F1 | Coulthard: “L’era Verstappen potrebbe essere già finita”

David Coulthard ritiene che l’era Verstappen delle ultime due stagioni potrebbe già aver avuto fine a causa della riduzione di ore in galleria del vento in merito alla violazione del budget cap di Red Bull nel 2021.

Coulthard fine era Verstappen
Coulthard ritiene che la penalità ricevuta da Red Bull potrebbe aver già messo la parola fine all’era Verstappen © unknown

Max Verstappen è riuscito a portare a casa il secondo titolo anche in questa stagione, dando seguito a quella che è stata una battaglia estremamente tesa con Hamilton nel 2021, contro una passeggiata relativamente facile verso il titolo del 2022, avendo vinto 15 dei 22 gran premi disputati. Dopo una breve sfida con la Ferrari ad inizio campionato, l’olandese e Red Bull hanno mostrato una netta superiorità rispetto ai rivali, che li ha portati ad infilare una serie di cinque vittorie consecutive a metà stagione. Max ha poi chiuso definitivamenti i giochi a Suzuka, conquistando il secondo mondiale della carriera. Tuttavia, secondo David Coulthard, la penalità inflitta a Red Bull per la vicenda budget cap potrebbe aver già messo fine al dominio dell’olandese.

Coulthard prevede il forte ritorno di Mercedes e Ferrari contro Verstappen

In Giappone, Verstappen ha conquistato il titolo con quattro gare di anticipo. Mentre due settimane dopo, la Red Bull ha portato a casa anche il titolo costruttori per la prima volta dal 2013. L’anno prossimo, tuttavia, ci si aspetta che la scuderia di Milton Keynes affronti un test ben più severo. La Mercedes, infatti, ha fatto grandi progressi nell’ultima parte della stagione, mentre la Ferrari, sotto la nuova guida, dovrebbe imparare dagli errori del 2022.

Inoltre, la Red Bull si troverà in difficoltà anche per quanto riguarda la ricerca e lo sviluppo. La squadra è stata infatti colpita da una riduzione del 10% del tempo dedicato alla galleria del vento e al CFD, dopo essere stata ritenuta colpevole di aver violato il budget cap dello scorso anno. Sebbene il team austriaco, dopo aver vinto il titolo Costruttori, avrebbe avuto sempre meno tempo di tutti gli altri team in base alla scala mobile delle restrizioni sui test aerodinamici, il 70% che le era stato inizialmente assegnato è stato ridotto al 63%.


L’era Verstappen potrebbe avere già avuto fine secondo Coulthard

“L’era di Verstappen potrebbe essere già finita dopo due titoli”, ha dichiarato l’ex pilota di F1 diventato opinionista a Formule1.nl. ”Non perché non sia un pilota brillante, ma potrebbe non avere una macchina da titolo nelle prossime stagioni. Nessuno lo sa in anticipo”.

Secondo l’inglese, la Red Bull potrebbe pagare cara l’infrazione del tetto salariale della passata stagione, avendo a disposizione molte meno ore in galleria del vento rispetto a Mercedes e Ferrari. Ciò potrebbe rivelarsi decisivo nella seconda parte di stagione 2023, dove i team solitamente portano la maggior parte degli aggiornamenti sulle proprie vetture.

Lewis Hamilton e Charles Leclerc hanno recentemente commentato l’ipotesi che il circus stia assistendo all’inizio dell’era Verstappen. Hamilton è un pilota che conosce bene i domini in Formula 1. Il britannico ha avuto un ruolo fondamentale nella serie di sette doppiette consecutive della Mercedes, vincendo sei campionati piloti. Il suo regno è terminato la scorsa stagione, quando Verstappen lo ha superato all’ultimo giro ad Abu Dhabi per strappare la vittoria ed il titolo mondiale in quello che è stato forse il finale più controverso di sempre.


Leggi anche: F1 | Tost: “Nel 2023 sarà lotta al titolo tra Verstappen, Leclerc e Russell”


“È troppo presto per dirlo. Se l’anno prossimo torneranno a dominare, allora sì, ma le Ferrari sono state più veloci di loro in tutte le qualifiche. Credo che in ogni singolo giro abbiano probabilmente ottenuto prestazioni migliori rispetto alla maggior parte della stagione. Ora devono solo aumentare il loro ritmo di gara e saranno al loro fianco. Penso che abbiamo un passo molto, molto più grande e una collina più ripida da scalare. Spero che non sia impossibile”, ha affermato il sette volte campione del mondo. Quanto a Leclerc, il monegasco afferma: “Spero di no. Farò tutto il possibile per evitarlo e come squadra stiamo lavorando anche su questo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Tobia Elia

Classe 2000. Appassionatissimo di Formula 1 da sempre, aspiro a farne la mia professione. Studio International Communication in Olanda.