F1 | Ad Imola Ferrari aveva provato un approccio…asimmetrico

Abbiamo trovato in Internet queste immagini che mostrano la parte terminale del fondo della Ferrari dotato di geometrie diverse sui due lati, si nota una asimmetria tra destra e sinistra. Cerchiamo di capire il motivo di questa scelta.

Ferrari fondo asimmetrico
Credits: Motorsport.com – photo by: Giorgio Piola

Prima di iniziare questo articolo è doveroso fare una anticipazione, la situazione 2020 non ha permesso l’accesso al Paddock a molte persone, per questo motivo molti dettagli tecnici sono sfuggiti. Non sappiamo quindi con esattezza quando sia stata scattata questa foto, se sabato durante le prove libere o la domenica durante la gara. Imola è stato l’unico weekend corto della stagione. Analizzando questa immagine si vede come il fondo nella parte destra della vettura sia dotato di una geometria ad angolo retto mentre nel lato sinistro la forma sia più irregolare. A cosa serve questa asimmetria del fondo della Ferrari? Ferrari fondo asimmetrico

Motivo di questa asimmetria nel fondo della Ferrari

Il fondo della vettura ha il compito di generare la maggior parte del carico aerodinamico della monoposto, circa il 55%. Un fondo più esteso, come nel lato destro, è in grado di generare una forza aerodinamica maggiore. I tecnici del cavallino hanno deciso quindi di applicare un carico maggiore alla ruota posteriore destra della monoposto. Perché hanno deciso di fare ciò in un circuito con percorrenza antioraria come Imola?

Analisi fisica delle forze sulle vetture

Forze agenti sulla vettura

Una monoposto, mentre percorre una curva a sinistra, sarà soggetta ad un trasferimento di carico. Questo trasferimento tenderà a caricare maggiormente la ruota esterna alla curva. Tutto ciò è dovuto all’accelerazione centripeta che agisce su un corpo che sta percorrendo una traiettoria circolare, come una vettura in curva.

La forza che la ruota riesce a scaricare a terra è proporzionale al carico che agisce sulla ruota stessa, le forze sulle due ruote dovranno rispettare questi limiti:

Possiamo quindi notare che la ruota interna è la prima ad andare in crisi, il trasferimento di carico tende a scaricarla, rischiando di produrre lo slittamento della gomma. Per ovviare a questo problema possiamo applicare una forza aerodinamica che mi vada a bilanciare il trasferimento di carico.

La asimmetria presente nel fondo della vettura serve proprio a generare questa forza aggiuntiva su un solo lato della vettura. Come mai in un circuito con prevalenza di curve a sinistra gli ingegneri Ferrari hanno deciso di caricare maggiormente la ruota destra, esterna in questo tipo di curve?

Analisi del tracciato

Mappa tracciato Imola – Credits: autodromoimola.it

Il circuito di Imola, come detto in precedenza ha un verso di percorrenza antiorario, per questo motivo sarà dotato di più curve verso sinistra, sono infatti 12 contro le sole 9 a destra. Soffermiamoci però sulle curve T8, T17, T20 e T21, queste sono 4 curve a destra, dotate di raggi molto grandi. Le monoposto di Formula 1 percorrono questi tratti in pieno raggiungendo velocità elevate. In queste curve la ruota interna è quella destra ed essendo curve ad alta velocità la forza scaricata a terra della vettura sarà elevata. Possiamo così spiegare la asimmetria mostrata nella immagine trovata.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Calendario tutto da rifare? Se salta il Portogallo, possibile doppia gara in Bahrain e rinvio Imola

 

Federico Martello

Vehicle Engineer student, MoRe Modena Racing Formula Student Team member