Amarcord | Accadde oggi, 8 giugno 2003 – Rossi, Capirossi e Biaggi e l’indimenticabile tripletta italiana al Mugello

17 anni fa il Tricolore sventolava sul podio del circuito del Mugello. Valentino Rossi, Loris Capirossi e Max Biaggi regalavano una gara indimenticabile e una lotta serrata e adrenalinica ai numerosi appassionati accorsi a tifarli. Mugello 2003

Mugello 2003
Credits: derapate.allaguida.it

Valentino parte dalla pole e non ha nessuna intenzione di lasciarsi strappare la posizione guadagnata meritatamente durante le qualifiche. Dietro di lui Capirossi, Nakano e Biaggi sono pronti a scattare. Gibernau però ha beffato tutti alla partenza, portandosi in testa; Valentino nel frattempo ha perso un paio di posizioni ed è scivolato in quarta. Mugello 2003

Giro dopo giro gli italiani si fanno sempre più agguerriti e si difendono con gli artigli. Biaggi in testa non è intenzionato a lasciar passare il suo acerrimo nemico dal numero 46, mentre quest’ultimo lotta con Capirossi per accaparrarsi la seconda posizione, riuscendo infine nel suo intento.

Il Dottore punta dunque Max e lo supera all’altezza della curva San Donato. Nelle retrovie si è accesa la lotta tra la Ducati di Capirossi e la Honda firmata Pramac Pons di Biaggi. Tra bagarre e sportellate, sempre nel rispetto del regolamento, e continui scambi di posizione, è la moto di Borgo Panigale ad avere la meglio, complice un motore – oltre che un team- potentissimo.

L’ordine di arrivo vede quindi tre italiani nelle prime tre posizioni. Ma il podio della MotoGP non era il solo a cantare italiano: nella categoria 125 trionfa Lucio Cecchinello, mentre un giovane Andrea Dovizioso chiudeva 4°. Nella 250 il primo posto veniva firmato dal sammarinese Manuel Poggiali.

Seguici sul nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alle due ruote, per non perderti nessuna news della MotoGP e della SBK.

Amarcord | Accadde oggi, 2 giugno 2019 – Al Mugello Petrucci ottiene la sua prima vittoria in MotoGP

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.