Formula 2

F2 | Test Barcellona 2024, day-2 – Martì (quasi) da record nel secondo giorno di prove

Il secondo giorno degli in-season test 2024 di F2 a Barcellona ha mostrato le grandi potenzialità della nuova vettura realizzata da Dallara.

Il meteo è stato clemente con piloti e team nella seconda giornata di test 2024 di F2 a Barcellona. Infatti, i tempi ottenuti nella prima giornata, condizionata dalla pioggia, vengono polverizzati.

Ritomo Miyata (Rodin) è stato il più veloce della sessione pomeridiana della seconda giornata di test – Credits: Getty Images / FIA Formula 2

La fase più attiva della giornata è stata senza dubbio quella centrale della sessione mattutina. Ritomo Miyata (Rodin) parcheggia la sua vettura nell’ultimo settore, tra curva 10 e curva 11, e provoca la prima bandiera rossa di giornata. Il turno, però, riprende immediatamente e diversi piloti scendono in pista con gomme Soft per effettuare simulazioni qualifica.

A ravvivare la situazione ci pensano i due piloti della Campos. Isack Hadjar è infatti il primo pilota a scendere sotto il muro dell’1:24, precisamente in 1:23.881. Ancora meglio fa Pepe Martì, il quale abbassa di 2 decimi il crono del compagno di squadra, stampando il crono di 1:23.681. Rimarrà questo il riferimento fino al termine della giornata.

A separare i due alfieri del team spagnolo ci pensano Victor Martins e Dennis Hauger (MP), autori rispettivamente del secondo e del terzo tempo. Il francese della ART emerge anche come lo stacanovista di giornata, sfondando il muro delle 100 tornate, 104 per la precisione.

La sessione pomeridiana viene stoppata dopo soli 10 minuti, con Franco Colapinto (MP) che si ferma nel secondo settore e causa l’esposizione della seconda bandiera rossa. Il turno si anima solo nelle battute conclusive, quando i due alfieri della Rodin decidono di montare pneumatici a mescola Soft.


Leggi anche: F2 | Test Barcellona, Day-1 – Bortoleto al top, tanti giri per Antonelli


Ritomo Miyata piazza il miglior tempo in 1:24.878, staccando il compagno di squadra leader del campionato, Zane Maloney, di 2 decimi. Tra i due si inserisce Gabriel Bortoleto (Invicta), che fa meglio di pochi millesimi rispetto al pilota barbadiano. I tempi del pomeriggio rimangono però distanti di oltre un secondo rispetto a quelli del mattino.

Nel day-2 degli in-season test di Barcellona si è dunque avuto un assaggio delle potenzialità della Dallara F2 2024. Su un circuito pieno di zeppo di curve lunghe e veloci, le nuove vetture con fondo tridimensionale realizzate a Varano de’ Melegari hanno trovato pane per i loro denti.

Basti pensare che il tempo realizzato da Martì è inferiore di quasi tre decimi rispetto al miglior giro effettuato nei test 2023, quando Theo Pourchaire fermò il cronometro sull’1:23.943. Dunque, le nuove monoposto, al loro primo anno di vita, sono già capaci di scendere sotto i tempi della generazione precedente.

Ed è a disposizione un altro giorno di test in cui poter abbassare ulteriormente i riferimenti. L’1:23.546, con cui Oliver Bearman conquistò la pole position nel 2023, sembra davvero a portata di mano. Giovedì 25 aprile sono in programma le ultime 6 ore di prove di questa tre giorni.

F2 | Test Barcellona – Classifica giorno 2

F2 test Barcellona 2024
Credits: F1inGenerale

*Rookie

[Credits immagine di copertina: Getty Images / FIA Formula 2]


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter


 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.