Formula 1Interviste

F1 | SF24, in Bahrain emerge “un punto debole della filosofia di progettazione Ferrari”

Anthony Davidson ritiene che Ferrari non abbia ancora risolto completamente i problemi di bouncing sulla SF24 che hanno afflitto la monoposto della passata stagione

La Formula è tornata finalmente in pista nella giornata di oggi, con le prime otto ore di test che hanno già decretato (se mai ce ne fosse stato bisogno) la superiorità di Max Verstappen e della RB20. Discretamente bene però la Ferrari, con la SF24 che, a giudicare dai primi long run effettuati da Charles Leclerc e Carlos Sainz, sembrerebbe soffrire molto di meno il degrado gomme rispetto allo scorso anno. 

Ferrari bouncing SF24
Davidson crede che Ferrari soffra ancora di bouncing con la SF24 © Ferrari

Tuttavia, secondo Anthony Davidson, la scuderia di Maranello sembrerebbe non aver ancora risolto completamente i problemi di bouncing sulla SF24 che hanno afflitto la monoposto del 2023, seppur il fenomeno sia molto meno accentuato quest’anno.

“Rispetto alla Red Bull, la macchina rimbalza”, ha dichiarato il pilota di sviluppo Mercedes durante la diretta di F1 TV. “È una cosa che la Ferrari non è mai riuscita a eliminare completamente da una vettura”.

“Lo si vede, l’anteriore che si muove su e giù, le incongruenze nella variazione dell’altezza da terra che si ripresentano quando si superano i dossi della curva 1. Sembra che non abbiano ancora capito cosa fare”.

“Sembra che non abbiano ancora risolto questo problema, che a mio avviso è un po’ il punto debole della filosofia di progettazione della Ferrari”.


Leggi anche: F1 | Red Bull ancora avanti anni luce: Newey spiega il perchè della rivoluzione tecnica sulla RB20


Ciononostante, la SF24 è sembrata una monoposto ben bilanciata e molto meno nervosa rispetto a quella che si presentò dodici mesi, con Ferrari che ha il dovere di puntare come minimo ad essere seconda forza in Bahrain: “So che alla fine del campionato sono finiti dietro alla Mercedes, ma sono coloro che hanno vinto una gara esclusa Red Bull”, aggiunge Davidson.

“Credo che qui abbiano sempre avuto una macchina abbastanza decente. In qualifica la macchina sembra abbastanza buona da guidare, forse un po’ troppo dura con le gomme ancora in assetto da gara. Penso che tutti gli altri team debbano sbloccarsi rispetto alla scorsa stagione”.

 ”Penso che sia stata davvero una buona giornata per la squadra, perché abbiamo completato il programma come ci aspettavamo”, ha commentato Sainz a fine giornata.

”Abbiamo fatto anche alcuni long run e abbiamo iniziato a giocare un po’ con la macchina. Abbiamo coperto tutto quello che volevamo fare. È stato un buon primo giorno. Ora testa bassa e vediamo come possiamo essere sempre più veloci”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter