Citroën C3 Aircross 2021, un restyling a metà?

Dopo quattro anni di carriera e 330 mila esemplari venduti, la Citroën C3 Aircross cambia look con un restyling che introduce nuovi contenuti tecnologici e un aggiornamento della gamma motori. Niente ibrido, per il momento, ma unità benzina e diesel pensate per fornire buone prestazioni e un’elevata efficienza.

Fonte: Citroën

CHE STILE!

La parte che ha ricevuto più interventi è il frontale della Citroën C3 Aircross. L’anteriore si caratterizza per il tipico doppio gallone, posizionato al centro e dalle cui estremità partono le cromature che si estendono per tutta la larghezza del cofano ricongiungendosi ai sottili fari a led e ai fendinebbia posizionati sotto. Inedite anche le due prese d’aria, che cambiano per forma e grandezza. Nel complesso, le dimensioni sono praticamente identiche alla precedente, ma le novità estetiche le conferiscono un’impronta su strada più decisa.


Leggi anche: Volkswagen Taigo, il nuovo crossover-coupé per l’Europa.


Essendo la personalizzazione uno dei punti forti della Citroën C3 Aircross, il restyling amplifica ulteriormente questa sua peculiarità rendendo possibile scegliere fino a 70 differenti combinazioni cromatiche, composte da sette colori per la carrozzeria, tre dei quali nuovi (Kaki Grey, Voltaic Blue e Bianco Banquise),  quattro Pack Color, di cui due inedite tinte (Anodised Orange e Anodised Dark Blue), e due tinte per il tetto a contrasto: bianco o nero. Nuovi anche i cerchi in lega diamantati o full black da 16″ o 17″.

Fonte: Citroën

QUATTRO INTERNI

Le personalizzazioni proseguono all’interno dell’abitacolo, dove sono disponibili quattro differenti “ambienti”. Optando per l’ambiente Urban Blue sono previste finiture ispirate al mondo dello sportswear. Un tessuto blu si abbina a una striscia trasversale per gli schienali con motivo a chevron e a dettagli effetto pelle per sedili e plancia. Con l’ambiente Metropolitan Graphite è invece disponibile un tessuto effetto pelle grafiti abbinato a un tessuto grigio melange con impunture a vista, una finitura color legno chiaro testurizzato per gli schienali e un rivestimento di tessuto grigio melange per la plancia. L’ambiente Hype Grey, infine, è caratterizzato da rivestimenti di pelle grigio-verde e tessuto nero effetto pelle con impunture che riproducono alcuni chevron stilizzati.

Fonte: Citroën

E IL LATO TECH?

All’interno dell’abitacolo spicca anche il nuovo infotainment Touch Pad da 9″ con servizi Citroën Connect Assist e compatibilità Android Auto e Apple CarPlay. A disposizione dei clienti ci sono anche un sistema di ricarica wireless per smartphone, un head-up display a colori e diversi sistemi di assistenza alla guida, come l’Active Safety Brake e il riconoscimento dei segnali stradali e dei limiti di velocità. Non mancano dotazioni pensate per rendere più semplice l’utilizzo della vettura, come il sistema keyless, il Park Assist e la telecamera di retromarcia con Top Rear Vision. Per le fasi di guida su fondi scivolosi è infine disponibile il Grip Control con Hill Assist Descent che modula la coppia trasmessa alle ruote anteriori in base alle condizioni stradali.

Fonte: Citroën

I MOTORI

La gamma dei motori comprende il benzina 3 cilindri PureTech 1.2 da 110 e 130 CV e il diesel 4 cilindri BlueHDi 1.5 disponibile nella duplice variante di potenza 110 o 120 CV. La trasmissione è associabile al livello di potenza del motore; con le varianti meno potenti troviamo il cambio manuale a sei rapporti, mentre la 120 e la 130 CV, hanno di serie l’automatico EAT6.

Fonte: Citroën

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter