DTM | Gara 1 Zolder -Doppietta BMW con Eng davanti a Eriksson

Phillip Eng si impone in gara 1 a Zolder davanti a Joel Eriksson e Nico Muller. Ritiro per Renè Rast a causa di problemi al motore.

DTM gara 1 Zolder
Phillip Eng, Credit: dtm.com

Philip Eng ottiene la prima vittoria stagionale dopo essere partito dalla 7°posizione. In partenza Bruno Spengler, dalla 3°piazza, è riuscito a passare davanti a tutti. Il canadese ha approfittato di un eccessivo pattinamento di Marco Wittmann che ha lottato audacemente per tenere la seconda posizione su Renè Rast. DTM gara 1 Zolder
Nel frattempo Robin Frijns, Loic Duval e Pietro Fittipaldi sono stati messi sotto investigazione e successivamente penalizzati per un jump start. I tre hanno dovuto scontare in pit lane una penalità di 5 secondi.

Paul di Resta è stato il primo pilota a fermarsi per la sosta al secondo giro, cercando di guadagnare più posizioni possibili dopo essere partito 17°. Il team R-Motorsport al giro 13 ha perso 2 vetture in gara; la #23 di Daniel Juncadella e la #76 di Jake Dennis. Lo spagnolo ha avuto problemi all’acceleratore mentre il britannico problemi elettrici. Per rimuovere le vetture, la direzione gara ha chiamato in pista la safety car. DTM gara 1 Zolder

DTM gara 1 Zolder
Credit: dtm.com

Alla ripartenza, al giro 19, Sheldon Van der Linde è riuscito a beffare Renè Rast, piazzando così la terza BMW davanti a tutti. Ma nelle retrovie Eng, che si era fermato al giro 12, cominciava a risalire la classifica e al giro 22 sorpassando Rast si è ritrovato in 2°posizione. Il tedesco #33 di Audi non aveva un buon passo ed è stato passato anche da Eriksson.

La gara a quel punto ha vinto 3 BMW, Wittman-Eng-Eriksson, davanti a tutti a dettare il passo. Ma nel terzetto di testa  Wittmann non si era ancora fermato, per cui Eng era potenzialmente 1°. Wittmann è rientrato al giro 26 e Renè Rast ha gettato la spugna al giro 29 per problemi al motore.

Gli ultimi giri sono stati una semplice gestione per l’austriaco #25 di BMW mentre la gara si infiammava per il duello Eriksson-Muller per il secondo posto. Alla fine a spuntarla è stato lo svedese #47 che ha così completato la doppietta BMW che fin dalle qualifiche aveva dominato. Ottimo 4° posto per Loic Duval, nonostante la penalità mentre nelle Wittmann ha cercato di portare a casa punti per il campionato e ha chiuso 7°. Primi punti per Ferdinand Habsburg, 9° alla fine.

Seguici anche su Twitter 

IndyCar | Indianapolis 500- Alonso: “Speriamo in una buona sorpresa in qualifica”