BMW M elettrica a quattro motori: si può fare!

Una BMW M elettrica a trazione integrale con quattro motori: è questo l’ambizioso progetto del dipartimento M GmbH a 50 anni dalla sua fondazione.

BMW M elettrificata

Creare una BMW M elettrica fino a qualche anno fa poteva sembrare impossibile. E sembrava doppiamente impossibile poter immaginare una BMW M elettrica con trazione integrale. Invece, a 50 anni dalla sua creazione, il settore M GmbH si lancia nella sfida di realizzare un’auto sportiva elettrica che dia gli stessi feeling di una vettura con motore a combustione interna.

 

BMW M elettrificata a trazione integrale grazie al sistema M xDrive

In foto, Franciscus van Meel, CEO di BMW M GmbH

L’ambizione di BMW M passa attraverso lo sviluppo di una trazione integrale con quattro motori elettrici, uno per ciascuna ruota. Questa disposizione permetterà di gestire in maniera oculata la coppia erogata dalla macchina, grazie al sistema M xDrive sviluppato da BMW. Come spiega la casa di Monaco, i quattro motori sono collegati ad un’unità centrale altamente specializzata che monitora le condizioni di guida e i “desideri” del guidatore. Ci saranno diversi parametri che influenzeranno la trasmissione di potenza sulle ruote. Su tutti: posizione dell’acceleratore, angolo di sterzata, accelerazione laterale e la velocità delle ruote. Inoltre, il sistema permetterà di ricavare il massimo di energia dalle frenate. Il tutto sarà gestito da una frizione multidisco e da differenziali in grado di trasmettere istantaneamente i segnali ricevuti.

 


Leggi anche: Concept Mini Aceman: ecco il futuro della casa britannica!


Elettrificazione già in cantiere

Il progetto che si sviluppa attorno a questa nuova vettura ha già delle basi. Infatti, nel dipartimento M sono già state sviluppate una coupé e un suv, rispettivamente la BMW i4 M50 e la BMW iX M60, che possono essere delle ottime rampe di lancio per l’evoluzione futura delle sportive elettrificate. Certo è che, nella corsa verso l’elettrico, BMW non vuole farsi trovare impreparata, nemmeno nel campo delle auto sportive.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

(Fonte immagini: BMW)

Giulio Braga

Studio Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano, dopo aver fatto il liceo classico. Il motivo di questa scelta? La mia innata passione per le 4 ruote e per le corse.