Disastro all 24 Ore di Dubai: gara annullata per pioggia torrenziale!

L’anno solare dell’Endurance e delle competizioni GT si apre, tradizionalmente, con la 24 Ore di Dubai. La “gara nel deserto” promette di norma un clima favorevole anche a gennaio, ma così non è stato in questa edizione 2020. La competizione, organizzata da Creventic sotto l’ombrello della 24 Hour Series, è stata prima sospesa e poi definitivamente cancellata dopo meno di 8 ore:. l’infrastruttura del Dubai Autodrome non era pronta a sostenere la pioggia torrenziale che si è abbattuta sul circuito.

24 Dubai

Una scelta difficile 24 Dubai

Perturbazioni minacciose erano attese nel weekend di Dubai già da diversi giorni, nonostante la gara sia, in realtà, iniziata all’asciutto. A partire dall’ingresso nella quinta ora della competizione, tuttavia, una pioggia sempre più insistente ha cominciato a deteriorare la fruibilità della pista e della pitlane. Le condizioni avverse, decisamente peggiorate dalla scarsissima capacità drenante dell’asfalto, hanno comportato diversi incidenti e “Code 60” (l’equivalente, mutatis mutandis, del regime di VSC) prima dell’inevitabile bandiera rossa, occorsa poco dopo le 22:00 locali.

A quel punto della gara, infatti, il bollettino metereologico non prometteva miglioramenti, e diversi settori del tracciato (nonché l’intera pit lane) erano già irrimediabilmente allagati. Nulla hanno potuto le pompe idrovore messe in azione sul circuito e i ripetuti aggiornamenti della direzione gara: alle 07:38 locali arriva conferma dell’interruzione definitiva della gara per causa di forza maggiore.

I risultati definitivi

Nonostante, alla fine, squadre e piloti abbiano affrontato meno di un terzo della distanza e della durata prevista per la competizione, la direzione gara ha voluto comunque assegnare punti e risultati. A raccogliere punti saranno tutti i piloti facenti parte dei rispettivi equipaggi di successo, in deroga alla regola generale che prevede una permanenza minima in macchina per ogni pilota in squadra ai fini dell’assegnazione. Rimaste invariate le classifiche dopo la settima ora di gara, a trionfare è la Mercedes AMG GT3 2016. di Black Falcon Motorsport, seguita da una doppietta a podio Audi, con la R8 LMS 2019. Bene i due italiani in gara nella categoria PRO, Bortolotti e Drudi, che chiudono rispettivamente alla quinta e ottava posizione di classe. I risultati completi sono reperibili a questo link.

Se non vuoi perdere nessun aggiornamento dal mondo dell’Endurance e delle competizioni GT, seguici sul nostro canale Telegram dedicato.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Mercedes pronta al debutto della nuova vettura per competizioni GT: ecco quello che sappiamo


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.