Formula 1Interviste

F1 | Leclerc, il motivo dietro al pessimo risultato nelle qualifiche in Australia

Charles Leclerc si è detto deluso per il quinto posto ottenuto nelle qualifiche in Australia, con il compagno di squadra che scatterà invece in prima fila domani

Nonostante molti lo dessero favorito per la pole position, Charles Leclerc ha concluso le qualifiche in Australia solamente al quinto posto, chiudendo anche alle spalle di Sergio Perez e un ottimo Lando Norris. Il monegasco ha commesso un paio d’errori di troppo all’ultimo tentativo nel Q3, abortendo il giro e rientrando ai box. Charles scatterà quindi in terza fila domani, mentre il compagno di squadra cercherà di insidiare sin da subito Max Verstappen, autore di una pole strepitosa sul finale.

Leclerc qualifiche Australia
Solo un quinto tempo per Leclerc nelle qualifiche in Australia © Ferrari

Leclerc beffato sul finale

“Abbiamo forse sottovalutato la forza della Red Bull in qualifica e in FP3, quindi sarebbe stata difficile la pole, ma io non ho massimizzato la macchina, quello è chiaro”, ha esordito Charles a Sky Sport. ”Non ho fatto un buon lavoro in FP3 e ho perso il feeling con la macchina. Sono riuscito comunque a fare il giro. Avevo fiducia sul fatto che in qualifica quel feeling sarebbe tornato, invece l’ho perso ulteriormente”.

Leclerc aveva messo in mostra un ottimo passo in tutte e tre le sessioni di prove libere, e ci si attendeva almeno una prima fila da lui in qualifica. A piazzare la rossa al fianco del solito Verstappen è stato però un eroico Carlos Sainz, il quale, seppur ancora lontano dalla miglior condizione fisica, ha comunque messo in mostra una performance maiuscola.

Parlando invece dei motivi che lo hanno portato a perdere il feeling con la SF24 tra ieri e oggi, Leclerc ha spiegato: ”Ieri l’anteriore era molto buono, stamattina lo abbiamo perso un po’ e in qualifica tantissimo. Nell’ultimo run sono andato molto aggressivo con il flap anteriore, ma probabilmente siamo andati nella direzione sbagliata”.

”Volevo provare, ma guardando indietro avrei forse dovuto accontentarmi del terzo posto e stare davanti. Volevo provare qualcosa ma sono stato troppo aggressivo”.


Leggi anche: F1 | GP Australia, RISULTATI Qualifiche: Verstappen disumano, ma Ferrari c’è


Il monegasco avrà però modo di riscattarsi in gara, con la simulazione gara del Venerdì che lascia ben sperare in una rimonta. Obiettivo dichiarato è il podio, mentre per la vittoria ci sarà ancora da fare i conti con una RB20 troppo forte, perlomeno nelle mani del fuoriclasse olandese.

“Ci sono quattro zone DRS, quindi per domani tutto è possibile. Il passo gara non è male, quindi il podio è sempre l’obiettivo. Realisticamente, la vittoria è difficile, anche partendo secondi come farà Carlos. Penso che il passo della Red Bull sia meglio del nostro, salvo sorprese domani”.

”Sono ancora convinto che abbiano ancora un certo margine, ma se riusciamo ad avere un buono spunto in partenza, posso mettere pressione a Checo e alle vetture che ci precedono”, ha concluso il numero 16.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.