24 Ore Dubai | Qualifiche: pole position per la Audi #7 di MS7 by WRT

L’Audi #7 di MS7 by WRT conquista la pole position al temine delle tre sessioni di qualifiche della 24 Ore di Dubai. Vanthoor, Mies e Neubauer scatteranno davanti alla Mercedes #4 di Abu Dhabi Racing e alla #777 di Al Manar Racing.

Foto: 24H Series Twitter

Il mondo dell’Endurance ritorna in pista, a distanza di una settimana dalla 12 Ore del Golfo, per le qualifiche della 24 Ore di Dubai. Le 28 vetture GT3 iscritte alla prima 24 ore della stagione 2022 scenderanno in pista per conquistare la pole position sui 5390 metri del Dubai Autodrome.

Le tre sessioni di qualifica da 15 minuti decideranno lo schieramento di partenza della gara che scatterà venerdì 14 gennaio alle ore 12 italiane.

Sintesi delle qualifiche

Prima sessione

La bandiera verde segna l’inizio della prima sessione delle qualifiche della 24 Ore di Dubai. Dries Vanthoor si porta subito in testa alla classifica con la Audi R8 #7, seguito dalla R8 LMS #31 di Vervisch. Tra i due belgi si inserisce Raffaele Marciello al volante della Mercedes #4. Mirko Bortolotti mette in terza posizione la Lamborghini Huracan #77 di Barwell. Cairoli fa segnare il quinto tempo con la Porsche del team italiano Dinamic Motorsport.

Victor Shaytar è il più veloce tra le vetture iscritte alla classe Am con l’ottavo tempo assoluto. In classe Pro-Am, il miglior tempo è quello dell’americano Gottsacker sulla BMW #1.

Al termine dei primi 15 minuti è Dries Vanthoor il più veloce con il tempo di 1’57″798. Il belga di MS7 by WRT precede la Mercedes del team Abu Dhabi Racing di Raffaele Marciello e la Lamborghini di Barwell Motorsport di Bortolotti. Vervisch e Cairoli completano la top 5.

La Mercedes #13 di Shaytar si conferma la più veloce in classe Am con l’ottavo tempo. Seconda posizione di classe e dodicesimo tempo per Lewis sulla vettura #85. L’americano precede Mavlanov sulla #3. Gottsacker è il più veloce di classe Pro-Am con il 14º tempo.


Leggi anche: WEC | L’entry list 2022: record di iscritti, 39 team al via!


Seconda sessione

Sven Muller scala la classifica con la Porsche #92 di Herberth Motorsport. Goethe sale al terzo posto con la Audi #31, subito battuto dalla R8 LMS #99 di Attempto Racing, guidata da Scholl. Ottimo tempo anche per Klaus Bachler al volante della Porsche #54 di Dinamic Motorsport che si porta in seconda piazza.

Mies resiste in vetta alla classifica con la R8 #7 di MS7 by WRT. Migliora Goethe che si porta al secondo posto con la vettura #31. Sale al terzo posto Joules Gounon con la Mercedes #75.

Van Lagen è il migliore in classe Pro-Am al volante della Mercedes #19 di MP Motorsport con il decimo crono.  Viebahn, sulla vettura #3 è il più veloce di classe Am. Migliora il suo tempo Manuel Metzger al volante della Mercedes #4 di Abu Dhabi Racing, davanti alla Porsche di Muller e alla Mercedes #777 di Dontje.

Al termine delle prime due sessioni, la Audi #7 guida la classifica davanti alla Mercedes #4 ed alla Porsche #92 che è stata la vettura più veloce in questo secondo turno. Quarta posizione per la Mercedes #777 gestita da Al Manar Racing. L’Audi #31 chiude la top 5.

Philip Quaife regala la leadership di classe Am alla vettura #85 con l’ottavo tempo ottenuto proprio allo scadere dei 15 minuti. Seconda posizione di dclasse e tredicesimo tempo per la Mercedes #13. Van Lagen è il più veloce in classe Pro-Am con la Mercedes #19.

Terza sessione

Gli ultimi 15 minuti decideranno la griglia di partenza della 24 Ore di Dubai. De Pasquale parte subito fortissimo con la Porsche #92 e si porta in testa. Il pilota di Herberth Motorsport precede l’Audi #7 affidata a Neubauer di un solo millesimo nella classifica dei tempi combinati.

Neubauer riesce però a migliorare il suo tempo e riconquista la vetta della classifica. Si infila al secondo posto Dienst con la Porsche #54. De Pasquale è terzo davanti a Breukers che è salito sulla Lamborghini #77.

De Pasquale migliora il suo tempo e si porta al secondo posto, scavalcando Dienst. Sesto tempo per la vettura #85, in testa nella classe Am. Morris è in testa in classe Pro-Am con la BMW M4 #1.

Haupt guadagna la seconda posizione con la Mercedes #4. Maro Engel si porta al quinto posto con la Mercedes #75. A cinque minuti dalla fine la sessione entra in regime di bandiera rossa a seguito di un incidente in curva 15 della Vortex #701, iscritta alla classe GTX.

Alla ripartenza, Luca Stolz sale in terza posizione con la Mercedes #777. Ne Haupt ne Stolz riescono a migliorare nel loro ultimo tentativo. L’Audi #7 di MS7 by WRT conquista dunque la pole position al termine delle qualifiche della 24 Ore di Dubai.

Risultati finali

L’Audi #7 conquista la pole position nelle qualifiche della 24 Ore di Dubai davanti alla Mercedes #4 e alla vettura #777. La Porsche #92 di Huberth Motorsport completa la seconda fila davanti alla #54 di Dinamic Motorsport. La AMG GT3 #75 apre la terza fila, completata dall’Audi #31.

Mercedes porta a casa la pole position in classe Pro-Am grazie alla vettura #19 che fa segnare il nono tempo. Seconda posizione di classe per la Ferrari #83 (tredicesimo tempo) e terza piazza per la BMW #1.

In classe Am la pole va alla vettura #85 che scatterà dall’undicesima posizione in griglia. Quattordicesimo tempo e seconda posizione per la vettura #13.

Griglia di partenza 24 ore Dubai

Le vetture torneranno in pista alle ore 15 italiane per la tradizionale Night Practice.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

24 Ore di Dubai | 79 vetture al via, 28 le GT3: la entry list definitiva