DTM | Presentato il nuovo motore turbo della nuova Audi RS5 DTM

Presentato a Ingolstadt il nuovo motore turbo 4 cilindri da 610cv che sarà montato sulle nuove Audi RS5 DTM per la stagione 2019.

Credit: Audi Sport

La nuova rivoluzione dei regolamenti DTM ha visto l’introduzione dei nuovi motori turbo 4 cilindri, leggeri, efficienti e potenti con 610 cv di potenza. I piloti inoltre potranno sfruttare un power boost di 30 cv per un periodo di tempo limitato nel corso della gara. Audi RS5 DTM
Il motore turbo, per la prima volta introdotto nel campionato DTM, ha richiesto numerosi test e un periodo di sviluppo di due anni e debutterà in pista per il primo weekend stagionale il 4 maggio sul circuito di Hockenheim. Fin dal primo momento i piloti hanno avuto sensazioni molto positive come detto dal capo di Audi Motorsport Dieter Gass:

“I nostri piloti erano entusiasti fin dal primo test. Tuttavia, il passaggio dai V8 aspirati ai motori turbo non è importante solo per l’incremento di potenza di 100 cv. Nel DTM, ora abbiamo dei motori ad alta efficienza che stiamo utilizzando anche su molti veicoli in produzione.” [Credit: audimotorsport.com]

Credit: Audi Sport

Una delle parole chiave del nuovo regolamento di Classe 1 del DTM è efficienza. Proprio come avviene nella produzione, la sfida principale è estrarre il massimo rendimento dal carburante mediante un’elevata compressione e un’ottima efficienza. Nel DTM, la quantità di carburante è limitata a soli 95 chilogrammi all’ora e secondo Ulrich Baretzky, responsabile dello sviluppo del motore presso Audi Motorsport, non è molto:

“Può sembrare molto ma, tenendo conto di oltre 610 cavalli di potenza, non lo è davvero. Il consumo specifico del motore DTM è estremamente basso e ora è nell’ intervallo tipico di un motore diesel. In termini di peso e design leggero – specialmente nel contesto dell’eliminazione delle emissioni di CO2 – stiamo sviluppando alcuni approcci che si spera possano trovare la loro strada nei futuri veicoli stradali, come nel caso del primo TFSI per Le Mans e il TDI. “ [Credit: audimotorsport.com]

Credit: Audi Sport

In effetti il nuovo motore turbo sviluppato da Audi è compatto e pesa solo 85 chilogrammi, ossia la metà di un motore V8 aspirato con un rapporto peso/potenza pari a 1,6 kg/cv  . Di conseguenza i tecnici di Ingolstadt sono riusciti a ottenere un peso della vettura a secco al di sotto di 1.000 chilogrammi. All’aumento di potenza è legato il concetto di affidabilità.
Un motore infatti deve lavorare per circa 6000 km e l’incremento di potenza sottopone il motore ad un maggiore stress, come sottolineato da Stefan Dreyer, capo dello sviluppo del powertrain di Audi Motorsport:

“Il formato del DTM è una grande sfida. Il lungo chilometraggio, distribuito su molti eventi con tirature brevi, è davvero difficile. Inoltre, il comportamento delle vibrazioni del motore a quattro cilindri differisce totalmente da quello del V8. Una potenza aggiuntiva di oltre 100 CV e una coppia più elevata hanno comportato un carico maggiore sull’intero gruppo motopropulsore.” [Credit: audimotorsport.com]

IndyCar | Anteprima weekend del COTA