A Milano il E-Mobility Festival. Un’occasione per conoscere le realtà e le ultime novità nel campo dell’elettrico

Nella suggestiva cornice di piazza dei Mercanti a Milano si è svolto l’E-Mobility Festival, l’esposizione di e_mob dedicato agli incontri e all’esposizione di tutto ciò che concerne la mobilità elettrica. Tanti i brand e gli operatori presenti. Di seguito faremo un riassunto di cosa offrono ed espongono in questa edizione del festival.

E-Mobility FestivalIl E-Mobility Festival è, ormai dal 2016, l’esposizione di riferimento in Italia per quanto riguarda la nascente mobilità elettrica. L’evento vede la partecipazione, di anno in anno maggiore, di diversi brand e operatori attivi nel settore. L’evento è organizzato da e_mob, la conferenza nazionale annuale sullo sviluppo istituzionale, tecnico-scientifico e culturale della mobilità elettrica in Italia.

In questa edizione del Festival sono presenti diversi costruttori affermati (Hyundai, Energica, Zero), diversi fornitori di servizi di ricarica (Edison, Enel X, E-GAP) e interessanti start-up impegnate in alcuni campi ancora inesplorati, ma fondamentali per questo tipo di mobilità.

Questo festival non è dedicato solo agli addetti ai lavori, ma anche ai normali interessati che possono trovare preziose informazioni riguardo all’eventuale scelta di acquistare un veicolo a trazione elettrica. Non a caso, la prima brochure che viene consegnata è un’interessante vademecum riguardante i modi di ricarica di un’auto elettrica. Tale vademecum, insieme al tanto materiale offerto dai brand presenti, permette anche di avere dei consigli pratici relativi a tutto ciò che riguarda il mondo dell’elettrico.

Gli operatori presenti

Edison

L’azienda che, per prima, ha illuminato la città di Milano nel lontano 1883, si presenta al al E-Mobility Festival con il recente accordo con il gruppo Toyota. L’ azienda milanese fornirà 300 colonnine di ricarica presso i concessionari del gruppo, e  installerà le wall box ai neo proprietari di vetture del gruppo nipponico con tecnologia plug-in ricaricabile. Tali colonnine e wall-box riceveranno energia da fonti rinnovabili e, per quanto riguarda le colonnine pubbliche, saranno utilizzabili da tutti gli automobilisti attraverso l’app Edison. Inoltre, la società si occuperà anche della gestione e manutenzione degli impianti di ricarica.

L’altra novità che Edison porta a questa edizione è il servizio Plug &Go. Edison ha deciso di inserirsi nel crescente settore del noleggio a lungo termine offrendo una gamma di veicoli elettrici con assistenza completa e installazione della colonnina casalinga di ricarica. Questa soluzione di noleggi permetterà anche ai clienti di ricevere sconti in fattura se clienti Edison anche per la corrente elettrica di casa.

Enel X

La divisione per i servizi di ricarica della multinazionale italiana si presenta con l’esposizione di una colonnina pubblica di ultima generazione, e con l’ultimo modello prodotto di wall box.  La compagnia ha scelto di venire in contro alle esigenze degli automobilisti che, sempre più spesso, hanno vetture con prese di ricarica a diversi voltaggi. Enel X ha inserito su tutta la sua gamma una tecnologia che permette al cliente di impostare l’erogazione della colonnina sul voltaggio della propria automobile.

Inoltre, tutti i dispositivi di nuova generazione saranno interconnessi con la sala operativa. Ciò permetterà, in caso di guasti, di poter controllare da remoto i codici di errore e, nel caso, poter intervenire immediatamente. Ciò permetterà alla wall box di non rimanere a lungo senza corrente e, in taluni casi, di risparmiare sul costo d’uscita del tecnico incaricato. Infine, Enel X rimane fornitore unico della tecnologia di ricarica per i mondiali di Formula E, e di MotoE.

E-Gap

E-Gap è una realtà che offre un servizio molto utile per chi ha la necessità di ricaricare la propria vettura in zone di Roma o Milano dove non sono presenti colonnine. Il servizio consiste in un’app che permette di prenotare un servizio di ricarica in una certa ora e in un certo luogo. Tutto funziona tramite la geolocalizzazione del telefono. Prenotando la ricarica, un van con un tecnico arriva e, anche in assenza del proprietario, procede alla ricarica (con tecnologia fast charge) e, a ricarica completata, viene emessa immediatamente una fattura con addebito diretto sulla carta di credito o Paypal inserita dall’utente sull’app. Le tariffe variano, ovviamente, in base alla tipologia di veicolo, al quantitativo di energia usato per la ricarica, e dall’abbonamento sottoscritto. Come facilmente immaginabile, l’intero parco veicoli della società è a trazione elettrica.

Hyundai

La casa coreana è presente al E-Mobility Festival esponendo i due modelli di punta della sua flotta elettrica: Kona e Ioniq.

Kona Electric

La Kona Electric si basa sulla versione già in commercio con propulsori termici e ibridi. La versione elettrica, però, gode di particolari di ultima generazione. Monta un propulsore capace di erogare 395nm di coppia, di far accelerare da zero a cento in soli sette secondi e sei, di una potenza di 150KW (204 CV)  con autonomia massima di 484 km. I tempi di ricarica, su colonnina fast charge, è al massimo di sessantaquattro minuti.

Inoltre, particolare ormai non scontato, la Kona garantisce un baule di 332 litri, aumentabili a oltre mille con l’abbatimento del divanetto posteriore. Infine, gode di diverse facilities come il caricabatteria wireless per smartphone, lo shift-by-wire in pulsante e non con la classica leva, la proiezione del display sul parabrezza e di una connettività tramite app che consente di interagire con l’auto anche da remoto.

Ioniq 5

La seconda vettura è la nuova Hyundai Ioniq di nuova generazione. La linea rievoca la Pony Coupè del 1974 ed è stata disegnata in modo da garantire un ottimo coefficiente di aerodinamica. I propulsori elettrici montati erogano al massimo una potenza di 225KW (305CV), una coppia massima di 605NM, raggiungono la massima velocità di 185 KM/H e un’accelerazione da zero a cento in 5.2 secondi. Come per la Kona, il baule è ampio e ha una capacità di oltre cinquecento litri. I tempi di ricarica, con colonnine ultra fast charge, arrivano a diciotto minuti per raggiungere l’ottanta percento di ricarica. Oltre alle facilities presenti sull’altro modello esposto, la Ioniq dispone di un pannello solare sul tetto per alimentare i sistemi di bordo e aumentare l’autonomia insieme alla frenata rigenerativa. Infine, la Ioniq offre, tramite un adattore da collegare alla presa di ricarica, di alimentare qualsiasi dispositivo elettronico.

Energica

La casa costruttrice del Modello “Ego” da cui è ricavata la moto che prende parte al Mondiale MotoE, è presente con un esemplare di qust’ultima e uno di Eva. Inoltre, offre la possibilità di fare un test ride in loco a cura del concessionario locale di Milano.  Le due moto, con linee che richiamano volutamente quelle delle Ducati carenate di più grande cilindrata e le Yamaha naked, montano un propulsore capace di erogare fino a 126KW (169CV), una velocità limitata a 200 KM/H, un’accelerazione 0-100km/h in due secondi e sei, e una coppia massima di 215NM. L’autonomia, in ciclo combinato, è di 246KM e, grazie al nuovo sistema EMCE, può aumentare anche di un ulteriore dieci percento.

Zero

La casa californiana è presente al E-Mobility Festival con tre modelli della loro vasta gamma.  la FXS, enduro elettrica guidabile anche con patente B, monta un propulsore da massimo 15KW (20CV), che eroga 106NM di coppia massima, raggiunge i 120 KM/H e ha un’autonomia massima di 161KM. la SR/F, naked con propulsore da 82KW (111CV), è capace di erogare 190NM di coppia e di raggiungere i 200 km/h con un autonomia massima di 323 km. La terza moto invece, è la SR/S. Una moto carenata con lo stesso propulsore della SR/F. Tutte le Zero godono di una garanzia di 5 anni per il parco batterie e hanno un costo medio di ricarica che non supera i 3€.

Cobat

Cobat è un consorzio che dal 1988 è specializzato nello smaltimento di batterie e di altri rifiuti speciali. L’attività di Cobat inizia a fine anni ottanta del secolo scorso con il compito di occuparsi dello smaltimento e del riciclo degli accumulatori al piombo. A partire dal 2010, il consorizio ha aumentato il suo spettro d’azione iniziando a occuparsi del riciclo e smaltimento di pile e accumulatori e, nel corso degli anni successivi, anche del riciclo di pneumatici e di elettrodomestici. L’esistenza del consorzio è importante per il problema, che nei prossimi anni si farà d’attualità, del riciclo dei parchi batteria delle autovetture.

BYD

Insieme all’universo delle automobili a trazione elettrica, anche il mondo dei trasporti pubblici sta iniziando a entrare nel mondo dell’elettrico ed è presente al E-Mobility Festival. BYD è un costruttore di autobus e pullman GT cinese, leader mondiale nella costruzione di modelli a trazione elettrica. Il gruppo è presente in Italia con forniture attive nelle principali città piemontesi, a Milano, Padova, Ancona, Messina e Marsala. L’azienda espone un BYD K9 di ultima generazione.

ATM Milano

Anche l’Azienda Trasporti Milanesi è presente al E-Mobility Festival con un’esemplare di Solaris Urbino Electric già in utilizzo su diverse linee del centro città e non solo. ATM, insieme a essere l’azienda di trasporto pubblico con la flotta autobus più giovane d’Italia, si sta impegnando per raggiungere una flotta 100% elettrica entro il 2030. Attualmente, la flotta è per il 50% ad alimentazione a gasolio, il 25% s a trazione ibrida e per il 15% elettrici. Inoltre, ATM ha una grande fornitura anche di Solaris Trollino, filobus di ultima generazione del costruttore polacco con trazione elettrica garantita anche quando viaggia staccato dalla rete aerea.

Il rinnovo di ATM passa anche attraverso al convertimento di tutti i depositi verso l’impatto zero e l’installazione di pantografi per la ricarica ai capolinea. Infine, l’utilizzo di sola energia rinnovabile e il passaggio a una flotta di automezzi di supporto a sola trazione elettrica.

Seguici su Telegram

BMW Serie 3 ELETTRICA! Non sarà l’unica ma debutterà nel 2025!

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico