Formula 2

F2 | Round 3, Melbourne – Sprint Race: Domina Hadjar ma viene penalizzato, ritiro per Antonelli

Uscito indenne dalla carambola in partenza Isack Hadjar trionfa nella sprint race di F2 in Australia. Tuttavia, per una penalità di dieci secondi dovuta all’incidente, cede la vittoria a Stanek. Passo falso per Antonelli, primi punti per Martins e Bearman.

Isack Hadjar ha vinto incontrastato una caotica sprint race di F2 sul circuito di Melbourne in Australia. Ben due Safety Car causate da un incidente in partenza, in cui è coinvolto lo stesso Hadjar, e da un altro contatto nel corso della gara, il quale ha determinato la fine della gara di Andrea Kimi Antonelli. Per l’incidente da lui causato, i commissari gli hanno inflitto una penalità di dieci secondi. Il francese è così sceso al sesto posto e Stanek ha vinto la gara. Ecco quanto accaduto nella terza sprint dell’anno!

Immagine

Si spengono i semafori ed è subito una partenza disastrosa nelle posizioni di testa! Incidente rocambolesco innescato da Hadjar che coinvolge Bortoleto e Marti, i quali arrivano al contatto e sbattono sul muro in uscita dalla pit lane. Il francese cercava di farsi spazio e ha colpito la Campos dello spagnolo che cercava anche lui di infilarsi accanto al compagno di squadra, a sua volta entrando in contatto con l’Invicta del brasiliano.

Subito Safety Car con Hadjar in vetta davanti a Stanek, Aron, Maloney, Maini, Antonelli, Verschoor, O’Sullivan, Hauger, Colapinto, Miyata, Durksen, Martins, Bearman, Villagomez, Cordeel, Crawford, Correa, Barnard, Fittipaldi.

La gara riparte al settimo giro dei ventitré e mentre i primi tre vanno via lisci, Maloney commette un errore e finendo in ghiaia scivola al decimo posto. A centro gruppo Martins si è subito liberato di Durksen.

Proseguono le battaglie: entrambi i piloti MP, Hauger e Colapinto, sorpassano la ART di O’Sullivan che esce così fuori dalla zona punti; lotta interna invece alla Rodin con Miyata che prende il decimo posto di Maloney.

Hadjar vola via e mette tra sé e Stanek oltre quattro secondi. Alle spalle della Trident c’è un trenino che include Aron, Maini, Antonelli e Verschoor. L’estone si fa vedere su Stanek nell’ultima zona DRS, Maini prova ad inserirsi tra i due e sbuca improvvisamente Antonelli con una staccata incredibile. Stanek approccia la curva successiva prima di tutti davanti a Maini, Antonelli e Verschoor sono affiancati ed un leggero contatto tra i due è sufficiente a mandare entrambi in ghiaia mettendo fine alla loro gara. Safety Car di nuovo.


Leggi anche: F3 | Australia, Qualifiche – Prima fila tutta italiana a Melbourne! Tsolov graziato dai commissari


Quando la gara riparte al quindicesimo giro, la classifica è la seguente: Hadjar, Stanek, Maini, Hauger, Colapinto, O’Sullivan, Miyata, Martins, Bearman, Maloney, Durksen, Aron, Correa, Crawford, Barnard, Fittipaldi, Cordeel, Villagomez. Aron tenta la risalita ma frettolosamente commette un errore e deve rientrare ai box per sostituire l’ala anteriore. Errore anche per Durksen che finisce in testacoda.

Martins supera la ART del compagno di squadra e sale al settimo posto. Ci prova anche Bearman che però deve ritirare l’attacco in un primo momento, riuscendoci un paio di giri dopo.

Entriamo nel penultimo giro quando Hauger riesce a liberarsi di Maini e salire sul podio prendendosi il terzo posto.

Hadjar taglia il traguardo e trionfa davanti a Stanek di ben sette secondi! Terzo quindi il norvegese, poi Maini e Colapinto ai piedi del podio. Miyata completa insieme a Martins e Bearman la zona punti.

Immagine

Aggiornamento penalità: Oltre ad Hadjar, sceso al sesto posto, anche Bearman e Crawford hanno ricevuto delle penalità. Bearman perde così il punto conquistato consegnandolo a O’Sullivan. 

Credits foto: @Formula2 via X (Twitter)

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter