ELMS | 4 ore del Red Bull Ring: secondo successo per WRT e Robert Kubica!

Secondo successo consecutivo in ELMS per WRT alla 4 ore del Red Bull Ring, dopo un violento acquazzone nella seconda metà di gara e la lotta contro G-Drive. Podio tutto Ferrari in GTE

elms red bull ring

La 4 ore del Red Bull Ring si è svolta sotto un cielo minaccioso, che ha poi lasciato posto a un rovescio nella terza ora di gara, che ha creato scompiglio sopratutto in LMP3. La pista poi si è asciugata nel finale, creando difficoltà ai team nella scelta tra Inter e Slick.

LMP2

Il Team WRT di Yifei Ye, Robert Kubica e Louis Delatraz ha conquistato la sua seconda vittoria consecutiva giocandosi tutto nell’ultima ora contro la #26 G-Drive.
La #26 G-Drive ha guidato le prime ore con Ye assieme alla #41 WRT, davanti alle 2 United Autosport. Nella seconda ora De Vries ha allungato su Kubica, anche se poi il polacco si è ripreso prima dell’arrivo della pioggia.

All’inizio della terza ora la United Autosports ha subito il primo di una serie di sfortunati eventi: il contatto tra la #60 e la #32 di Maldonado.

Lotta Colapinto-Delatraz nel finale

Dopodichè inizia a piovere: la #65 Panis Racing di Allen va nella ghiaia, seguita subito dopo nello stesso punto dalla #34 di Eastwood e dalla #32 di Van Uitert che va nelle barriere. La direzione gara chiama la Safety Car.

La #22 riesce a tornare ai box per le riparazioni, malgrado manchi buona parte della fiancata destra, la #39 Graff ha un’incidente sotto la SC.

Crucialmente WRT monta da subito le wet, mentre G-Drive è costretta a una seconda sosta per passare alle Full-Wet sotto la Safety car. Tuttavia, poco prima della ripartenza la #26 è rientrata per passare alle Intermedie, con Franco Colapinto al volante, dando però il vantaggio sul carburante a WRT.
Alla ripartenza, con 57 minuti alla fine la #41 WRT di Kubica guida il gruppo, seguita dalla #26 di Colapinto, che è a oltre 3 secondi e la #22 di Gamble a quasi un giro.

Roberto Merhi in queste condizioni miste sulla #25 recupera posizioni, dal sesto posto alla 3a posizione in pochi giri, conquistando la vittoria in PRO/AM

Kubica si ferma con 44 minuti alla fine, dando spazio a Delatraz. G-Drive però effettua una sosta corta a 27 minuti dalla fine, con Colapinto che riemerge poco davanti alla #41.

Le gomme però sono migliori sulla WRT, mentre Colapinto soffre in curva 3: dopo alcuni giri di lotta una uscita di troppo del 17enne argentino permette a Delatraz di prenderela prima posizione, e conservarla costruendo oltre 20 secondi di gap. Intanto un drive through per la #22 spenge le ultime speranze di Untied Autosport per il podio, le vetture di Brown chiudono 7ª e 23ª.

LMP3 elms red bull ring wrt

Un finale da brivido per la classe cadetta, con la #19 Cool Racing di Bell/Kruetten/Maulini che ha chiuso 1 decimo davanti alla #11 Eurointernational di Alders.
La Graff #8 di Droux era in realtà in testa, dopo aver passato proprio la #19, fino a pochi minuti dalla fine quando la direzione gara ha imposto una pesante penalità (101 s di Stop&Go) per un’ingrazione durante la sosta, finendo così terza.

GTE elms red bull ring wrt

Podio tutto Ferrari in GTE, con la #88 AF Corse di Alessio Rovera/Collard/Perrodo davanti alla #55 Spirit of Race di Cameron/Griffin/Perel e alla #80 Iron Lynx di Mastronardi/Molina/Cressoni.

Questo trio si è giocato la vittoria a fasi alterne, con Perrodo decisivo durante le iniziali fasi sul bagnato, e Rovera che ha poi portato la vittoria a casa con una sosta finale per montare le Intermedie, recuperando rapidamente Molina sulla #80.
Sfortuna invece per le Iron Dames sulla #83, che erano in quarta posizione fino all’ultimo giro dopo aver passato con Frey la #893 di Ferdinand Laser, ma a causa di un contatto con la stessa Porsche si sono trovate nella via di fuga senza poter ripartire.

[Classifica]

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

WEC | Glickenhaus annuncia i piloti per il debutto in Hypercar a Portimao

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.