DTM | Zolder – Gara 1: Van Der Linde vince ancora, 3° Albon e out Lawson

Gara 1 del DTM a Zolder si conclude con il secondo successo stagionale per Kelvin Van Der Linde. Completa la doppietta Audi Rockenfeller, primo podio nel DTM per Albon. Incidente al primo giro per Lawson.

DTM Zolder Gara 1

 

Partenza: Wittmann sorprende all’interno di curva 1 Gotz: c’è un contatto tra i due senza danni però. Testacoda per Hawkey nelle retrovie. DTM Zolder Gara 1

Immagine

G1: Grosso incidente: coinvolti Juncadella, Maini e Lawson alla Kleine Chicane, ritiro per i due della Mercedes e il neozelandese della Ferrari. Safety Car.

Immagine

G5: Riparte la gara, bandiera verde. Triplo sorpasso di Ellis che sale in P5, bella manovra all’esterno alla staccata della chicane.

G6: Mentre Kelvin scappa via, Sheldon Van Der Linde si fa vedere alle spalle di Gotz. Il pilota BMW rientra ai box al termine del giro insieme a Muller, Juncadella ed Ellis.

G7: Prosegue il valzer dei pit stop: rientrano Kelvin Van Der Linde, Wittmann, Gotz, Muth, Auer e Glock. Rockenfeller sale così momentaneamente al primo posto.

G8: Sosta anche per la McLaren di Klien e per la Lamborghini di Hawkey.

G10: Abril ha superato la BMW di Wittmann prendendosi la seconda posizione virtuale (al momento settima), riducendo il gap da Van Der Linde a 1.4 secondi.

G11: Rientra ai box anche Rockenfeller che cede la leadership momentanea ad Alex Albon: il tedesco esce dai box alle spalle di Van Der Linde e davanti alla Mercedes di Abril.

G14: Posizioni congelate in questa fase di gara, Albon conduce davanti a Gore, Buhk e la Floersch che ancora non si sono fermati.

G16: Pit stop per Albon non senza problemi: qualche difficoltà in fase di ripartenza che gli costa la posizione su Rockenfeller.

G17: 5 secondi di penalità per Sheldon Van Der Linde: posizionamento non corretto in fase di partenza.


Leggi il resoconto delle qualifiche


G19: Rockenfeller guadagna qualcosina su Van Der Linde portandosi a 1.2 secondi. Allo stesso modo anche Albon si attacca agli scarichi dell’Audi del tedesco – gap di otto decimi.

G22: Rientra Sophia Floersch mentre si accende la battaglia per la vittoria. La tedesca del team ABT torna in pista al sedicesimo posto dopo un ottimo pit.

DTM Zolder Gara 1

G25: Albon è davvero attaccato alla R8 LMS Evo di Rockenfeller, ne approfitta Van Der Linde per allungare leggermente.

G27: Errore di Albon alla chicane: il pilota AF Corse è andato lungo in staccata ed ha tagliato la curva. Ellis perde la posizione su Muth in curva 8, leggera sportellata tra i due.

DTM Zolder Gara 1

DTM Zolder Gara 1

G28: Buhk, che non si è ancora fermato, scala in P5 dopo aver fatto da tappo al trio che lotta per la vittoria, che si è così compattato ancora di più.

G29: Dev Gore rientra ai box: Van Der Linde è nuovamente leader! Arriva anche un avvertimento per Albon per non aver rispettato i track limits.

G32: Albon sembra non avere più quel vantaggio mostrato in precedenza frutto di pneumatici più freschi. I primi tre sono comunque racchiusi in poco più di un secondo.

G34: Buhk rientra ai box e si ritira: lo svizzero ancora non aveva effettuato il suo pit stop ed era quarto.

G35: Testacoda per Sophia Floersch che scala in P16. Avanza in P15 Dev Gore.

G36: Cominciano gli ultimi tre giri: Albon ci prova all’esterno di curva 7.

G37: Avviato l’ultimo giro, Albon sembra lontano per provarci davvero mentre Van Der Linde scappa ulteriormente.

Bandiera a scacchi: Trionfa Van Der Linde! Completano il podio Rockenfeller e Albon. A oltre 20 secondi di distacco Abril, che precede il trenino dal quinto al decimo posto con Wittmann, Muth, Gotz, Ellis, Auer e Muller.

Immagine

Classifica finale

Immagine

L’appuntamento va a domani con le qualifiche alle 10.10 e la gara alle 13.30. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.