Formula 1Interviste

F1 | Leclerc timido al via su Verstappen: il monegasco accusato di arrendevolezza

Charles Leclerc è stato accusato di esser stato troppo arrendevole nell’attaccare Max Verstappen al via del GP di Abu Dhabi, con il monegasco che ha preferito non affondare la staccata in ben due occasioni.

Rivedendo la partenza del GP di Abu Dhabi, nel paddock è sorta una domanda: perché Charles Leclerc non ha affondato la staccata in maniera più decisa in curva 1 e in curva 3 nei confronti di Max Verstappen? Ramon Drost, data engineer di Alpine, ritiene infatto che il monegasco avrebbe dovuto essere molto più deciso nello sferrare un attacco all’olandese, sebbene passare un pilota estremamente in difesa come Verstappen non sia impresa facile.

Leclerc Verstappen GP Abu Dhabi
Leclerc troppo arrendevole su Verstappen al via del GP di Abu Dhabi? © F1

 

Leclerc troppo arrendevole su Verstappen al via?

“Credo che Leclerc abbia frenato troppo presto, soprattutto alla curva 1”, ha affermato Drost parlando della timido approccio adottato dal monegasco nei confronti di Max Verstappen al via del GP di Abu Dhabi.

“Ha commesso lo stesso tipo di errore più avanti. È più che altro un modo per far vedere che ci sei, perché se non lo fai, Max ci proverà. È in grado di reggere il confronto”

”Questo è ovviamente ciò che si deve dimostrare per ottenere la prima posizione. Ho avuto la sensazione che Leclerc abbia reagito in maniera un po’ troppo arrendevole, e questo gli ha fatto perdere la testa della corsa”.

Nel post gara, è stato lo stesso Charles a spiegare il perchè del mancato affondo in curva 1 e curva 3: “Ovviamente volevo cercare di ottenere il primo posto, ma sappiamo anche che in gara ci manca un po’ di ritmo rispetto a loro”.


Leggi anche: F1 | Verstappen: 1000 giri al comando ad Abu Dhabi, ma era già tutto pianificato a tavolino


“Quindi, anche se avessi passato Max in quel punto, sarei stato probabilmente superato di nuovo tre o quattro giri dopo. Alla fine, il mio unico obiettivo era quello di battere le Mercedes. Non volevo consumare troppo le gomme e nemmeno perdere tempo con Max. Ma sì, è stato divertente”.

La decisione presa dal ferrarista si è rivelata alla fine corretta, con Leclerc che ha gestito la seconda posizione in maniera impeccabile per l’intera distanza di gara, consapevole che Verstappen avrebbe avuto comunque più ritmo una volta montate le gomme hard.

F1 | Lo sfasciacarrozze 2023: chi ha provocato più danni nell’arco della stagione?

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter