (Muller-Engelhart-Cairoli) e #12 (Campbell-Pilet-Jaminet), che hanno passato sul finale la Ferrari #51 (Calado-Pier Guidi-Nielsen), che è stata sempre in lotta nelle posizioni di testa, ma non aveva il passo delle Porsche sul bagnato.

[Orari e dove seguire] [Sintesi qualifiche SuperPole e Top 20] [Sintesi qualifiche] [Entry List] [Spotters Guide] 

Cronaca della gara dalle 8.30 alle 15 24 ore spa

8.32 Le Vetture continuano a girare a velocità ridotta a seguito del FCY in corso per ripristinare la pista.

8.38 Entra in pista la Safety Car. I direttori di gara stanno valutando se dare bandiera verde alle vetture e far ricompattare il gruppo in modo ordinato dietro alla Safety Car.

8.44 – Le 2 Audi di testa effettuando la loro sosta cedono la testa momentanea della classe. Hasse ora conduce davanti all’italiano Drudi. Sembrano però esserci delle incomprensioni su chi fra i due piloti sia realmente il leader.

8.48 – Altri 2 giri dietro la Safety car e poi verrà sventolata bandiera verde. La Ferrari #51 è momentaneamente in P3 e sta scaldando in modo aggressivo le suo gomme per farsi trovare pronta alla ripartenza

8.56 – Le vetture tornano a sfrecciare a SPA dopo la bandiera verde!

Situazione dopo 18 ore di gara:

9.00 – La Ferrari di Calado marca in modo aggressivo le 2 Audi davanti a lei e sembra avere un passo migliore in questa fase di gara.

9.03 – Sosta per la Ferrari #93 che, probabilmente a seguito della Safety Car, ha deciso di modificare la sua strategia ed effettuare una sua sosta proprio in questo momento.

9.04 – Spettacolare lotta tra Eau Rouge e Raidillon tra la Mercedes #4 e la Porsche #98 per la conquista della P6, con il pilota della stella a tre punte ad avere la meglio.

9.11 – La Lamborghini #555 bloccata nel traffico completa quasi in giro intero continuando a fare flash con i suoi abbaglianti a tutte le vetture che incontra davanti a se. Nel frattempo Drudi continua a martellare e guidare la sua Audi #66 al limite sfruttando aggressivamente i cordoli del circuito del Belgio.

9.16 – Sosta completa per la Honda NSX #29 che esce proprio davanti alla Ferrari #51 facendole perdere il contatto con le 2 Audi davanti a lei. i due piloti delle auto tedesche ne approfittano per allungare il passo e mettere più metri possibili tra loro e i rivali italiani.

9.25 – Il passo della Mercedes #4 continua ad essere molto buono e Stolz sta davvero dando il massimo per ridurre il gap dai 5 piloti davanti a lui in questo stint. Occorre però molta pazienza e concentrazione perché mancano ancora più di 5 ore.

9.28 – La NSX #29 supera tutte e tre le vetture di testa e cerca di sfruttare al meglio le gomme slick prima che sopraggiunga la pioggia; dato che ha un passo davvero eccezionale in questa fase di gara.

9.35 – Box per le Porsche #12 ed è costretta ad aspettare l’intervento di alcuni meccanici con gli estintori per estinguere un potenziale principio di fuoco.

9.40 – Sosta completa per la Ferrari #51 con cambio pilota a 20 minuti dalla fine della 19^ ora di gara. Momento strategico anche per altre vetture come la Porsche #98 che vuole riconquistare terreno prezioso.

9.48 – Drudi con la sua Audi #66 continua a detenere la testa della gara, ma ora deve affrontare diversi doppiaggi prima di effettuare la sua sosta in questo momento.

9.51 –  La Ferrari #51 spinge al massimo per provare a guadagnare dal suo undercut. Ora è in P2 e con una strategia perfetta riesce a salire in P1. Il suo passo ora è decisamente migliore di entrambe le Audi alle sue spalle.

9.58 –  Cambio di strategia per fronteggiare la Ferrari; la vettura di Drudi prende la P2 per provare a spingere prima della pioggia.

Situazione dopo 19 ore di gara:

10.15 – La strategia della #66 sembra pagare perché mentre cadono le prime gocce di pioggia ha praticamente raggiunto la Ferrari di Pier Guidi in testa.

10.20 – La Lamborghini #77 non aiuta la Ferrari #51 che deve faticare per doppiarla senza farsi superare dall’Audi alle sue spalle.

10.23 – Colpo di scena al vertice! Drudi supera Pier Guidi e riconquista la testa della 24 ore di Spa 2020. Poco dopo riottiene la testa.

10.26 – Intanto nelle retrovie grande lavoro da parte di Giancarlo Fisichella che supera 2 vetture nel primo settore e si porta in testa alla categoria Pro-AM.

10.37 – Situazione piuttosto tranquilla in pista con tutti i leader di categoria che cercano di aumentare il loro vantaggio e gestire al meglio la gomma.

10.43 – In alcuni punti della pista iniziano  a cadere delle consistenti gocce di pioggia e questo potrebbe dare problemi in traiettoria ai piloti.

10.48 – Sosta completa per la Ferrari #51 in testa che decide di montare ancora un set di gomme slick. Vedremo a breve le scelte dei diretti rivali e dei piloti di tutte le altre categorie se opteranno ancora per gomme da asciutto o azzarderanno le rain.

10.51 – Gomma da bagnato per la #66 che è l’unica nella top 6 ad averle montate.

10.57 – Pier Guidi passa in P3. La scelta delle gomme da bagnato è la vera incognita in questa fase di gara e potrebbe segnare le sorti di queste ultime ore di gara.

Situazione dopo 20 ore di gara:

Overall #1 – Audi #25

Pro-Am #1 – Ferrari #93

Silver Cup #1 – Mercedes #5

Am Cup #1 – Bentley #108

 

11.01 – La Mercedes #84 perde trazione sul bagnato, ma fortunatamente riesce a ripartire senza grossi problemi.

11.07 – Le gomme da bagnato stanno lentamente entrando nella loro finestra di utilizzo ottimale, ma le slick sembrano ancora reggere il passo. A dimostrazione di tutto questo è la lotta fra le due Audi di testa.

11.15 – Tanta lotta nelle retrovie con la Honda #29 che è risalita in queste ore dalla P14 alla P8 e continua a spingere con un ottimo passo.

11.21 – Sosta con rifornimento per la vettura #25 che ha spinto al massimo con la gomma da asciutto ed ora punta sulle rain. Ora tutti i team stanno montando le gomme da bagnato per affrontare la pioggia in pista.

11:30 – Vervish resta in pista senza effettuare la sosta, mantenendo la leadership.

11:32 – Intanto si accende la lotta tra le Ferrari di Calado e Rigon per la terza posizione. Questo avvantaggia Winkelhock.

11:38 – Dopo la sosta la Ferrari #93 di Fisichella è seconda nella classe Pro-Am.

11:40 – Sorpasso di Rigon ai danni di Calado con una manovra eseguita tutta all’esterno.

11:46 – Dopo il sorpasso, la #72 inizia a ricucire su Winkelhock. Calado è in gestione con quasi 20 secondi su Bamber.

11:50 – Rientra ai box l’Audi di Vervish per la sosta.

11:53 – Wilkelhock nuovo leader, seconda e terza la Ferrari.

11:58 – Full course yellow. Questo penalizza le rimonta della Ferrari.

12:01 – La Ferrari di Calado ne approfitta per sosta insieme all’Audi di Winckelhock.

12:13 – Si lavora al recupero dell’Audi #33, la FCY potrebbe durare ancora a lungo.

12:21 – Safety car in pista per compattare il gruppo e mettere i piloti nelle giuste condizioni di temperatura per ripartire.

12:29 – Bandiera verde, si riparte.

12:30 – Sorpasso di Tandy sulla Ferrari di Sirotkin.

12:38 – Nella classe Pro-Am Fisichella è secondo ma ha un ritardo consistente dalla Lamborghini #77. Nella Silver Cup Mercedes #5 saldamente al comando.

12:41 – Ferrari #72 in barriera per un contatto con la Porsche di Pilet.

12:44 – FCY per il recupero della Ferrari di Sirotkin

12:45 – Bandiera verde

12:50 – Nella lotta per la prima posizione, l’Audi di Vervisch ha un vantaggio di 1.6 su Boccolacci. Ma la battaglia è tutta al centro gruppo tra le Porsche, Mercedes e Honda.

12:54 – Penalità di 10 secondi per la Mercedes di Engel per aver causato il contatto in curva 1.

12:55 – Rientra la vettura #66 per la sosta.

13:00 – Due ore al termine della gara. Questi i leader delle classi:

  • Pro – Audi #25
  • Pro Am- Lamborghini #77
  • Silver Cup – Mercedes #5
  • Am Cup – Bentley #108

13:07 – La Ferrari di Calado è di nuovo leader, approfittando delle soste del duo Audi.

13:16 – Rientra ai box Calado che ha ritardato la sosta. Momento chiave dell’ultima fase di gara.

13:20 – Pierguidi mantiene la terza posizione ma la Porsche di Tandy è subito dietro.

13:23 – Difesa esemplare di Pierguidi ma Tandy guadagna la posizione sulla Ferrari #51.

13:27 – Rischio per Tandy all’Eau Rouge con la vettura in sovrasterzo. Sangue freddo e bravura per il pilota inglese.

13:33 – La Lamborghini #163 Emil Frey finisce fuori pista a Blanchimont.

13:37 – La gara procede con una bandiera gialla locale.

13.42 – Nick Tandy recupera l’Audi #25 di Boccolacci, ma viene fermato dalla FCY per rimuovere la #163.

13.46 – Momento cruciale: la #66 di Niederhauser, la #98 di Tandy e la #51 di Pier Guidi si fermano ai box, al contrario della #25 di Boccolacci. Tuttavia il tempo massimo di stint è 65 minuti, quindi dovranno tronare in pit lane. Tandy passa Niederhauser che ha però gomme nuove!

13.52 – Spin della Mercedes #90 a La Source, #51 sotto investigazione per un’infrazione ai pit.

13.56 – Momento caotico in pit lane, diversi piloti si fermano per rientrare nei limiti di stint di 65 minuti (tempo tra un ingresso in pit lane e l’altro).

14.00 – I leader nell’ultima ora: Tandy Porsche #98 Rowe | Silver Cup Haupt Mercedes #5 HRT | Pro-AM Mitchell #77 Barwell | AM Bentley #108

14.05 – La Safety Car finalmente rientra. Tandy mantiene facilmente la testa, lo seguono Niederhauser (Audi #66), Cairoli (Porsche #54) e Pier Guidi (Ferrari #51).

14.07 – Splendido sorpasso di Pier Guidi sulla #54 di Cairoli.

14.08 – Full Course Yellow. La BMW #10 finisce nella ghiaia.

14.13 – Safety Car di nuovo in pista, i primi sono nuovamente compattati.

14.20  – Safety Car pronta a rientrare.

14.22 – Si riparte! Tandy difende su Niederhauser, Pier Guidi ha un bel po’ di traffico davantii a sè.

14.26 – Boccolacci attacca Engel per la quinta posizione, ma il pilota Mercedes si difende. Tandy allunga su Niederhauser.

14.30 – Le condizioni di bagnato e il vantaggio di visibilità aiutano Tandy e la #98 Rowe Racing. Ora ha 3 secondi sulla #66

14.34 – Pier Guidi è a 17 secondi da Tandy, Niederhauser resiste a 2,8 secondi. 24 ore spa

14.43 – Gran Lotta tra Pier Guidi e Cairoli per la terza posizione!

14.47 – Spettacolare sorpasso di Cairoli su Pier Guidi a Eau Rouge!

14.50 – Problemi per due delle tre Ferrari Pro: la #27 Hub Auto corsa si ferma in curva 15, la #72 SMP è ai box. Pier Guidi intanto è inseguito dalla #12 di Jaminet.

14.59 Incredibile! Problemi per Nick Tandy e contemporaneamente per Niederhauser! Jaminet passa Pier Guidi intanto.

15.00 – Nick Tandy passa sotto la bandiera a scacchi, vittoria per la Porsche #98 ROWE.

24 ore spa

Seguono Niederhauser sulla Audi #66 Attempto, Cairoli sulla Porsche #54 Dinamic, Jaminet sulla Porsche #12 GPX e Pier Guidi sulla Ferrari #51 AF Corse. Tandy torna ai box con uno strano suono dal motore, come se avesse perso un cilindro.

In PRO-AM vince la Lamborghini #77 Barwell, in Silver Cup la Mercedes #5 HRT, in AM la Bentley #108 CMR.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

24 ore di Spa | Cronaca in diretta 15.30-23.30 [LIVE]: Lamborghini saldamente al comando

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.