DTM | Aston Martin: opzione motori BMW per R-Motorsport

R-Motorsport è alla ricerca di un motore per le Aston Martin per la stagione DTM 2020. Varie opzioni in gioco, sia con BMW che con il SuperGT.

Aston martin DTM
Credit: DTM

Sono giorni importanti per il futuro di R-Motorsport e delle Aston Martin nel DTM. La stagione 2020, anche se non ufficialmente, è già iniziata e la progettazione delle vetture comincia ad avere il design definitivo. Con la Dream Race del Fuji DTM e SuperGT hanno concluso la stagione con 5 marchi in pista. Tutti tranne Aston Martin.

Il team principal di R-Motorsport, Florian Kamelger, era al Fuji per cercare un fornitore di motori dopo il divorzio da HWA. Infatti il regolamento di Classe 1 renderà nel 2020 le vetture del DTM e del SuperGT molto più compatibili. Alcuni rumors riportati da Motorsport.com hanno affiancato a R-Motorsport una partnership con Honda a causa della relazione in Formula 1 tra Red Bull-Honda e Aston Martin. I vertici della casa di Tokyo hanno però smentito.

Diversa invece la situazione della Toyota che per il prossimo anno deve lavorare sulla Toyota Supra GT500, che sostituirà la Lexus LC500, campione uscente. Inoltre a causa del loro impegno nella fornitura dei motori anche in SuperFormula, risulta difficile impegnarsi anche nel DTM. Segni di apertura invece da parte di Nissan che si è resa disponibile ad un eventuale fornitura dei motori a patto che il tutto rientri nella disponibilità del budget.

Le alternative quindi si riducono essenzialmente a tre; uno sviluppo da parte di Aston Martin di un quattro cilindri turbo, una fornitura da parte di Audi e BMW oppure cercare un motorista al di fuori del DTM.

Per quanto riguarda la prima ipotesi, Aston Martin non ha intenzione di sviluppare un motore proprio perchè non ha molta collocazione nel brand. Tra Audi e BMW l’unica alternativa concreta è quella con la casa di Monaco di Baviera dal momento che, stando a Motorsport.com, la trattativa con Audi non è andata in porto. Kamelger ha anche sottolineato che Aston Martin potrebbe guardare anche fuori dal DTM.

Sebbene questa sia ancora una questione irrisolta, la partecipazione di Aston Martin alla stagione 2020 non sembra essere messa in discussione, come sottolineato da Gerhard Berger:

”Florian era qui e ha ammesso che tutto è sotto controllo, che tutto va nella giusta direzione e che ce la faranno in tempo. Ha i suoi partner e il suo pacchetto tecnico. Mi fido di quello che dice perchè ha mantenuto la parola lo scorso anno.” *

*Credit: Motorsport.com

Seguici anche su Instagram: @F1inGenerale.

F1 | GP Abu Dhabi, analisi pista: le difficoltà di correre al tramonto