Le sfide della nuova Formula E: il degrado delle nuove Michelin impensierisce i Team

Michelin confermata fornitore unico con una nuova mescola. Michelin Formula E

Michelin Formula E

Emergono i primi dettagli sulla nuova era della pur giovane Formula E: con la presentazione della nuova Gen2, era stato annunciato anche che Michelin avrebbe continuato ad essere il fornitore unico degli pneumatici 18” della categoria elettrica con un nuovo modello di gomme, denominato, come il precedente compound, “Pilot Sport”. Ma le caratteristiche del nuovo battistrada non sono mai state chiare.

Le gomme 2018-2019 continueranno ad avere un unico profilo, adatto a correre sia sull’asciutto, sia sull’umido, sia sul bagnato.

Un nuovo fattore da tenere in considerazione

Stando alle dichiarazioni rilasciate da James Barclay, team principal della Jaguar, ad autosport.com, il degrado delle gomme rischia di diventare una vera e propria sfida di gestione per “muretto” e piloti, che si aggiunge al capitolo “gestione energia”, fino a diventare uno dei nuovi fattori determinanti per la vittoria.

Sappiamo che [la nuova mescola] è più veloce, ci sarà più potenza per la vettura, e sarà un po’ più pesante” dichiara Barclay a autosport.com “la gomma avrà un picco maggiore di grip, ma si degraderà anche un po’;di più [rispetto alla vecchia mescola]. È stata concepita con questo scopo, quindi credo che diventerà un fattore decisivo per il campionato, al fine di dare ancora più spettacolo.

Quando gli viene chiesto se ci ritroveremo davanti alle stesse;“crisi di gomme” viste in F1 all’inizio dell’era Pirelli, il team boss della Jaguar risponde: La vecchia mescola non;si degradava così tanto. Quello che vedrete sarà la vettura che inizierà a perdere performance all’aumentare della vita di;una gomma, e diventerà un elemento strategico che;si dovrà prendere in considerazione.”

Molto semplicemente, la precedente generazione di gomme doveva percorrere metà gara e adesso questa generazione dovrà fare tutta la gara. Infatti, con l’abolizione del cambio vettura, senza una nuova vettura a metà gara, non ci saranno nemmeno gomme fresche.

La gestione delle gomme è qualcosa che finora è davvero rimasto estraneo alla Formula E. Dalla Stagione 5 le gomme, formate da una mescola “un po’ più” morbida di quella vecchia, dovranno sostenere l’intera gara, oltre alle qualifiche (con gestione delle gomme anche in qualifica). Con la nuova era della Gen2,;il degrado delle mescole potrebbe essere un nuovo fattore che irrompe sulle scene già tanto animate degli ultimi giri di gara. Oppure si rivelerà di un fuoco di paglia?

Non ci resta che aspettare.

Credit: autosport.com
Credit immagini: testmotori360.it, 4legend.com

Formula E | Anche NIO ha scelto: confermato Turvey, arriva Dillmann. Appiedato l’italiano Filippi.

Michelin Formula E Michelin Formula E Michelin Formula E

Le sfide della nuova Formula E: il degrado delle nuove Michelin impensierisce i Team
Lascia un voto

Walter B.

Studente al quinto anno di Giurisprudenza comparata europea e transnazionale, attualmente in Francia. Tra mille cose sono appassionato di Formula 1, tifoso Ferrari e blogger di Formula E. Mi trovate anche su Instagram: @formulae.gene