ALFA ROMEO: Il nuovo piano industriale prevede una vettura all’ anno!

Alfa Romeo ha presentato il piano industriale agli azionisti del marchio. Carlos Tavares e John Elkann assicurano una vettura all’ anno dal 2022. Il brand passerà solo nel 2026 a sole vetture elettriche mantenendo il DNA Alfa Romeo.

piano industriale alfa romeo

La gamma Alfa Romeo è oggi composta dalla sola Giulia e Stelvio ma il piano industriale presentato da STELLANTIS è ben chiaro. Carlos Tavares e John Elkann assicurano al futuro del biscione almeno un modello all’ anno. Il primo sarà proprio Alfa Romeo Tonale che non debutterà al Salone di Ginevra 2022 dove tutto il gruppo mancherà. Nel corso dell’ anno sarà presentato sotto forma di concept il KID, un modello più piccolo di crossover su base Alfa Romeo Tonale. Come di recente dichiarato da Tavares Alfa Romeo avrà come primo obbiettivo quello di continuare a produrre modelli di auto in grado di trasmettere emozioni. Il piano industriale di Alfa Romeo prevede altre due vetture rispettivamente nel 2024 e 2025. Anche se ancora non ufficializzate Tavares si è lasciato andare con alcune dichirazioni garantendo una futura Alfa Romeo Giulietta, vettura tanto amata dal pubblico alfista.

piano industriale alfa romeo

LEGGI ANCHE: Alfa Romeo Tonale! Primo sguardo al TUNNEL CENTRALE e LEVA del CAMBIO!

Alfa Romeo dovrà far i conti con l’ elettrificazione. Ad oggi nessuna vettura monta tecnologie ibride. Il CEO ha dichiarato che Alfa Romeo venderà solo vetture elettriche a partire dal 2026 ma continueranno a mantenere il DNA Alfa Romeo. Vetture in grado di trasmettere emozioni. Stellantis con Alfa Romeo adotterà un nuovo modello di buisness “built to order“. Un modello che prevede la realizzazione della vettura solo a seguito dell’ effettivo ordine del cliente. Ad oggi questo modello è già utilizzato ma con un fattore di scala del 38%. Imparato punta ad arrivare all’ 80% nel 2023, solo in questo modo Alfa Romeo potrà ridurre i costi ma soprattutto gli sprechi di stock a magazzino. L’ intervista di Imparato si conclude con parole molto forti “non voglio vedere più di 90 giorni una vettura in un parcheggio”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Salone di Ginevra 2022, tra conferme ed incertezze aumenta l’attesa