Pubblicato il 15 Gennaio, 2021 alle 14:49

MotoGP | Dall’Igna fiducioso: “Nel 2021 Miller può giocarsi il mondiale”

Gigi Dall’Igna, general manager Ducati, è fiducioso che la nuova coppia di piloti del team ufficiale possa regalare grandi soddisfazioni alla casa bolognese per la stagione 2021 della MotoGP.

Credits: Motosprint

Il general manager di Ducati in una intervista rilasciata a Sky Sport 24 ha parlato di quello che si aspetta dalla stagione 2021 di MotoGP. Gigi Dall’Igna è fiducioso che la nuova coppia di piloti ufficiali, formata da Jack Miller e Francesco Bagnaia, possa portare grandi risultati alla casa di Borgo Panigale nel 2021.

Sarà un anno di grandi cambiamenti per Ducati dal punto di vista dei piloti; il licenziamento di Petrucci e Dovizioso ha portato alla promozione nel team interno dell’australiano Jack Miller e di Francesco Bagnaia, con Zarco e Jorge Martin, proveniente dalla Moto2 che li sostituiranno nel team Pramac. A completare la line-up del costruttore bolognese ci sarà il campione del mondo 2020 della Moto2 Enea Bastianini, che dividerà il box del team Esponsorama con Luca Marini.

 

Le dichiarazioni di Dall’Igna

Gigi Dall’Igna si è mostrato particolarmente contento per la formazione che Ducati schiererà nella stagione 2021. Miller ha avuto un buon finale nel 2020, ha corso delle gare fantastiche e penso che sarà uno dei contendenti per il titolo. Anche Bagnaia ha fatto grandi cose in alcune gare. Deve lavorare sulla costanza, specialmente su alcuni circuiti nei quali non ha sfruttato al meglio gli pneumatici. In un anno ha fatto un grande salto di qualità e se crescerà ancora anche lui sarà della partita.”

Il general manager della Ducati ha parlato anche dei due debuttanti italiani Bastianini e Marini che, a causa delle poche sessioni di test in programma potrebbero avere un inizio di stagione difficile. Marini e Bastianini? Le prime gare saranno dei test. Sarà un anno difficile. Ci sono pochi test e per i debuttanti come loro sarà un problema. Abbiamo saltato diverse sessioni di test, non sarà facile. Arriveranno alla prima gara con pochi chilometri sulla moto. Per loro le prime gare saranno dei test.”

Qualche commento anche sullo sviluppo della moto: “Vogliamo sviluppare la nostra aerodinamica. Questa stagione sarà particolare poiché arriva dopo il 2020 che è stato molto difficile. Ci sono tante limitazioni tecniche, i motori sono congelati e questo impatterà sul telaio. Abbiamo usato tutta la nostra immaginazione e credo che nella parte aerodinamica ci saranno ulteriori sviluppi. Abbiamo concentrato i nostri sforzi dove era possibile farlo: abbiamo dei gettoni disponibili e li investiremo sull’aerodinamica.”      

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | KTM rinnova fino al 2026

Disqus Comments Loading...