Formula 2

F2 | Spagna – Feature Race: vince Crawford ma Aron allunga, ancora male le due PREMA

Jak Crawford fa sua la Feature Race F2 in Spagna, davanti a Colapinto e ad un fantastico Correa su strategia diversa.

Crawford vince la Feature Race F2 in Spagna primeggiando su Colapinto e Correa. Male ancora le due PREMA, con Andrea Kimi Antonelli che chiude in P12 e Oliver Bearman in P14.

Crawford Feature Race F2 Spagna Barcellona Kimi Antonelli Oliver Ollie Bearman
Il vincitore Crawford immortalato nel parco chiuso dal nostro inviato in Spagna – Foto: F1inGenerale

Subito problemi per Antonelli e Stanek. Le loro vetture sono infatti rimaste ferme nella partenza del giro di formazione costringendoli a partire dalla pit lane. Al via del GP parte bene Paul Aron che mantiene la prima posizione davanti a Jak Crawford. In curva 1 si toccano però Hauger e Martins, che finiscono in ghiaia e causano l’uscita della Safety Car.

Ottime le partenze di Hadjar e Bearman, mentre Stanek si lamenta di perdite d’olio dalla vettura di Antonelli. La gara riparte al quarto giro con le posizioni che restano invariate. Si forma infatti un trenino DRS e l’azione è poca, anche se Bearman-Fittipaldi e Duerksen-Hadjar regalano delle belle lotte.

Intorno al decimo giro inizia la tornata dei pit stop per i piloti su gomma morbida. Il leader Aron rientra davanti a Crawford che ha però gomma calda e riesce a sopravanzarlo per la prima posizione virtuale.
Al giro 13 viene esposta la Virtual Safety Car per la vettura di Barnard che si ferma in prossimità dell’ingresso della Pit Lane, che viene chiusa dalla direzione gara.

Al giro 16 è colpo di scena per il leader della classifica Aron, che perde completamente il posteriore all’ultima curva e finisce in ghiaia. L’estone riesce a rientrare in pista ma perde tre posizioni, e finisce anche sotto investigazione per unsafe rejoin, poi conclusa con un nulla di fatto.


Leggi anche: F2 | Spagna, Sprint Race – Finalmente Martins, disastro Prema


Al giro 18 è di nuovo Virtual Safety Car di nuovo per un problema all’altra AIX, stavolta quella di Duerksen che stava conducendo un’ottima gara. Gara che riparte al giro 20 e subito ne approfittano Bortoleto per superare Colapinto e Aron per riprendersi la posizione su O’ Sullivan.

A 15 giri dal termine continuano a dare spettacolo Colapinto e Bortoleto, con l’argentino che ripassa il brasiliano. Al giro 27 Crawford raggiunge e passa Kimi Antonelli, che ancora deve effettuare il pit stop così come i primi 4 in classifica. Al giro 28 cominciano le soste per i piloti con gomma dura. Aron riesce invece a superare anche Bortoleto e si porta virtualmente in terza piazza.

Correa vola con la gomma rossa e passa senza problemi Maloney, Hadjar e anche Bortoleto, puntando poi Paul Aron. A tre giri dal termine Colapinto cerca di scappare da Correa, sono 4 i secondi che li separano.
Il penultimo giro vede la battaglia interna in casa Invicta, mentre Correa sembra aver mollato la pratica Colapinto. L’ultimo giro vede poi il contatto tra Maini e Bortoleto che riescono però a portare le vetture a casa.

Vince Crawford davanti a Colapinto, alle loro spalle un fantastico Correa che si riprende dalla delusione della Feature. Quarto Aron e quinto Hadjar, che allungano in classifica su un Maloney in difficoltà. Questi i risultati completi.

Foto: Formula 2

Foto di copertina: F1inGenerale

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.