Bwoahgelle | Le pagelle scorrette del GP del Belgio

Anche questo in questo weekend non poteva mancare l’appuntamento fisso con le Bwoahgelle del GP del Belgio, le pagelle scorrette del GP appena trascorso!. La pista di Spa Francorchamps dagli addetti ai lavori e dai tifosi soprannominata “l’università della F1” ha vissuto una corsa “stranamente” noiosa e poco attraente,così noi di F1inGenerale per migliorare la situazione proveremo a paragonare i piloti scesi in pista con studenti universitari!

Renault GP Belgio

Carlos Sainz: L’esperto del salto dell’appello. Bwoahgelle GP Belgio

Come il miglior studente insicuro si prepara per l’esame nel modo migliore possibile ma poi per un motivo o per un altro decide di non presentarsi. Infatti nonostante lo studio matto che lo avrebbe fatto partire da un’ottima settima posizione decide non presentarsi. Peccato perchè il compagno di squadra (Lando) che non si era preparato allo stesso modo (P10 in qualifica) ha ottenuto comunque un ottimo risultato… ma sopratutto ha portato punti importanti che in questo momento per le squadre di centro gruppo valgono più dei CFU per uno studente fuoricorso. LO DO AL PROSSIMO APPELLO!. Bwoahgelle GP Belgio

Lance Stroll e Sergio Perez: Poteva andare meglio.

Studiano, si preparano, hanno tutto il necessario per fare bene ma fanno tardi, non suona la sveglia, il professore è arrabbiato e tutto rema contro di loro. Quello che potevano fare lo provano ma questo non sembra proprio il loro weekend. Tutti i loro colleghi fanno bene ma loro sono costretti sebbene tutto ad accettare un misero 18. Il minimo sindacale insomma… ah stavo per dimenticare, si beccano anche la reprimenda del professore che li imbruttisce perchè fanno sempre qualcosa di sbagliato. 17 E TANTA SIMPATIA.

Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon: i fortunati ma non troppo.

Due bravi studenti che fanno un ottimo lavoro di preparazione all’esame: P4 e P6. Lo sforzo li ripaga, infatti anche in gara il risultato è davvero eccellente quarto e quinto… posizioni che mancavano alla scuderia da tanto, troppo tempo. Non contento Ricciardo si permette anche la smargiassata del giro veloce anch’esso lontanissimo ricordo per la scuderia francese. Sono nel posto giusto al momento giusto… o quasi, infatti con un po’ più di fortuna Daniel poteva facilmente arrivare sul podio e far tatuare il buon Cyril. Vabbè, prendono 30 eh mica bruscolini… per un nulla sfiorano la lode. HOOLIGAN! (occhio! intendo il personaggio non i tifosi).

Raikkonen GP Belgio

Kimi Raikkonenn: Il fuoricorso.

C’è in ogni università il magico quarantenne che ancora non si è laureato. Lui lo fa per hobby, anzi per passione. Non cerca i CFU (o punti che dir si voglia) come i giovani, lui ne ha già tanti… ma quando decide di scendere in cattedra per quell’esame annuale dato per tradizione fa scuola a tutti i suoi colleghi. Immortale e sebbene gli acciacchi di un corpo non più giovane e dei mezzi che di certo non l’aiutano si riconferma il vero principe di SPA. Punto per l’Alfa che nessuno mai avrebbe immaginato. HIGLANDER!

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Belgio – Sintesi gara: Hamilton domina, poi Bottas e Verstappen. Ferrari fuori dai punti

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.