Formula 1Interviste

F1 | Williams correrà con due macchine in Giappone? Il verdetto di Vowles

È corsa contro il tempo in casa Williams per riparare il telaio danneggiato da Alexander Albon a Melbourne in vista del GP del Giappone

In casa Williams è una vera e propria corsa contro il tempo per cercare di correre a Suzuka con entrambe le macchine, dopo la discutibile parentesi di Melbourne che ha attirato numerose critiche. Tuttavia, James Vowles crede che i tecnici riusciranno a riparare in tempo il telaio danneggiato di Alexander Albon in vista del GP del Giappone, in modo tale da permettere a Logan Sargeant di tornare regolarmente in macchina, appiedato non senza polemiche dal team lo scorso weekend.

Williams telaio GP Giappone
Williams riparerà in tempo il secondo telaio per il GP del Giappone? © Williams Racing

Williams con entrambe le vetture a Suzuka?

“Sono fiducioso che saremo in grado di riparare il telaio”, ha dichiarato Vowles in un video pubblicato sui social. “Abbiamo messo in atto delle misure per assicurarci che il telaio tornasse qui molto presto lunedì mattina. Credo che sia arrivato intorno alle 2 del mattino o giù di lì’.

“Da allora tutti i dipartimenti all’interno dell’edificio ci hanno lavorato, smontando e riparando il telaio. Oggi siamo in una buona posizione per riavere il telaio in tempo per Suzuka”.

Proseguendo con il discorso, il team principal ha spiegato come le prime analisi preliminari siano già state effettuate in Australia: “Molto lavoro è stato fatto a Melbourne. Ci sono state fotografie e tecniche chiamate NDT, ovvero Controlli Non Distruttivi. Ci sono diverse tecniche che si possono fare lì, ma ci permettono di comprendere appieno l’entità del danno e le azioni da intraprendere”.


Leggi anche: F1 | GP Monza 2024: l’autodromo mette in vendita ulteriori biglietti – LINK


”La preparazione è stata fondamentale. Ciò significava che già alle 2 del mattino di lunedì si poteva iniziare a lavorare. Non si trattava di una riflessione su ciò che stava accadendo, ma piuttosto di capire cosa stiamo facendo e come lo eseguiamo. Quindi a Suzuka avremo due vetture senza troppi problemi”.

Williams ha provato ad affidare comunque il sedile ad Albon, nonostante sia stato proprio lui a danneggiare la FW46, nella speranza di raccogliere almeno un punto in gara. Il piano però non è andato a buon fine, con il thailandese che ha tagliato il traguardo appena alle spalle delle due Haas in undicesima posizione.

“Anche la probabilità di segnare un punto è importante per me in questo momento”, ha aggiunto Vowles in conclusione. “Devo prendere decisioni difficili e la mia è per il benessere di questa squadra nel suo complesso. Farò tutto il possibile per ottenere un punto, se sarà disponibile”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

1 commento

Andee Kcap 28/03/2024 at 17:05

Ma questi non hanno neanche i soldi per una scocca di riserva?
Ma che facciano la formula 3 e lascino il posto a chi i soldi li ha.

Risposta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.