ELMS | 4 Ore di Portimao: prima vittoria stagionale per G-Drive!

L’appuntamento finale di questa peculiare stagione ELMS vede G-Drive spezzare “l’incantesimo” United Autosports, conquistando finalmente la vittoria nella 4 Ore di Portimao.

ELMS portimao

LMP2 ELMS Portimao

Al via della gara la n. 32 United Autosports di Will Owen parte in pole position, ma Roman Rusinov è autore di un’ottima partenza dalla sesta posizione in griglia, superando Owen all’esterno e portandosi in testa già alla prima curva.

Più indietro, Phil Hanson e la n. 37 Cool Racing di Alexandre Coigny si sono scontrano dopo un testacoda della vettura di Coigny , facendo scendere entrambe le vetture al 13° e al 22° posto, con la United Autosports costretta al pit stop per cambiare il muso. Avendo perso la testa della gara, Rusinov mette pressione a Owen, cercando di precedere l’americano. Dopo diversi tentativi la G-Drive riprende il comando con un passaggio all’interno in curva 1 e guadagna un distacco di otto secondi. Sarà poi Nyck De Vries a prendere la bandiera a scacchi e regalare alla squadra russa la prima vittoria della stagione 2020.

ELMS | Impresa United Autosports: vittoria a Le Mans, titolo WEC e titolo ELMS in meno di un mese

LMP3

Rob Wheldon parte dalla pole position con la United Autosports n.2, mantenendosi in testa al primo giro. Al netto di poche interruzioni, la vettura rimane sempre in prima posizione. Alla ripartenza dopo Safety Car, negli ultimi 90 minuti, Gamble ora al volante mantiene un vantaggio di 20 secondi sulla RLR MSportdi James Dayson. David Droux, alfiere Realteam Racing, scalza prprio Dayson per la seconda posizione nell’ultima fase di pit stop. Alla bandiera a scacchi, Wayne Boyd precede Droux di 12 secondi: United Autosports si assicura così il terzo titolo in classe LMP3, con la vittoria dell’equipaggio #22.

LMGTE

Davvero pazzesco è l’esito del titolo in classe LMGTE, deciso finalmente a Portimao. La lotta non poteva essere più serrata,dal momento in cui i rivali Proton Competition e Kessel Racing si sono classificati 1° e 2° in Portogallo. Le due squadre erano a pari merito con 99 punti ed entrambe hanno ottenuto due vittorie, due secondi posti, un quarto posto e due pole position nelle cinque gare. L’equipaggio della #77 – Christian Ried, Michele Beretta e Alessio Picariello – è campione solo per criterio cronologico: aveva vinto la prima gara della stagione al Paul Ricard.

Proprio in classe LMGTE, peraltro, si avvicendano gli incidenti che hanno condizionato la sfida anceh nelle altre classi. La prima FCY è infatti causata dalla #66 JMW Motorsport, nella ghiaia in curva 5, e la seconda è da attribuirsi a un fuoripista della #88 AF Corse. L’unica Safety Car della gara è infine stata innescata dalla iron Lynk #60, la cui gomma posteriore destra esplosa sparge detriti su tutta la pista.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.