Bwoahgelle | Le pagelle scorrette del GP di Germania

Appuntamento fisso con le Bwoahgelle le pagelle scorrette del GP di Germania. Nell’appuntamento appena trascorso al Nürburgring la F1 ha visto Lewis Hamilton eguagliare il record di vittorie di Michael Schumacher, quota 91 per il tedesco e per l’inglese. Ma non solo Lewis ha animato la gara, infatti anche le prestazioni degli altri piloti hanno tenuto vivo l’interesse del pubblico. Proviamo dunque a paragonare le imprese in terra tedesca dei piloti a storie di personaggi famosi.

Un ringraziamento a “Le cordiali gufate di Gianfranco Mazzoni”

Lewis Hamilton: Neil Armstrong.

Nessuno fino ad oggi credeva che i record dei Kaiser potessero mai essere eguagliati (e sicuramenti sconfitti). Il Re Nero dopo aver disintegrato il record di Pole anni fa, si appresta a battere quello di vittorie. Come un moderno Neil Armstrong impegnato nelle lotte sociali, Lewis sta riuscendo in una impresa che sembrava impossibile e che invece è stata compiuta. La storia è fatta di numeri ed è un continuo rinnovarsi, così la F1 ha visto i suoi record cadere sotto il talento e la letalità di Lewis e della Mercedes … in un mondo che fatica ad andare avanti il duo anglo-tedesco riesce ad andare oltre, il Das, il filotto di pole e i record di Schumacher sono solo la ricompensa per un team che ha pensato fuori dagli schemi e che ha mostrato a tutti le potenzialità dell’uomo e della macchina. VERSO L’INFINITO ED OLTRE. Bwoahgelle

Valtteri Bottas: Enrico Ruggeri.

Oltre che per la brillante carriera da cantautore e da artista, la figura di Ruggeri è indissolubilmente legata al programma televisivo andato in onda per diversi anni sulle reti Mediaset: Mistero. Un fatto paranormale o se preferite un vero e proprio mistero sono le performance di Valtteri. Il finlandese dopo aver battuto il compagno di squadra in qualifica ed esser riuscito a tenerlo dietro dopo il primo giro d’improvviso spiattella le gomme e si fa passare. Non contento la sua gara subisce un colpo di arresto subito dopo il pit, nel momento atavico della sua gara… “losing power”… Che le prestazioni di Bottas fossero altalenanti e spesso non a livello si sapeva (più o meno) ma la fortuna beffarda che colpisce il povero finlandese rimarrà ora e sempre un vero mistero. PROSSIMO ROUND VIAGGIO A LOURDES. Bwoahgelle

Meme Bwoahgelle

Sebastian Vettel: Americani nello spazio. Bwoahgelle

In molti conoscono la storia della guerra fredda e della sfida da parte delle due super potenze Usa e Urss per raggiungere per prime lo spazio. C’è tuttavia un aneddoto che rappresenta a pieno la situazione.di Seb: gli americani durante le diverse ricerche spesero milioni di dollari.per trovare un metodo per appuntarsi le cose nello spazio (dato che la penna a gravità 0 era inutilizzabile)… la Russia usò le matite. Come gli americani il tedesco vestito di rosso cerca in tutti i modi di fare meglio del proprio compagno di squadra con sorpassi mozzafiato e guida spericolata… che però hanno portato al tedesco solo una undicesima posizione. Certo il testacoda non avrà aiutato ma è stato un colpo autoinflitto così come tanti soldi buttati in una ricerca inutile. Il diretto rivale invece con una gara per certi versi anonima ma con una solida qualifica e un discreto passo gara riesce a portare a casa altri punti importanti. UN PICCOLO PASSO PER L’UOMO UN GRANDE PASSO INDIETRO PER IL PILOTA.

Lando Norris: Valentino Rossi.

Come il suo idolo d’infanzia anche Lando questo weekend è costretto a stendersi… certo il problema questa volta non è dipeso da lui, ma il britannico come il suo idolo italiano ha visto la propria gara finire anzitempo. Anche Lando non sta attraversando un periodo facile, dopo l’ottimo quarto posto ottenuto in Italia c’è stato un solo piazzamento a punti in tre gare. Ma siamo tutti sicuri che come il Dottore ha ancora molto da regalare ai suoi tifosi e.a questo sport, nel frattempo però oltre a emulare le gesta di Valentino si concede anche qualche similitudine con Alonso… L’ESTATE NON È FINITA.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 Team Radio | Grosjean: “La ghiaia ha colpito il mio dito, spero non sia rotto”

 

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.