Amarcord | Accade oggi, 29 marzo 2009: la Brawn GP sbaraglia la concorrenza a Melbourne.

Il 29 marzo, 11 anni fa, la Brawn GP esordiva in Formula 1: doppietta già nella prima gara a Melbourne, in Australia. Come è stato possibile ottenere questo risultato alla prima gara nel campionato mondiale di Formula 1? ripercorriamo la nascita e il primo successo della scuderia fondata da Ross Brawn.
Brawn GP 2009
www.quattroruote.it

La nascita della scuderia

Dicembre 2008, il Team Honda, che aveva già iniziato lo sviluppo della monoposto, per la stagione 2009, causa la crisi economica mondiale è costretto ad abbandonare la Formula 1: il team manager della scuderia, Ross Brawn, acquisisce il pacchetto al costo di 1 sterlina rinominandola con il suo nome: Brawn GP. 2009

Conferma i piloti, già sotto la sua guida nel Team Honda, Jenson Button e Rubens Barrichello; la monoposto sarà spinta dal propulsore Mercedes.

Regolamenti 2009

I regolamenti 2009 videro la scomparsa delle appendici aerodinamiche dalle monoposto; per ovviare alla conseguente perdita di carico aerodinamico, vennero rintrodotte le gomme slick (erano state sostituite dalle gomme scanalate a partire dalla stagione 1998).

Introduzione del KERS (recupero di energia cinetica) ovvero la possibilità di utilizzare per 6,8 secondi al giro un supplemento di potenza di 80 cavalli.

La Brawn GP porterà in pista il contestato diffusore, al limite del regolamento, che creava non pochi vantaggi aerodinamici.

La gara

La stagione 2009 inizia in Australia, il 29 marzo, a Melbourne (circuito presente nel calendario dal 1996). La Brawn GP conquista tutta la prima fila nelle qualifiche del sabato; Button scatta (dalla pole) senza problemi, Barrichello invece, si complica la giornata con una partenza poco felice e con un contatto alla prima curva.

Il brasiliano, forse innervosito, è autore di un’altra collisione nel tentativo di sorpassare la Ferrari di Raikkonen per la sesta posizione: la gomma posteriore destra del pilota finlandese viene a contatto con l’alettone anteriore (più largo rispetto alla stagione precedente come da regolamento) della Brawn GP.

Button domina, Vettel (Red Bull), secondo dopo la partenza, viene tenuto a debita distanza dal pilota inglese anche dopo l’entrata in pista della safety car (incidente di Nakajima al giro 17) e dopo il secondo pit stop; a 3 giri dalla fine Vettel e Kubica (BMW) in lotta per la seconda posizione arrivano al contatto: ritiro per entrambi i piloti.

Barrichello, risalito in quarta posizione, approfitta dell’incidente per conquistare il secondo gradino del podio, davanti a Jarno Trulli (inizialmente penalizzato, successivamente confermato 3° con squalifica Lewis Hamilton) e dietro al compagno di squadra che, in regime di safety car, taglia il traguardo in prima posizione.

Jenson Button conquista, nel tardo pomeriggio australiano, la sua seconda vittoria in carriera e la prima storica vittoria per la scuderia di Ross Brawn, alla sua prima partecipazione ad un Gran Premio di Formula 1.

Seguici su Instagram

Seguici su Telegram

F1 | Alla ricerca della Formula…spettacolo