Automotive | Tutte le Aston Martin di James Bond

In occasione del ritorno dell’Aston Martin in F1, andiamo a vedere tutte le auto del marchio rese celebri da James Bond nei film di 007.

Chi pensa ad Aston Martin non può che legare il nome ad uno dei personaggi del cinema più famosi: James Bond. E’ sicuramente il marchio che più identifica James Bond sebbene nei film compaiano diverse vetture. La vettura più iconica e tornata in auge nel film Skyfall del 2012 è sicuramente la DB5 entrata in scena per la prima volta nel film Goldfinger con Sean Connery nel 1964. 280 cavalli con un motore 6 cilindri 4 litri e accessori fuoriserie, sapientemente progettati da Q, tra cui il sedile passeggero eiettabile.

Un’altra vettura della casa inglese è la DBS che in alcune forme ricorda l’Alfa Romeo GTV. Verrà usata solo nel film A servizio segreto di sua maestà con George Lazenby.

In ordine cronologico la terza Aston Martin è la V8 Vantage Volante del 1986, comparsa con Timothy Dalton in Zona pericolo. Una vettura che anticipa le forme delle Aston Martin usate da Pierce Brosnan e Daniel Craig negli anni duemila. Motore V8 da 5,3 litri in grado di erogare una potenza di oltre 400 cavalli (430 nell’ultima versione).

La Aston Martin Vanquish fa il suo esordio nel 2002 con Pierce Brosnan nel film La morte può attendere. La Vanquish è stata per anni il punto di riferimento in termini di stile e prestazioni: il motore 12 cilindri 6 litri garantiva una potenza di 520 cavalli e una coppia di 577 Nm per una velocità massima di oltre 320 km/h.

La DBS V12 richiama subito a Daniel Craig, l’ultimo James Bond in ordine cronologico. Una vettura in grado di fare un ulteriore passo avanti non solo in termini di prestazioni. La progettazione della Aston Martin DBS V12, infatti, ha visto l’utilizzo di materiali con convenzionali come la fibra di carbonio. Il risultato?  517 cavalli e una coppia di 570 Nm con picco di velocità di 307 km/h.

L’erede della DBS V12 è la DB10, una vettura progettata per Spectre del 2014. Solo 10 vetture, di cui 8 per il film mentre le due da esposizione sono andate in vendita all’asta. Motore più piccolo, un V8 da 436 cavalli e con un interasse simile a quello della One-77.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Automotive | Murray intitola la T.50s a Niki Lauda