Blancpain GT | 3 ore di Monza: trionfa la Porsche 54 con Rizzoli!

La 3H di Monza del Blancpain vede vincere la Porsche 911 numero 54, rincorsa da un’ottima Lamborghini e dalla Mercedes del team Black Falcon. Non sono mancati i colpi di scena, specialmente a causa della pioggia che ha reso la pista insidiosa e la gara più imprevedibile di quanto ci si aspettasse.

Foto: Alessandro Comi per F1ingenerale

Partenza sotto l’acqua del Blancpain a Monza

La 3 ore di Monza del Blancpain GT Endurance Series si apre sotto safety car a causa della pista bagnata. La Lamborghini di Mirko Bortolotti mantiene la testa, seguita da Bastian su Mercedes e Riberas su Audi. Dopo i primi giri la pista inizia ad asciugarsi e Bortolotti guadagna del margine sugli inseguitori,;ma le condizioni restano insidiose.

Tante sono infatti le uscite di pista, gli incidenti e gli insabbiamenti: a 2 ore e 33 minuti dal termine viene esposto il regime di full course yellow,;che prosegue mentre l’asfalto continua a drenare e la pioggia diminuisce, senza però fermarsi. Bortolotti si ferma per cambiare la posteriore sinistra a causa di una foratura e poco dopo la direzione di gara introduce la safety car.

La Lamborghini dell’italiano, finita seconda,;recupera la prima piazza poco dopo il rientro della vettura di sicurezza,;approfittando di un’incertezza della Mercedes numero 90 alla fine di un altro breve regime di full course yellow. Intanto dà spettacolo la Lamborghini numero 563 di Lind,;che dopo aver perso posizioni al primo giro per un fuoripista recupera fino in zona podio.

Foto: Alessandro Comi per F1ingenerale

Iniziano le soste

Esce il sole e incominciano i pit stop. Paura per Bortolotti che sfiora la collisione con un’altra vettura in corsia box. Sulla numero 63 sale Ineichen per il secondo stint, rientrando in sesta posizione. Un lungo alla prima variante, però, relega la 63 in undicesima posizione, fino all’assestamento in quindicesima piazza. In testa sale quindi la Aston Martin #76 di R-Motorsport con Jake Dennis,;con 5 secondi di vantaggio sulla Mercedes #88 di Marciello. Molina con la Ferrari SMP risale fino in 8° posizione,;mentre la Lamborghini 563 di Caldarelli si trova in dodicesima piazza.

A metà gara Marciello si porta in testa e la Porsche #98 sale in seconda posizione. Risale la china anche Caldarelli e nella mezz’ora successiva si continua ad alternare tra FCY e safety car mentre Marciello si allontana dal comando. Dopo una serie di scambi di posizione e il secondo giro di sosta si porta in testa Haase su Audi. Dopo un ennesimo regime di safety car, la classifica a 40 minuti dal termine vede Haase sempre al comando, seguito dalla Porsche #54 e dalla Lamborghini #563. La Mercedes #88 di Meadows si porta in quinta piazza, mentre Romain Dumas con la Porsche #98 retrocede durante i corpo a corpo.

La classifica finale

La Lamborghini #63 si ritira nel finale per problemi elettrici, mentre anche Dumas scende fino al ventunesimo posto. Mapelli guadagna la seconda piazza ai danni della Mercedes di Engel, mentre il comando resta in mano a Bachler su Porsche.

La classifica finale vede dunque la Porsche 911 di Bachler, Rizzoli e Ashkanani sul primo gradino del podio, seguita dalla Lamborghini 563 portata al traguardo da Mapelli e da Engel su Mercedes. Di seguito la classifica della top 10 assoluta della tre ore di Monza.

Foto: Blancpain GT series.

Il Blancpain torna il 5 maggio a Brands Hatch per la prima tappa del campionato sprint.

 

Blancpain GT | Qualifiche 3 ore di Monza: straordinaria pole per Bortolotti e la Lamborghini 63 sotto al diluvio!

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.