EditorialiFormula 1Interviste

F1 | 2024 passerella per Red Bull? Macché: perché Verstappen e Perez devono guardarsi le spalle

Max Verstappen e Sergio Perez dovranno guardarsi le spalle, nel Mondiale 2024 di F1: Red Bull potrebbe non essere imbattibile.

Il Mondiale 2024 di F1 non sarà una passerella per Red Bull, Verstappen e Perez dovranno guardarsi le spalle. Nonostante l’assoluto dominio nella stagione appena trascorsa, le prestazioni della griglia sembrano convergere. Il riscontro della pista spetterà ai test invernali, ma intanto i due piloti di Milton Keynes non possono dormire sonni tranquilli.

F1 Red Bull 2024 Perez Verstappen
Sergio Perez e Max Verstappen posano con la Red Bull dei record – Red Bull Content Pool

Con 21 vittorie su 22 gare, il 2023 è stato l’anno della Red Bull. Il team austriaco ha dominato ogni appuntamento del Mondiale, concedendo agli avversari il solo GP di Singapore, vinto da Carlos Sainz. Dopo un simile dominio, è difficile aspettarsi grandi differenze nel 2024. Tuttavia, le scuderie rivali stanno riuscendo a fare dei passi in avanti. Le gare saranno molto più aperte.

Se per Max Verstappen potrebbe non essere un grosso problema, avendo dimostrato di interpretare al meglio le creature di Adrian Newey, per Sergio Perez la situazione potrebbe essere diversa. In grande difficoltà per gran parte del 2023, il messicano è stato l’anello debole di Milton Keynes. Se la competizione dovesse aumentare e più team dovessero insidiare Red Bull, le cose si metterebbero male.

Penso abbia beneficiato del fatto che tutti gli altri fossero indietro, in termini di passo gara“, ha spiegato Karun Chandhok, ex pilota ed opinionista per Sky Sports. Le difficoltà in gara del resto della griglia hanno sopperito agli evidentissimi problemi di Sergio Perez in qualifica. Il numero 33 non è quasi mai riuscito a qualificarsi nelle primissime file, finanche venendo eliminato nel Q1 in più occasioni.


Leggi anche: F1 | Toto Wolff e quel “dettaglio” ignorato da Mercedes per tanti anni


Regole stabili portano inevitabilmente ad un appiattimento dei valori in pista. Se Red Bull potrà comunque conservare un certo vantaggio, la pressione su Sergio Perez è destinata a salire. La storia recente ha dimostrato che avere un secondo pilota veloce è fondamentale nelle strategie, quando gli altri reggono il ritmo del team di punta. Per il messicano, coprire Verstappen sarà imperativo.

Siamo nel cuore della pausa invernale, il primo assaggio di pista si avvicina. Intanto, sempre più team annunciano la data di presentazione delle proprie monoposto. La Formula 1 sta tornando.

Foto Copertina: Red Bull Content Pool

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter