Dakar 2019 | Nel Day 1 Barreda si impone nelle moto, Al-Attiyah primo nelle auto

Dopo la giornata di presentazione, la Dakar é entrata nel vivo con una speciale di 84 km con arrivo e partenza a Pisco.

Dakar 2019 Day 1
Fonte : corsedimoto.com

Il livello di questa edizione é, a detta dei top rider, molto più alto di quello dello scorso anno. Se a questo fattore si aggiunge una serie di tappe completamente sulle dune, lo spettacolo non potrà mancare.

Moto.
Nella tappa di apertura, il campione in carica Matthias Walkner, é andato cauto classificandosi 7°, gestendo la Prova in vista della giornata di domani. Il suo compagno di squadra, non che Campione nel 2017 Sam Sunderland, ha spinto sin da subito per riscattare la delusione della scorsa edizione.
Sul fronte Yamaha, Van Beveren ha gestito anch’egli i primi chilometri, forse ancora “bloccato” dal ricordo del brutto incidente che lo ha costretto al ritiro lo scorso anno quando era in testa alla gara.
Chi invece non si è risparmiato e ha spinto sin da subito è lo spagnolo della Honda Barreda, che vincendo la tappa si è aggiudicato la 23° vittoria di tappa della carriera.

Auto.
Come afferma il Campione in carica Carlo Sainz, quest’ anno la gara si giocherà tra lo schieramento MINI e quello Toyota, che schierano una serie di Campioni, tutti intenzionati ad aggiudicarsi il Titolo.
Sainz é stato il primo a partire, manifestando buone sensazioni alla guida e classificandosi secondo.
Toyota inizia subito bene con i suoi alfieri, de Villiers e Al-Attiyah. Quest’ultimo in particolare si è reso protagonista di una grande performance aggiudicandosi così la prima tappa, 31° vittoria di carriera.
Ottiene il 7° posto Peterhansel, mentre in grande difficoltà Loeb che é stato costretto così a perdere minuti preziosi.

Appuntamento a domani con la seconda tappa, da Pisco a San Juan De Marcona.

Roberto Bellebono.

Pilota ssp300 nella Coppa Italia Velocità. Studente universitario presso Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.