Anteprima GP Cina – Williams Martini Racing

Dopo il deludente GP del Bahrain, la Williams si appresta ad affrontare l’ostico GP di Cina, circuito che presenta diverse insidie; il tracciato è sicuramente impegnativo e le condizioni climatiche spesso si sono rivelate di difficile interpretazione. GP Cina Williams

Lance Stroll davanti a Sergey Sirotkin GP Bahrain 2018 – Photo: Glenn Dunbar/Williams F1

Il team di Grove non sta attraversando un periodo facile, con due piloti estremamente giovani e bisognosi di esperienza, una FW41 dalle prestazioni insoddisfacenti non è di certo l’ideale.
Gli inglesi lotteranno comunque per conquistare il primo punto stagionale, obbiettivo minimo per una squadra del suo blasone; in una stagione che si prospetta però così complicata, ogni risultato positivo farà senza dubbio comodo.

Scopriamo quindi cosa hanno dichiarato il Direttore Tecnico Williams, Paddy Lowe e i due piloti, Stroll e Sirotkin:

Paddy Lowe: “Andiamo in Cina per la prima gara back-to-back della stagione. Il Circuito Internazionale di Shanghai ha un ottimo tracciato con alcune difficili curve veloci e un lungo rettilineo che è tradizionalmente un buon punto dove tentare i sorpassi. È una gara importante dato che la Cina è un nuovo entusiasmante mercato per la Formula Uno con un numero di fan in rapida crescita. Ci ha mostrato alcune gare emozionanti durante gli anni, soprattutto perchè il tempo può essere impegnativo da affrontare, cosa che tende a dare svolte importanti ai weekend di gara. Inoltre può esserci molto freddo in questo periodo dell’anno – una delle gare più fredde della stagione – quindi ricordate di portare sempre vestiti caldi in Cina!”

Lance Stroll: “Lo scorso anno il tempo non è stato buono e ricordo fosse un po’ nebbioso, bagnato e freddo all’inizio del weekend. A parte ciò, è un bel tracciato dove guidare dato che ha curve veloci e un bel ritmo. Lo scorso anno siamo stati piuttosto competitivi, ma è stato un peccato ciò che è accaduto in gara. Speriamo di avere tempo migliore quest`anno, un miglior risultato e sarà un weekend piacevole.” 

Sergey Sirotkin: “Quello cinese è un tracciato difficili con condizioni meteo difficili che possono influire sul consumo delle gomme e comportamento della macchina. Ha delle curve veloci molto belle ma anche diverse oppurtunità di sorpasso, e una dei punti di staccata più duri della stagione. So che non sarà facile ma auspicabilmente con un numero adeguato di giri e nessun problema, possiamo aumentare la nostra fiducia e avere un miglior risultato a Shanghai.”


mm

Fabio Pagliuca

Appassionato di Formula Uno e Motorsport fin da bambino, ossessionato dalle automobili.