F1 | Aggiornamenti Ferrari 2022: cos’è mancato alla F1-75?

Siamo entrati ormai nell’ultimo terzo di questa stagione di F1. In questo articolo vogliamo ripercorrere gli aggiornamenti introdotti da Ferrari in questo 2022 per analizzare come si è evoluta la F1-75.

aggiornamenti Ferrari 2022, Monza, Leclerc, sainz
Credits: @Scuderia Ferrari Press Office

Questa stagione ha introdotto una delle più importanti rivoluzioni tecniche della storia della F1. I team hanno dovuto progettare da zero le loro monoposto e dunque hanno portato in pista scelte molto diverse tra loro. Ferrari ha osato molto sulla sua F1-75, optando per soluzioni molto innovative in alcune zone della vettura. Andiamo ad analizzare quali sono state i principali aggiornamenti sulla Ferrari in questo mondiale 2022.

L’esordio in Bahrain

Ferrari si è presentata ai nastri di partenza con un pacchetto molto competitivo. La particolari pance scavate sono state una soluzione inedita e vincente. La F1-75 si è dimostrata subito competitiva sul circuito del Bahrain ed infatti è stata capace di conquistare pole e doppietta. La rossa ha mostrato soprattutto una notevole velocità in curva e buona trazione in uscita, caratteristiche che hanno accompagnato la macchina di Maranello in tutta la stagione. Il problema principale da affrontare, come per tutti gli altri team, era quello del porpoising ed i primi aggiornamenti portati da Ferrari per il 2022 sono andati proprio in questa direzione.

aggiornamenti Ferrari 2022, Bahrain
Credits: @Scuderia Ferrari Press Office

A Barcellona il primo pacchetto di aggiornamenti

La scuderia di Maranello ha sfruttato le prime cinque gare di questa stagione per capire al meglio il comportamento della F1-75 e concentrarsi sulla ricerca del set-up migliore. Nel weekend del GP di Spagna, sesto appuntamento del mondiale,  Ferrari ha portato i primi aggiornamenti del 2022. L’evoluzione ha coinvolto diverse zone della macchina ma le principali sono state il corpo vettura ed il fondo. L’obiettivo primario era limitare il porpoising e proprio per questo è stato introdotto un nuovo fondo con uno slot davanti al pneumatico posteriore. Questa soluzione, poi copiata da Red Bull ed in seguito abbandonata, ha permesso di scaricare localmente il fondo, limitare lo stallo dei Venturi e dunque l’origine del porpoising. Inoltre sono state rifilate le pance ed è stata introdotta una nuova ala posteriore da alto carico con l’obiettivo di migliorare l’aderenza e l’efficienza aerodinamica della vettura, vero tallone d’Achille nei confronti dei rivali della Red Bull. Il nuovo pacchetto di aggiornamenti ha portato in dote anche una perdita di un paio di chili, consentendo alla F1-75 di avvicinarsi al peso limite imposto dal regolamento.

aggiornamenti Ferrari 2022, Francia, Fondo, Porpoising
Dettaglio del fondo Ferrari introdotto a Barcellona – Foto: Donadoni

Inghilterra e Francia: evoluzioni della carrozzeria

Ferrari ha portato le principali novità a livello di corpo vettura sui circuiti di Silverstone e Le Castellet. In Inghilterra infatti la squadra di Maranello ha introdotto un nuovo cofano motore, più stretto nella zona terminale. Questo ha ridotto l’impatto dell’aria calda nella zona posteriore, garantendo un flusso più pulito ed un incremento dell’efficienza. Ferrari ha anche modificato la carrozzeria, sopratutto le fiancate, per guidare meglio i flussi d’aria. Questo ha permesso di generare un maggior carico aerodinamico dal fondo vettura. Anche gli aggiornamenti portati in Francia vanno in questa direzione. Il team italiano ha infatti modificato in maniera importante i canali Venturi, zona fondamentale dell’attuale generazione di vetture. La sezione d’ingresso è  cambiata in maniera significativa, così come l’andamento del canale. Queste modifiche hanno funzionato perfettamente sulla F1-75, garantendo un miglior carico aerodinamico ed una riduzione del porpoising.

aggiornamenti Ferrari 2022, fondo, Venturi
Dettaglio imbocco canali venturi, a destra l’aggiornamento portato in Francia – Immagine F1inGenerale

Leggi anche: F1 | Ferrari e Direttiva Tecnica TD39 – Due indizi fanno una prova?


La continua ricerca di efficienza al posteriore

La storia di sviluppo della F1-75 presenta una dettaglio molto particolare: l’ala anteriore non è mai stata aggiornata. Questo ci induce a pensare che Ferrari sia molto contenta di come l’aerodinamica anteriore interagisca con il resto della vettura e che questa offra un ampio intervallo di regolazioni. Molto diversa è la situazione al posteriore dove Ferrari ha portato molti aggiornamenti in questo 2022. Il motivo è principalmente uno: cercare di ridurre il gap con Red Bull a livello di efficienza aerodinamica, soprattutto a DRS aperto. Nuove ali posteriori, oltre alla configurazione del Bahrain, sono state portate a Jeddah, Miami, Barcellona, Canada ed infine Monza. Ad esse sono state affiancate diverse beam wing, con la novità a singolo profilo mostrata a Monza. Il tutto ha permesso di avere un’ampia scelta a livello di configurazione aerodinamica. Ferrari ha davvero lavorato moltissimo per limare il gap con Red Bull ed in parte c’è riuscita, anche se non completamente.

aggiornamenti Ferrari 2022, ali posteriori
Alcune delle ali posteriore utilizzate da Ferrari in questo 2022 – Immagine F1inGenerale

Gli aggiornamenti Ferrari 2022 sono stati sufficienti?

Vedendo l’andamento del campionato verrebbe da dire di no ma l’analisi da fare è più profonda. Ferrari veniva da un biennio 2020-2021 disastroso, con limiti tecnici e di performance evidenti. In questa stagione invece ha portato una macchina assolutamente competitiva che per buona parte è stata la migliore in griglia ma limitata da affidabilità ed errori vari. La squadra di Maranello ha fatto numerosi step in avanti sia in termini di power unit che di efficenza aerodinamica, riducendo molto il divario con Red Bull. Il lavoro fatto in termini di aggiornamenti è stato importante e, cosa fondamentale, tutte le soluzioni portate hanno dato il riscontro atteso. Le aree critiche sono diminuite ma resta ancora da capire come far lavorare e gestire al meglio gli pneumatici, tema cruciale per la prossima stagione. Vedremo se gli aggiornamenti Ferrari per questo 2022 sono finiti o se invece ci saranno ancora novità (si parla di un nuovo fondo per Singapore) ma sicuramente fino a qui il team italiano ha svolto un lavoro non indifferente.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter