GP Canada – Le parole in conferenza stampa di Verstappen, Bottas, Stroll e Vandoorne

La F1 sbarca in Canada per la 55ª edizione del GP di Montreal. Con una lunghezza di 4361 metri, il circuito dedicato al mito canadese Gilles Villeneuve mette a dura prova motore, freni e necessita di medio carico aerodinamico. Conferenza stampa GP Canada

Conferenza stampa GP CanadaI piloti della conferenza odierna

Nella canonica conferenza del venerdì sono stati convocati Lance Stroll che correrà qui il suo 2° gran premio di casa della sua carriera, il finlandese Bottas, che commenterà il mancato aggiornamento del proprio propulsore, il pilota della Red Bull Max Verstappen, reduce da un difficile weekend a Monaco e Vandoorne. Qui di seguito le parole dei piloti, particolarmente accese quelle di Verstappen.

Max Verstappen si è mostrato visibilmente scocciato dalle continue domande dei giornalisti inerenti le sue performance e la sua poca costanza da Melbourne ad oggi.

Un cambiamento di approccio? Sono stufo di domande così, non lo farò mai perché questo modo di guidare mi ha portato dove sono ora. Tutti quelli commentano io non li ascolto, continuo a fare il mio lavoro. Ho commesso alcuni errori sopratutto a Montecarlo e in Cina ma non ha senso continuare a parlarne, sto cominciando a stancarmi e penso ci siano domande migliori. Sono fiducioso, ho la velocità, sarebbe un maggior problema se fossi lento.”

L’olandese poi punge la sua scuderia: “Gli incidenti? Solo 2 volte è stata colpa mia.

All’ennesima domanda sul perché abbia avuto così tanti incidenti nel corso delle prime gare, Verstappen sbotta: “Non lo so. E come ho detto all’inizio, sono stufo di queste domande. Penso che qualche volta darà una testata a qualcuno…

Nel 2016 ho commesso tre errori a Montecarlo, non penso sia una situazione così drammatica, avrei potuto fare meglio ma è un’esagerazione questo dramma“.

Il pilota della Red Bull infine commenta l’aggiornamento di motore portato da Renault: “Non penso sarà possibile eguagliare le prestazioni nel Q3 degli altri motori, ma saremo più vicini, o almeno lo spero.”

Stroll

Lance Stroll: “È bellissimo essere a casa, ho visto amici e famiglia, quella del Canada è una settimana impegnativa e non vedo l’ora di salire in macchina. Quello che stiamo passando è un periodo difficile, ma questo è un circuito diverso, siamo al corrente di cosa sia andato storto nella scorsa gara ma la stagione è lunga, sappiamo come risolvere i punti deboli”.

Dopo la deludente prestazione della sua Williams nell’ultimo appuntamento, il pilota canadese commenta: “Monaco è stato frustrante, non sono mai riuscito a trovare le giuste regolazioni e non ho mai avuto feeling con la macchina. Montecarlo è una pista unica ed è necessaria la fiducia, ma a me è mancata. In altre gare comunque mi ero sentito meglio e non vedo l’ora di correre qui.”

Lance Stroll parla poi del suo futuro e delle sue prestazioni personali: “Al momento non sto pensando al contratto, ma mi sto concentrando solo sulla guida. È stato frustrante questo inizio di stagione ma per molti versi è stato anche molto positivo, anche se;i risultati non lo dimostrano. Penso di essere cresciuto in confronto all’anno scorso.”

Il pilota della Williams si esprime poi sui problemi avuti in casa Mercedes nello sviluppo del motore che non hanno permesso di usufruire del surplus di cavalli previsto per questa gara:;Non è ideale ma è nella natura di questo sport, faremo il;possibile, ci sono comunque tante opportunità e non c’è motivo per cui non potremo fare un bel lavoro.”

Bottas

Valtteri Bottas commenta il GP monegasco e esprime le proprie aspettative per il weekend : “Montecarlo non era il nostro circuito migliore, ma Montreal dovrebbe esserlo per noi e la Ferrari. Abbiamo limitato i danni eguagliando la prestazione che ci aspettavamo a Monaco, il circuito;ha messo in luce i punti deboli perché la nostra macchina non è disegnata per circuiti così, ma qui possiamo fare un bel weekend. Montreal mi piace, ho sempre fatto gare discrete, spero di avere una buona prestazione, vincere avrebbe un grande significato.”

Il finlandese, che se avesse vinto a Baku sarebbe primo in classifica, commenta il proprio bilancio delle prime 6 gare:;Devo accettare i punti che ho, guardo avanti e tutto può accadere nelle prossime gare, spero di aver già pagato il mio tributo alla sfortuna.”

Bottas spiega i problemi avuti nello sviluppo della power unit per questo appuntamento:;Aspettavamo di portare qua l’evoluzione del motore, ci sarebbe stato un piccolo guadagno,;però a causa di un problema rilevato preferiamo perfezionarlo e montarlo speriamo tra 2 settimane. Comunque il vecchio motore non è male, è in perfetta salute, quindi nessuna preoccupazione.”

Il pilota della Mercedes parla poi del suo futuro: “Nel weekend di gara non penso al contratto ma solo al lavoro. Quando arriverà il momento giusto parlerò con il team, non ho nessuna preoccupazione, il rapporto;è positivo, facciamo progressi insieme e scopriremo più in là se potremo continuare.”

Vandoorne

 

Stoffel Vandoorne commenta il confronto con il compagno di squadra che al momento ha avuto la meglio sul pilota belga: “Le statistiche dicono così, ma penso che le nostre prestazioni siano molto simili, abbiamo avuto un po’ di sfortuna in alcune occasioni mentre in altre Alonso è stato più veloce. L’inizio di stagione è stato difficile e non siamo riusciti a eguagliare le aspettative, ma vogliamo migliorare.”

Vandoorne commenta poi l’andamento della sua squadra: ”È un periodo difficile, in Spagna mi sono ritirato io e Alonso;a Montecarlo, ma credo che siamo molto vicino al centro griglia, le ultime gare sono state toste per l’impossibilità di sorpassare, ma questa pista è completamente diversa e speriamo di avere opportunità.”

Foto: Red Bull x2, F1.com x3

GP Canada – Le parole in conferenza stampa di Verstappen, Bottas, Stroll e Vandoorne
Lascia un voto

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"