Formula 1Interviste

F1 | Ferrari promossa nei test in Bahrain: il bilancio finale di Leclerc e Sainz

Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno tratto le prime conclusioni al termine della tre giorni di test in Bahrain, con una SF24 che ha dato ottimi segnali soprattutto sul fronte degrado gomme

Cosa si può dire sulla Ferrari 2024 al termine della tre giorni di test in Bahrain? Sebbene sia ancora presto per giudicare, è già possibile fare un bilancio di quanto visto in pista in queste 72 ore, anche se la prova del nove si avrà solamente tra una settimana. Sia Charles Leclerc che Carlos Sainz si son detti fiduciosi sul potenziale della SF24, che è sembrata a proprio agio nel circuito di Sakhir, e che ha evidenziato importanti miglioramenti sul fronte degrado gomme. 

Leclerc Sainz test Bahrain
Ferrari promossa nei test in Bahrain: il commento finale di Leclerc e Sainz © XBP Images

Ferrari supera i test

Sono stati tre giorni positivi, li abbiamo chiusi completando una volta ancora un buon numero di giri e provando diverse cose, il che è senz’altro positivo”, commenta Charles Leclerc al termine della giornata, dopo essere stato impegnato nelle ultime 4 ore del pre season.

La vettura reagisce esattamente come vogliamo ma è difficile giudicare il nostro livello di competitività per il momento. Le sensazioni di certo sono migliori di un anno fa: ora non resta che concentrarci sul Gran Premio, non vedo l’ora di tornare in macchina la settimana prossima“.

Per quanto riguarda il suo compagno di squadra, che si appresta a cominciare l’ultima stagione in rosso, Sainz ha dichiarato:Sono orgoglioso del lavoro fatto dal team per averci messo in condizione di avere dei test così produttivi”.

“Abbiamo massimizzato il tempo a disposizione per prepararci al meglio al Gran Premio della settimana prossima. Nel complesso è stata un’altra giornata positiva”.


Leggi anche: F1 | Test Bahrain 2024, Day 3: la classifica dell’ultima giornata


”La bandiera rossa iniziale ha disturbato un po’ il programma, ma nonostante quella mi sono goduto ogni giro in abitacolo. Abbiamo provato diverse configurazioni per raccogliere quanti più dati possibile. Tutto sommato, la vettura sembra essere abbastanza a posto“.

Sia il madrileno che soprattutto il monegasco si sono resi protagonisti di due ottime simulazioni gara tra ieri e oggi, sebbene pensare di impensierire Max Verstappen per la vittoria, al momento, risulti ancora alquanto utopistico.

Bene anche la performance sul giro secco, con Sainz che si porta a casa il tempo più veloce della classifica combinata, a soli due decimi dal tempo pole della scorsa stagione. A questo punto, Ferrari ha come obiettivo concreto quello di puntare al podio, con la speranza di ottenere anche un qualcosa in più, considerando le difficoltà incontrate da Sergio Perez.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter