Analisi Tecnica GP Australia: Mercedes copia Ferrari

Dopo i test di Barcellona, molti team hanno modificato l’auto con dettagli che faranno la differenza in questo primo GP stagionale in Australia. Aerodinamica GP Australia

In primis analizziamo la Mercedes che, partendo da favorita dopo la vittoria del mondiale l’anno passato, modifica l’ala anteriore adattandola in modo leggermente simile alla Ferrari. Questa modifica effettuata in tempi record non è chiaro se verrà utilizzata in gara o meno, perchè stravolge il concetto applicato inizialmente sulla vettura.Con tutta probabilità è una soluzione che necessita del tempo per essere collaudata.
Mercedes cerca quindi di replicare l’effetto outwash senza però estremizzare il concetto come Alfa Romeo.

 


Possiamo notare poi che la Williams ha adattato l’auto alle richieste giunte dalla FIA per irregolarità nelle sospensioni e negli specchietti. 

Vediamo poi come sulla Racing Point i badgeboard siano stati modificati, alla ricerca del massimo carico aerodinamico in una pista che ne richiede molto. E’ inoltre interessante analizzare le nuove appendici aerodinamiche portate dal team inglese sugli specchietti.

Infine gli ingegneri della Toro Rosso hanno deciso di provare per il Gran Premio alcuni flap diversi da quelli visti a Barcellona. Il nuovo, ha una configurazione leggermente più a cucchiaio.

 Aerodinamica GP Australia

Per concludere si puó dire che gli ingegneri Mercedes e Racing Point hanno lavorato molto dal punto di vista aerodinamico ma solo la pista ci potrà confermare se le scelte sono state corrette.

 

Aerodinamica GP Australia Aerodinamica GP Australia

Lascia un voto