Audi A3 Sportback 2020 – Cambia tutto

La compatta premium tedesca sfida le cugine Golf e Leòn, oltre alle dirette concorrenti BMW Serie 1 e Mercedes Classe A, con l’arrivo della quarta generazione. La nuova Audi si aggiorna nell’estetica e si rivoluziona internamente, con una nuova gamma di motori che accolgono la tecnologia ibrida. Vediamo insieme cosa è cambiato.

Foto di Facebook
Foto di Facebook – Ecco la nuova Audi A3 Sportback

Design Esterno

La nuova Audi A3 Sportback torna sul mercato con uno stile più sportivo e moderno, con una netta evoluzione a livello di design delle superfici esterne. Si nota subito il frontale con la calandra a frame singolo, con una finitura a nido d’ape mutuata dalle sorelle più grandi. L’aggiunta delle nuove prese d’aria sul paraurti la rendono ancora più racing e i fari, più grandi e orizzontali, chiudono il cerchio di una linea più muscolosa.

Il parabrezza si assottiglia, rendendo la nuova Audi A3 Sportback più lunga e larga della versione precedente di 3 centimetri, donandole un look più massiccio. Anche gli specchietti retrovisori cambiano forma. Le spalle più ampie e i passaruota più bombati sono ancora più evidenti se la si guarda di profilo: le scanalature sulle portiere enfatizzano ancora di più il suo carattere sportivo. Le maniglie delle portiere hanno un nuovo disegno, e insieme al lungo alettone sul lunotto la rendono ancora più sportiva.

Foto di TGCom24
Foto di TGCom24 – Nuovo look più massiccio per la nuova Audi A3 Sportback

In termini di numeri, il Cx scende a 0.28, la capacità di carico rimane a 380 litri (fino a 1200 abbattendo i sedili posteriori) e il peso rimane sostanzialmente uguale. Il taglio posteriore vede una modifica nei fari, ora più larghi e sottili rispetto alla A3 Sportback di precedente generazione, e anche il disegno del paraurti è stato modificato. Ora integra anche le luci rifrangenti e un estrattore dal nuovo disegno, che nasconde gli scarichi.

E dimensioni misurano in totale 4,34 metri di lunghezza, 1,82 metri di larghezza e 1,45 metri di altezza.
Costruita sulla ormai conosciuta piattaforma MQB, la nuova Audi A3 Sportback si può avere anche con i cerchi da 16″ o 18″ di serie, mentre i 19″ sono optional a pagamento.

Design Interno

All’interno, la A3 Sportback ha subito un bel lifting, con una ricomposizione generale più squadrata della plancia, con finiture di ottima qualità. Le plastiche nella parte superiore dell’auto sono morbide e le donano un effetto molto premium, mentre sono più rigide quelle nella sezione inferiore, seppur sempre di ottima qualità.

Foto di MotorOne
Foto di MotorOne – Gli interni della A3 Sportback, con le nuove bocchette d’areazione squadrate e il sistema infotaiment

Cambiano forma anche le bocchette d’aerazione, che da tonde assumono una forma poligonale, molto in stile Lamborghini. Viene rivisto anche il tunnel centrale, dove ora è presente il selettore del cambio Shift By Drive e la rotellina per comandare il volume ora è a sfioramento.

Infotainment

Tanta tecnologia a bordo della nuova Audi A3 Sportback. Il sistema digitale di infotainment di nuova generazione touch da 10,1″ è incastonato nella plancia e ha un nuovo feedback acustico. Presente anche la connessione Apple CarPlay e Android Auto, insieme al sistema Audi Connect, i servizi Car-to-X e l’assistente vocale integrato Amazon Alexa. Di fronte al guidatore è montato l’ormai rodato quadro strumenti digitale, l’Audi virtual cockpit da 12,3″ di diagonale, insieme all’head-up display.

Come va su strada?

Il cambio automatico S-Tronic è preciso e puntuale, sia nella guida cittadina che in quella extraurbana. In caso si volesse avere più controllo sulla trasmissione, è sempre possibile utilizzare le palette al volante. Unica nota negativa, sono leggermente plasticose.

Foto di MotoriOnline
Foto di MotoriOnline – La A3 Sportback su strada è comoda, sicura e sportiva, proprio come ci si aspetta da una compatta premium

Le sospensioni sono tarate in modo ottimale, ideale per la guida in città, in mezzo agli incroci e alle code metropolitane, come nelle strade più veloci. Questo assetto permette di adottare una guida sportiva e ludica all’occorrenza, mantenendo alti gli standard di sicurezza tra le curve. Lo sterzo progressivo è la vera chiave per la doppia anima dell’auto. Rimane leggero in caso di traffico intenso, per evitare di fare manovra senza applicare sforzi, mentre alle alte velocità si fa più pesante e duro, per mantenere una traiettoria stabile.

 E le motorizzazioni?

Non è più presente il “vecchio” propulsore 1.6 TDI, sostituito dal 2.0 in varianti da 116, 150 e 190 CV con cambio automatico, ma arriva nella gamma il 1.5 TFSI da 150 CV, con sistema mild hybrid a 48 volt e cambio S-Tronic.

Foto di La Stampa
Foto di La Stampa – Il nuovo propulsore Audi, in un rendering durante la progettazione

Disponibile anche sul mercato il motore più piccolo a benzina-ibrido 1.0 TFSI da 110 CV, insieme alla variante a metano, ovvero il 1.5 G-tron (131 CV), il 2.0 TFSI da 310 CV (per la S3 con l’automatico S-Tronic), il 1.4 TFSI ibrido plug-in da 204 e 245 CV e infine il 2.0 TFSI da 190 CV con trazione AWD e cambio S Tronic.

I nuovi motori ibridi di Audi, come quelli disponibili nella gamma della nuova A3 Sportback, usufruiscono dell’alternatore-starter (RSG) da 12 CV e ulteriori 50 Nm di coppia, utili per lo sprint. I propulsori sono in grado di disattivare due cilindri su quattro, e quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore (a velocità comprese tra 40 e 160 km/h), permettono all’auto di avanzare per inerzia o di veleggiare a motore spento.

Prezzi e Versioni

La nuova Audi A3 Sportback my 2020 è disponibile sul mercato da giugno, ad un’offerta lancio di 27.950 euro, con la possibilità di scegliere tra quattro livelli di personalizzazione. La versione base della Sportback comprende i proiettori anteriori a LED, il sistema Pre Sense Warning, il Lane Departure Warning, i cerchi di lega da 16″, gli specchietti retrovisori riscaldabili, il quadro strumentazione digitale da 10,25 pollici e il cruise control.

Foto del Corriere Dello Sport
Foto del Corriere Dello Sport – La nuova Audi A3 Sportback, nell’allestimento top di gamma

Non male per una versione base. A salire, di pari passo con il prezzo, le versioni Businnes, Businnes Advanced e S-Line, per arrivare alla versione sportiva full optional da 34.850€. Se si vuole portare a casa l’ibrido si sborsano almeno 5000€ in più.

Come da tradizione tedesca, la lista degli optional è molto ricca. L’Audi A3 offre a pagamento il climatizzatore automatico a 3 zone, del valore di 360€, l’impianto audio Bang&Olufsen da 950€, le grafiche personalizzate nel cruscotto digitale (290€), i rivestimenti in pelle, i fari a matrice di led e le vernici metallizzate, perlate o brillanti, che possono arrivare a costare 2.850 euro.

Seguici anche su Instagram

Hyundai i30 – È il momento del restyling

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono CEO e Content Creator del progetto PassionEndotermica e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale.