Pubblicato il 12 Giugno, 2020

DTM | Kubica: “Tante differenze tra F1 e DTM: sarà come saltare nel vuoto”

Robert Kubica ha completato ben 541 giri sulla BMW del team ART durante i test pre-stagionali del DTM. Il polacco tira le somme ed è soddisfatto, anche se crede che nelle prime gare non potrà giocarsela per posizioni di rilievo. DTM Kubica

Prima uscita ufficiale del 2020 sulla BMW M4 del team ART per Robert Kubica al Nurburgring in occasione dei test pre-stagionali del DTM.

Essendo questa la sua prima stagione in assoluto nel DTM, Kubica ha sfruttato in pieno le quattro giornate di test, girando anche con buoni tempi.

Il suo miglior tempo tra i quattro giorni è stato 1.19:493, a mezzo secondo dal pilota Audi Ferdinand Habsburg che è risultato il più veloce al termine dei test, battendo il record della pista.


L’attuale pilota di riserva dell’Alfa Romeo ha completato 541 giri sul tracciato tedesco, secondo solo a Mike Rockenfeller su Audi (567 giri). I chilometri completati da Kubica sono stati quasi 2.000 – 1,963.289 km.

Kubica ha potuto guidare per tutti e quattro i giorni di test, visto che per ogni team ufficiale è ammessa un’auto in pista al massimo per ogni giorno e per i clienti WRT e ART due.

“Ovviamente, dopo un periodo difficile per tutti durante il lockdown, è bello poter guidare di nuovo una macchina da corsa. Per me come nuovo arrivato, c’erano molte nuove cose da scoprire, con la macchina, le procedure, la squadra.ha detto Kubica.

Kubica spiega che è stato importante girare il più possibile per prendere la mano con un’auto diversa da F1 e WRC: “La F1 è la miglior categoria su pista, mentre il WRC è quella su terra. Io ho corso in entrambe. Il DTM sarà un’altra grande sfida per me. Le opportunità di girare non sono tante, quindi l’esperienza fa una parte fondamentale e durante questi test ne ho acquisita”.

Il vincitore del Gran Premio del Canada 2008 analizza anche le differenze tra F1 e DTM, oltre a parlare della vettura in sé: “Correndo per tanti anni in un ambiente particolare come la F1, si notano le differenze col DTM. Ho gareggiato in monoposto per anni, questo è un mondo totalmente diverso. Per esempio, la procedura di partenza è diversa: l’ultima volta che ho usato il pedale della frizione per partire è stato 17 anni fa! Lo sforzo fisico non è qualcosa che mi preoccupa, in abitacolo si soffre meno rispetto alle monoposto. Correre in più categorie è un vantaggio, perché puoi imparare tante cose che un giorno possono essere utili. Direi che il DTM è un misto, poiché ha l’aerodinamica di una monoposto ma in generale le caratteristiche da GT”.

Per concludere, Kubica spiega che non ha aspettative e non si sbilancia troppo su un risultato nella prima tappa stagionale a Spa-Francorchamps: “Sarò realistico per quanto riguarda questa stagione. Il campionato è di altissimo livello e i piloti sono davvero forti. Arrivo senza conoscere nulla e quindi con poca esperienza: è come saltare nel vuoto”.

Seguici nel canale dedicato per non perdere alcuna news su DTM e W Series!

DTM | BMW svela le livree delle sei M4 [GALLERY]


Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.