Formula 1

F1 | Accadde oggi: il terribile incidente di Romain Grosjean in Bahrain

Un inferno di fuoco: così Romain Grosjean scampò la morte in uno degli incidenti più terribili dell’era moderna di Formula 1.

Romain Grosjean non dimenticherà mai quel terribile incidente del 29 novembre 2020. Alla partenza del GP del Bahrain, terzultima tappa del Mondiale, la Haas del pilota francese ha un contatto con la monoposto di Daniil Kvjat dell’Alpha Tauri.

Credits: XPB Images

L’impatto è violento, tanto da portare la vettura di Grosjean ad sbattere contro le barriere ad alta velocità. La macchina si spezza in due e prende fuoco.

Sono attimi di panico, poiché il pilota non sembra riesca ad uscire dall’abitacolo. Ci vorranno 28 secondi per uscire dalle fiamme in cui era imprigionato. Romain Grosjean è vivo per miracolo.

Gli stewards lo aiutano a scavalcare le barriere e il pilota viene subito trasportato in ambulanza per le ferite riportate. Sulle mani riporta lievi ustioni ed ha una distorsione alla caviglia.

Poco tempo dopo, Grosjean è stato dimesso dall’ospedale ma non avrebbe mai più corso in F1. Infatti il suo contratto con la Haas scadeva a fine stagione, e non avrebbe rinnovato. Per le ultime due gare dell’anno è stato sostituito da Pietro Fittipaldi, pilota di riserva della scuderia.

Romain Grosjean ha abbandonato la Formula 1 e ha iniziato a guidare nella NTT IndyCar Series; è salito sei volte sul podio nelle ultime tre stagioni.

28 secondi

Di quei 28 secondi interminabili, il pilota francese ricorda tutto. “Non ho mai avuto paura. Per qualche istante ho anche pensato che fosse finita, che stessi per morire”aveva raccontato a Nico Rosberg durante un’intervista di inizio 2021.

Il momento più drammatico è stato uscire dall’abitacolo. Una volta superato il primo ostacolo, l’istinto naturale è prevalso: Grosjean ha capito che doveva tornare dalla sua famiglia. Dai suoi figli: “Ero pronto a lasciare la caviglia in abitacolo, ma dovevo uscire di lì. Non potevo lasciare i miei figli senza papà”.

Dal giorno dell’incidente, Romain Grosjean è stato soprannominato “La Fenice”. Proprio come il leggendario animale, anche lui è rinato dopo aver letteralmente attraversato il fuoco.

Crediti immagine di copertina: Getty Images

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter