ACI Racing Weekend | Domenica di gare ed emozioni a Monza

Non sono mancate le emozioni e le sorprese a Monza nel secondo giorno di gare di ACI Racing Weekend.

ACI Racing Weekend | Domenica di gare ed emozioni a Monza | Foto: Massimo Consonni

Domenica a Monza si sono scolte le gare 2 di ACI Racing Weekend. Le gare sono scattate alle ore 10.35, terminate le qualifiche della BMW M2 Cup e della Formula Regional nella prima mattinata.

Top Jet F2000 Formula Italian Trophy

Paolo Brajnik con la Dallara F320 ha bissato il successo di gara 1. Il pilota italiano ha vinto anche la seconda manche, conclusa in regime di safety car, davanti a Cian Carey su Dallara F418. Terzo è giunto Renato Papaleo sulla sua F312 preparata da One Management per chiudere un podio gemello di gara 1 del sabato.

TCR Italy

Gara 2 del TCR Italy è andata a Salvatore Tavano al volante della Cupra Leon Competition del Girasole. Il driver italiano ha lottato per tutta la gara con Jack Young, riuscendo però a superarlo nel finale. L’inglese di MM Motorsport è giunto secondo alla bandiera a scacchi staccato di solo 1 secondo dal vincitore.  Kevin Ceccon è riuscito in una ottima rimonta nel finale, recuperando 3 posizioni e chiudendo in terza piazza. Il vincitore di gara 1 Niels Lagenveld, dopo una buona partenza, è costretto al ritiro al quinto giro.

BMW M2 CS Racing Cup Italy

Luigi Ferrara riparte da Monza con il bottino pieno. Il portacolori di casa V-Action by Nanni Nember ha infatti conquistato anche gara 2, dopo aver trionfato sabato. L’italiano ha condotto una gara fotocopia del giorno precedente, rimanendo al comando per tutta la gara e allungando sugli avversari, fino alla bandiera a scacchi, dove ha tagliato il traguardo con 5 secondi di vantaggio su Gustavo Sandrucci. Il driver vincitore dell’edizione 2021 della categoria, è riuscito nel finale a conquistare la piazza d’onore ai danni di Marco Zanasi, terzo a soli 7 decimi.


Leggi anche ACI Racing | Il recap delle gare del sabato a Monza


Formula Regional European Championship by Alpine

Gara 2 caratterizzata da molte interruzioni per la safety car, che hanno più volte annullato il vantaggio del leader Paul Aron di Prema Racing. Il pilota estone fin dalle prima fasi della gara ha allungato sul compagno di squadra Dino Beganovic, ma tale gap è stato annullato per tre volte a causa delle bandiere gialle.

Nel finale Beganovic ha provato in un paio di occasioni alla staccata della Roggia a passare il leader, senza riuscirci, chiudendo dietro al vincitore Aron di soli 1.371 secondi.

Podio per il nostro Gabriele Minì di ART Grand Prix, che ha condotto una gara regolare e attenta, conquistando il maggior numero di punti possibili oggi, con una vettura apparsa inferiore a Prema Racing.

Campionato Italiano Gran Turismo Sprint

Dopo la vittoria di BMW in gara 1, Timo Glock parte subito bene al via di gara 2, conquistando la leadership provvisoria con la sua M4, inseguito dalla Lamborghini Huracan di Alberto Maria Di Folco. Il pilota italiano, penalizzato ieri nel finale, è il solo rimasto per l’equipaggio di Imperiale Racing, dopo che il compagno Stuart Middleton è incappato in un incidente sabato in pit lane durante il cambio pilota ed è stato ricoverato in ospedale con un infortunio alla gamba.

La gara è caratterizzata da una lunga sosta in regime di safety car dovuta ad un incidente alla Roggia che ha coinvolto le due Honda NSX di Nova Race congelando i distacchi per quasi 20 minuti.

Durante questa sosta, al cambio pilota, Di Folco riesce a conquistare la leadership provvisoria durante la sosta, ai danni di Jens Klingmann, che ha preso il volante della M4 da Glock.

Dietro è battaglia per la terza posizione tra l’unica Honda rimasta in gara della coppia Moncini – Guidetti e la Mercedes di Cressoni – Galbiati, autore di un’ottima rimonta.

Al termine dei 50 minuti previsti, la vittoria va a Di Folco, che dedica il trionfo al compagno Middleton, che ha seguito la gara in streaming dall’ospedale. In seconda posizione Glock – Klingmann, che conservano la leadership in campionato, mentre terzi chiudono Moncini e Guidetti, sfruttando una penalità per la Mercedes Antonelli di Cressoni-Galbiati.

Da segnalare in quinta e sesta posizione le due Ferrari di Scuderia Baldini 27, rispettivamente di Gai – Panciatici e Urcera – Di Amato, autrici una gara gemella, fatta di inseguimenti e scambi di posizione reciproci.

Campionato Italiano Autostoriche

L’unica gara in programma di ACI Racing Weekend di Monza dedicata alle autostoriche chiude il programma di domenica. A dominare sono Massimo Ronconi e Luzzato Gulinelli a bordo di una Porsche 930 Gr.5. I poleman sfruttano al meglio la vettura e conducono in solitaria per tutta l’ora di gara, conquistando la vittoria con 1 minuto e 48 secondi su Truglia – Giovannini a bordo di una Tuscan Speed Eight GT.

In terza posizione chiude la coppia Denti – Denti con la Porsche 911 3.0, mentre Gianni Giudici con la sua Ford Sierra C. è quarto staccato di 3 giri.

Delusione per la Alpine Renault V6T di Riccardo Messa, scattato dalla seconda casella ha condotto un’ottima gara fino a 8 giri dal termine, quando a causa di una doppia foratura al posteriore è costretto prima ad un pit stop forzato e subito dopo, nel giro di ripartenza, al ritiro alla Roggia.

I prossimi appuntamenti

ACI Racing Weekend tornerà in pista il 6 – 8 Maggio a Imola con la F4, la Formula Regional ed il TCR Italy.

Per quanto riguarda l’attività in pista a Monza, già da martedì sono previsti due giorni di test Kateyama riservati a vetture  LMP2, LMP3, GTE, GT3.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter