Bwoahgelle | Le pagelle scorrette del GP di Silverstone

Ci avviciniamo al giro di boa della stagione, e il GP di Silverstone non delude le aspettative: tanta azione e tanto spettacolo, commentati con altrettanta ironia nelle nostre Bwoahgelle. L’Inghilterra è riconosciuta come la patria della migliore musica moderna: Aurora e Paolo, quindi, vi raccontano come i piloti hanno suonato (o se le sono suonate) in pista.

Kimi Raikkonen: Bee Gees

Aurora: Semplicemente intramontabile. Come il trio britannico, è amato da tutti e anche chi fa finta di esservi indifferente finisce per canticchiare. Professionista della sopravvivenza, in pista e dopo le sue proverbiali sbronze. La TV non sembra dargli più molto spazio, ma le sue hit migliori vanno ancora forte fra gli appassionati.

Paolo: Un po’ come i Toto con la magica “Africa”, intramontabile e instancabile. Non lo ferma niente e nessuno, non l’ha fermato il caldo dell’Austria, figuriamoci il freddo inglese. Perfetto in ogni stagione Kimi, sta facendo di tutto per dimostrare che a 40 anni si è ancora vivi.

Canzone consigliata: Stayin’ Alive.

Bwoahgelle GP Silverstone

Lando Norris e Carlos Sainz: The Last Shadow Puppets

Aurora: Lo so, qui stiamo entrando in territori oscuri. La band in questione è composta da uno che a vent’anni già faceva prodezze in sala di registrazione (Alex Turner – vedasi Arctic Monkeys) e dal suo più navigato ma meno popolare migliore amico Miles Kane. Questa dinamica vi ricorda qualcosa? Beh, sappiate che, insieme, Turner e Kane raggiungono picchi di imbecillità ma assoluta genialità nel mestiere eguagliati solo dai due talenti McLaren. Ancora troppo sottovalutati, sono sicuramente il miglior duo in circolazione.

Paolo: La coppia che scoppia! (speriamo di no per il campionato costruttori). I due giovani formano l’alchimia perfetta che sta facendo rinascere la vecchia signora. Sostituiscono in pieno il duo Max/Ricciardo che nella scorsa stagione animava fuori dalla pista la monotonia delle gare. Come i moderni Stanlio e Ollio lo spagnolo e il giovane inglese son pronti a farci divertire dentro e fuori dalle monoposto. Fino ad ora ci son riusciti in pieno!

Canzone consigliata, con annesso video (capirete perché): Miracle Aligner.

Mercedes: Rolling Stones Bwoahgelle GP Silverstone

Aurora: In vetta alle classifiche da cinquant’anni, più o meno la stessa durata che percepisce il Ferrarista medio quando pensa al dominio Mercedes. Le nuove promesse possono provarci, ma quando scendono in pista loro il sold out è assicurato. E non importa che tu abbia un sound, o un treno gomme, più fresco. Ci sarà sempre Lewis Hamilton/Mick Jagger a tirar fuori la magia che non ti aspettavi dalle sue gomme distrutte o dalla sua chitarra scordata.

Paolo: Più immortale di loro c’è solo Christopher Lambert. Non si stancano di vincere e di dominare. Son così superiori che nemmeno ci si ricorda di loro, ormai pezzi di storia più che pezzi di un presente sempre più giovane… però quando c’è da salire in cattedra loro son pronti, e con il loro Mick Hamilton insegnano a tutto il paddock come si corre.

Canzone consigliata ai Ferraristi: (I Can’t Get No) Satisfaction

Charles Leclerc e Max Verstappen: Oasis vs Blur

Aurora: La loro è una rivalità che ha segnato una generazione. Quella di Leclerc e Verstappen ne segnerà un’altra. Si assomigliano più di quanto pensano, ma solo gli appassionati con la mentalità più aperta riescono a non esprimere una preferenza fra questi due mostri sacri. Una cosa è certa: anche i loro screzi dentro e fuori dalla pista contribuiranno a consacrarne il successo, come successo ai loro corrispettivi nel mondo della musica.

Paolo: La nuova rivalità del secolo è senza dubbio l’unica cosa che tiene svegli gli appassionati di F1 e li lascia ben sperare. Dalle lotte spesso c’è una rinascita, speriamo che dallo scontro di questi due giganti nascano ricordi stupendi e futuri luminosi.

Canzone consigliata: Morning Glory + My Terracotta Heart

Rich Energy Haas: The Smiths Bwoahgelle GP Silverstone

Aurora: Tutto il buono che c’era (e non era poco) è stato rovinato da un frontman completamente impazzito. Sono assolutamente certa che sotto la barba di William Storey si nasconda Morrissey. Sia Smiths che Haas ci hanno regalato momenti meravigliosi e tanta commozione. Adesso sembrano un disco rotto.

Paolo: La storia strappa lacrime del Weekend è gentilmente offerta dagli americani e dal CEO più strampalato del Circus. Come anche Aurora dice, tutto il buono che c’era è andato in malora e ora non resta che piangere come teenager in piena crisi ormonale. Ci sarà pace o sarà l’epilogo di una breve ma intensa storia d’amore?

Canzone consigliata: I Know It’s Over

Audience F1 | Gli ascolti del GP di Silverstone – SKY a sorpresa in calo, ma che numeri per TV8!


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo Formula 1, Formula E e WEC sul blog Instagram @theracingchick.