50 sfumature di auto: hai già visto la pubblicità della 500 Hey Google?

Dagli smartphone alle auto di serie:  andiamo alla scoperta delle funzionalità di Hey Google, l’assistente virtuale che sale a bordo della gamma 500.

Devo ammettere che lo spot è degno di nota. Infastidisce e fa sorridere allo stesso tempo. Ci sono tre giovani perditempo, dall’accento smaccatamente romano, che poltroneggiano nella piscina di una villa lussuosa. Uno dei tre dice “Se ce ne andassimo al mare?”. Il padrone di casa, che ha la stessa faccia da schiaffi di Damiano dei Maneskin, interroga il dispositivo di Google denominato Nest Hub: “Hey Google, chiedi a My Fiat quanta benzina c’è nella mia 500”. Il Nest Hub risponde “Il serbatoio è al 94%”.

Il dialogo continua fino a scoprire che l’auto è parcheggiata a 100 metri da lì…”Troppi!” è il commento finale del protagonista che suggella la volontà dei tre di essere, per qualcuno insopportabili, per altri simpatici.  Non sono un millenial e addirittura potrei essere il papà di questi tre personaggi ma ricordo molto bene quegli hangover domenicali in cui il fisico si rifiutava di fare qualsiasi cosa…per cui propendo per “simpatici!”. A parte questo la domanda è un’altra: cosa fa di così strano questa 500 Hey Google?

HEY GOOGLE!

Abbiamo già parlato dell’avvento degli assistenti vocali a bordo delle vetture di nuova generazione in occasione del lancio della Nuova Jeep Compass in cui ci siamo confrontati con Alexa https://f1ingenerale.com/siri-ok-google-alexa-assistenti-vocali-in-auto-siamo-nel-futuro-o-e-solo-una-gran-confusione/ Adesso abbiamo l’occasione di approfondire le funzionalità di Hey Google, l’assistente virtuale che è già presente da anni nei nostri smartphone Android e che ora sale a bordo della gamma 500. L’accordo che lega il gigante di internet all’icona del brand Fiat ha la sua rilevanza: è la prima volta al mondo che il brand Google pone il suo logo su un’auto di serie. Detto ciò, molti di voi utilizzano quotidianamente Hey Google sul proprio smartphone per dare comandi vocali come “Hey Google che tempo fa domani” oppure “Hey Google fissa la sveglia alle sette e trenta”.

Qualcun altro si è spinto oltre acquistando un Nest Hub. E’ un dispositivo del tutto analogo all’Echo di Amazon o all’Apple Home Pad. E’ Un monitor da 7 pollici con un microfono molto sensibile e una cassa audio incorporata. Va installato in casa e connesso alla wifi. Ti permette di dialogare con il tuo assistente Hey Google anche senza tenere in mano lo smartphone e aggiunge (se lo vuoi) la gestione della domotica con i comandi vocali. Accendere le luci, gestire il termostato di casa, ascoltare tutta la musica che vuoi o guardare qualche video su Youtube o Netflix. Chi acquista una 500 Hey Google oltre a ricevere in dote un Nest Hub di Google potrà potrà fare qualcosa in più dialogando con lui dal divano di casa.

Potrà interrogare la propria auto o comandarle alcune azioni. Ecco qualche esempio: potrà aprire o chiudere le porte, capire dove sua figlia ha lasciato l’auto, controllare se suo figlio sta superando gli avvisi di velocità che gli ha impostato, verificare la pressione degli pneumatici o quanto carburante gli hanno lasciato nel serbatoio i due rampolli, chiedere quanti chilometri ha fatto sua moglie nella misteriosa giornata di ieri e potrà domandare tante altre cose. Scherzandoci sopra possiamo dire che si farà i fattacci di tutta la famiglia semplicemente parlando con il Nest Hub di Google mentre guarda l’ultima puntata di LOL.

Questo dialogo a distanza con l’auto è rivoluzionario e cambia radicalmente l’uso dell’automobile? No. E’ figo? Sì. Specifichiamo meglio: per qualcuno sicuramente lo è, per altri magari meno.

Tu sei tra quelli a cui non frega niente di tutto ciò ma ti piace la Fiat 500? E’ Semplice. Basterà orientare la tua scelta verso altre versioni. Una 500 Dolce Vita o una 500 X Sport non hanno queste funzionalità di Hey Google…e nessuno te ne farà una colpa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Marco Cucchi

Formatore, consulente e coach nel settore automotive, cofondatore di HL Consulting srl, appassionato di Motorsport, autore del libro "Ayrton Senna, io c'ero" Edizioni Acar.